Anche Ringo Starr sarà “Sir”

| Il timido ed introverso ex batterista dei Beatles è stato finalmente incluso nella “Honours List” di fine anno

+ Miei preferiti
Di Germano Longo

Beati gli ultimi, dice un celebre detto che Richard Henry Starkey, al secolo Ringo Starr, deve aver fatto proprio da tempo. Quando picchiava i tamburi per i “Beatles” era celebre e amato come tutti gli altri, ma la sua popolarità non riesce a raggiungere mai quella dei suoi tre colleghi, tutti così avanti sul palco da meritarsi torme di ragazzine urlanti.

E perfino la Elisabetta, l’inflessibile sovrana, sembrava aver fatto due pesi e due misure: nel 1977 convoca Paul McCartney a palazzo e lo nomina “Sir”, massimo titolo di cavalierato possibile per un suddito. Li aveva già nominati “baronetti” ai tempi del loro successo, ma quando è ora di mettere mano all’elenco dei “Sir”, si scorda degli altri tre.

Adesso, a quarant’anni di distanza, perfino “Lilibeth”, come la chiamano i parenti più stretti, ha in mente di rimediare. Secondo il “Sun”, nella tradizionale “Honours List” stilata alla fine di ogni anno, comparirebbe finalmente anche il nome di Ringo Starr.

Sir? No, grazie

Sono tanti, gli artisti glorificati dal titolo di “Sir” per speciale concessione di Sua Maestà. Insieme a Paul McCartney, figurano Mick Jagger, Elton John, il pilota di F1 Lewis Hamilton, Peter Jackson, regista della trilogia del “Signore degli Anelli” e lo scrittore Salman Rushdie.

Non è così per Bono Vox degli U2, cavaliere dell’Ordine Britannico dal 2009 ma impossibilitato a ricevere il titolo di Sir per i natali irlandesi. Per contro, la storia racconta di almeno 277 rifiuti clamorosi protocollati da Downing Street, come quello del regista Alfred Hitchcock, di due pittori come Lucian Freud e Francis Bacon, lo scrittore Henry Moore, l’attore Trevor Howard e ancora Graham Greene, Roald Dahl, autore de “La fabbrica di cioccolato” e, più di recente, quello del compianto David Bowie.

Ringo, the drumman

Il batterista dei Beatles, anch’egli di Liverpool, come perfino le pietre sanno da tempo, nasce a Dingle, quartiere piuttosto male in arnese della zona operaia più umile. Malaticcio, entra ed esce dagli ospedali, ed è proprio nei lunghi mesi in sanatorio che si appassiona alla batteria che gli ha appena regalato il patrigno, per la gioia dei vicini.

Con le sue prime band incrocia più volte i neonati Beatles, che poco dopo gli propongono di sostituire Pete Best, il primo batterista, scarsamente considerato da Brian Epstein in vista del provino negli studi londinesi di Abbey Road.

Eppure, malgrado un inizio stentato, Ringo diventerà a tutti gli effetti la quarta anima dei Beatles, per cui scriverà due brani prestando la propria voce, modesta secondo i critici, ai cori della band.

Quando l’avventura dei “Fab Four” si chiude, Ringo alterna la musica a fotografia e cinema (compare in quattro pellicole, di cui una diretta). È proprio nel mondo del cinema che conosce Barbara Bach, la sua seconda moglie, sposata nel 1981.

Galleria fotografica
Anche Ringo Starr sarà “Sir” - immagine 1
Anche Ringo Starr sarà “Sir” - immagine 2
Anche Ringo Starr sarà “Sir” - immagine 3
Anche Ringo Starr sarà “Sir” - immagine 4
Mondo
Coppia aggredita da un cervo
Coppia aggredita da un cervo
È successo in Australia: lui è morto per le lesioni, lei è in gravi condizioni in ospedale. L’animale viveva libero nella loro tenuta
Colpo di Stato in Sudan
Colpo di Stato in Sudan
I militari hanno circondato il palazzo presidenziale: il presidente Omar al-Bashir si sarebbe dimesso: teme di finire sotto processo per genocidio. A guidare la protesta una donna misteriosa
L'Ecuador sfratta Assange
L
Via dall'ambasciata di Londra che lo ospita dal 2012 per evitare l'estradizione negli Usa. Il fondatore di WikiLeaks avrebbe pubblicato "false notizie" contro il presidente Moreno che "ora ha perso la pazienza"
Un speranza anche per Manuel
Un speranza anche per Manuel
Un clinico svizzero ha elaborato una tecnica per tentare si superare le lesioni midollari con la tecnica "Stimo". Alcuni pazienti hanno ripreso a camminare. Il caso del nuotatore azzurro sarà esaminato
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden
L’eroe di Christchurch
L’eroe di Christchurch
Si è lanciato contro l’attentatore, impedendogli di ripetere la strage che aveva appena compiuto nella prima moschea. Rifugiato afghano, racconta di aver agito d’impulso, sperando di salvare più persone possibili
Kalashnikov è diventato un drone
Kalashnikov è diventato un drone
L’azienda che porta il nome dell’inventore dell’AK-47 ha appena presentato un drone militare: può portare 3 kg di esplosivo a 130 km/h. Per gli esperti sono le prime avvisaglie della guerra tecnologica 3.0
Rom, apolidi e incontrollabili
Rom, apolidi e incontrollabili
Secondo il Cir, il nuovo decreto sicurezza allunga i tempi per ottenere la cittadinanza italiana sino a 4 anni. I Rom bloccati in un limbo
Manager Huawei fa causa al Canada
Manager Huawei fa causa al Canada
Gli Usa pronti a chiederne l'estradizione. La rabbia dei cinesi: "Grave incidente diplomatico". Meng Whanzou accusata di avere violato le sanzioni all'Iran