ACCOLTELLATI NEL NOME DI ALLAH TERRORE ANCHE IN FINLANDIA

| Turku. Ferita anche una giovane madre con un bimbo nella carrozzina. Due islamici in fuga, uno arrestato dalla polizia che lo colpito alle gambe con le pistole. Ferite 8 persone tra cui 5 donne

+ Miei preferiti
BCC e Sun alle 15.48 ora italiana del 18 agosto 2017 hanno riferito di una sparatoria e di una aggressione con "numerosi feriti" e almeno un morto accaduta nella città di Turku. I fatti sono accaduti in Puutori-Market Square. In un primo momento la vittima sembra fosse lo stesso attentatore, ma i media finlandesi alle 16.05 riferiscono che l'uomo armato di coltello è stato visto a terra, vivo e con le manette ai polsi. La polizia lo avrebbe immobilizzato dopo averlo colpito alle gambe a colpi di pistola. La vittima serebbe invece uno dei passanti aggrediti. Ma si attendono le conferme ufficiali.

L'attentatore non sarebbe stato da solo, ma in compagnia di 2 complici ora ricercati. La polizia finlandese, via Twitter, ha confermato che "diverse persone sono state pugnalate nel centro di Turku" e ha chiesto alle persone di "non girare per le vie del centro della città". Alle 16.24 le prime immagini che arrivano da Turku mostrano un corpo a terra ricoperto da un telo bianco. Alle 16.26 arrivano le testimonianze di chi avrebbe sentito l'attentatore gridare "Allah akbar". Clicca qui per il video della fuga dei passanti e le grida dell'attentatore. Alle 16.30 "The Sun" riferisce di almeno 8 feriti (tra i quali 5 donne e un uomo), tutti pugnalati. Tra loro anche una donna aggredita dal terrorista mentre spingeva una carrozzina con un bambino.

Alle 16.31 fonti ufficiose finlandesi parlano della possibilità che possa non essere stata l'azione isolata di un solo terrorista. Testimoni avrebbero infatti parlato di un gruppo formato da 3 persone.

Mondo
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Come nel film con Leonardo DiCaprio, un indiano di 48 anni indossava una divisa da pilota per sfruttare le agevolazioni aeroportuali riservate ai piloti e viaggiare gratis
Dallo striptease alla metanfetamina
Dallo striptease alla metanfetamina
Un’ex spogliarellista australiana , che non passava inosservata, nascondeva dosi di droga nella sua biancheria intima: è accusata di aver fatto almeno 13 viaggi, intascando ogni volta 100mila dollari
Hong Kong, l’ultimo scontro
Hong Kong, l’ultimo scontro
Da due giorni, centinaia di manifestanti sono asserragliati all’interno di un’università: l’edificio è circondato dalla polizia, che impedisce a chiunque di entrare e uscire. Gli scontri si fanno sempre più violenti
UK: pedofilo condannato solo a due anni perché malato
UK: pedofilo condannato solo a due anni perché malato
Infuria la polemica: sull’iPad di John Connell, un anziano pedofilo schedato, la polizia ha trovato 8.000 immagini pedopornografiche. Ma il giudice ha mitigato la condanna perché l’uomo è gravemente malato di cuore
Il sesto bambino ucciso a Rio da proiettili vaganti
Il sesto bambino ucciso a Rio da proiettili vaganti
Ketellen Umbelino de Oliveira Gomes, 5 anni, è stata colpita sulla bici della mamma, mentre andava a scuola. La polizia ha arrestato un narcotrafficante che era ricercato per altri due omicidi
Scoperto un giro di pedofilia nelle scuole afghane
Scoperto un giro di pedofilia nelle scuole afghane
Secondo l’organizzazione umanitaria che ha denunciato il caso, il traffico potrebbe essere responsabile di abusi si più di 500 ragazzi. Ma per evitare il disonore le vittime tacciono, e i responsabili non vengono nemmeno accusati
Io ero Mia
Io ero Mia
La vicenda di una giovane americana di origini libanesi che per due anni è stata una stella del porno. Una scena hard girata con il hijab le è valsa la condanna a morte dei gruppi terroristici
Cina: 51 bimbi feriti nell’attacco ad una scuola materna
Cina: 51 bimbi feriti nell’attacco ad una scuola materna
Un uomo si è arrampicato sul tetto della scuola e spruzzato soda caustica su bambini e insegnanti. Fermato poco dopo, ha raccontato di averlo fatto in segno di protesta
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Senza una terra e privi di ogni diritto, vivono in Birmania, al confine con il Bangladesh, e secondo le Nazioni Uniti sono vittime di una vera pulizia etnica. Ora, il paese asiatico è stato citato a giudizio da 57 Stati diversi
Lo storico napoleonico diventato assassino
Lo storico napoleonico diventato assassino
Oleg Sokolov, 63 anni, celebre in tutto il mondo per i suoi studi napoleonici, ripescato nelle acque del fiume di San Pietroburgo mentre tentava di disfarsi del corpo smembrato della fidanzata 22enne