Kurdistan, anche italiani contro esercito turco

| I dirigenti Pkk cambiano nomi e toponomastica delle località sottili controllo militare Ypg. I turchi temono una contaminazione indipendentista anche nelle regioni oltre il confine. L'azione militare non si ferma. Miliziane italiane

+ Miei preferiti

Non si hanno ancora notizie certe su cosa sta abccadendo ai battaglioni internazionali Ypg dove sono arruolati numerosi milizioni italiani. Dalle zone attaccate dall'esercito turco escono poche e confuse notizie. Di certo, quello che ha scatenato l'offensiva di Erdogan è l'azione dei dirigenti del Pkk che stanno "kurdizzando", cambiando nomi e toponomastica le regioni curde ancora teoricamente sotto il controllo della Siria. Il timore dei turchi è semplice: la spinta autonomista sopita con la violenza potrebbe estendersi anche alle regioni sotto il dominio turche e sia chiaro un fatto. La Turchia non starà a guardare.

L’esercito turco ha confermato di aver lanciato una offensiva terrestre e aerea contro le milizie curde in Siria. Battezzata “Ramoscello d’ulivo” l’operazione, che è diretta principalmente contro le Unità di protezione del popolo curdo (Ypg), è cominciata alle 15 italiane. L’esercito ha precisato che l’operazione sarà effettuata “nel rispetto dell’integrità territoriale della Siria” e che si fonda sui diritti della Turchia secondo la legge internazionale. Nelle file delle formazioni Ypg, combattono decine di miliaziani internazionali, tedeschi , inglesi britannici anche nordamericani. E infina una quindicina di giovani italiani legati alle aree autonome anarchiche. Ora sono in pericolo e anche la Farnesina è allertata per monitorare la situazione. Nelle loro fila sonogià morti, nel corso dell'avanzata verso le roccaforti Isis, decine di soldati dei battaglioni internazionali ed altri invece per i bombardamenti arei turchi. La Russia ha immediatamente espresso preoccupazione lanciando un appello alla “moderazione”: “Mosca è preoccupata da queste notizie”, ha dichiarato il ministero degli Esteri in un comunicato. “Chiediamo alle parti in lotta di mostrare moderazione”, ha sottolineato. I militari russi hanno intanto lasciato la zona di Afrin, nel Nord della Siria, dove l’esercito turco ha lanciato l’offensiva. Lo ha annunciato il ministero della Difesa russo.“Per impedire eventuali provocazioni ed escludere minacce alla incolumità dei militari russi”, le truppe dispiegate nella zona di Afrin “sono state ritirate” verso la zona di de-escalation di Tall Rifaat, ha precisato il ministero in un comunicato.

Mondo
Gli ebrei protestano per il segno del naso
Gli ebrei protestano per il segno del naso
Il “naso ebreo”, una diceria che si trascina da secoli, è entrata nel linguaggio dei segni di un dizionario online diffuso in Belgio, ma la comunità ebrea ha chiesto di rimuoverlo
Incidente nel laboratorio dei virus mortali
Incidente nel laboratorio dei virus mortali
A Vektor, in Siberia, un incendio sarebbe scoppiato in un’ala di uno dei soli due centri di ricerca dove si custodiscono i virus più letali della storia
Il massacro che ha sconvolto le Fiji
Il massacro che ha sconvolto le Fiji
Un uomo neozelandese è accusato di stregoneria: insieme alla moglie, durante un rituale esoterico avrebbe ucciso la famiglia della figlia
Carrie Lam, la solitudine della numero uno
Carrie Lam, la solitudine della numero uno
Le lamentele e la tensione della chief executive di Hong Kong registrate in un audio diffuso dai media. Mentre cresce il malumore di Pechino
Australia: due fantine morte in due giorni
Australia: due fantine morte in due giorni
Melanie Tyndall travolta in gara dal cavallo di un avversario: due giorni prima Mikaela Claridge è stata disarcionata e non si è più rialzata
La battaglia di Saba Kord Afshari
La battaglia di Saba Kord Afshari
La giovane attivista iraniana condannata a 25 anni di carcere per essersi tolta il velo durante le manifestazioni di protesta del “Mercoledì bianco”. Al suo fianco intellettuali e organizzazioni umanitare
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
È crollata per un attacco cardiaco mentre faceva jogging: secondo i media era sotto pressione da tempo
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
L’attentatore di Christchurch lasciato libero di pubblicare un nuovo documento suprematista su un sito web: sotto accusa i dirigenti del carcere
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
La quindicenne londinese ritrovata senza vita nella giungla della Malaysia sarebbe morta di stenti. Al momento non c’è alcuna traccia di violenza
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Una giovane australiana non ha retto alla depressione in cui era piombata dopo anni di soprusi e prese in giro