Asia e Sudamerica stop Boeing Max

| Il titolo crolla in borsa e nel mondo si diffonde la paura che possano ripetersi le tragedie di Indonesia ed Etiopia. Boeing pronta a rinnovare i software sotto accusa. Negli Usa e nelle Fiji nessuno stop: "Aspettiamo relazioni"

+ Miei preferiti

Il verdetto di Wall Street è stato spietato: le azioni Boeing crollano come avvenne nel 2001, dopo le Torri Gemelle, mentre 22 compagnie aeree tengono a terra i Max, in tutte le versioni, in attesa di un verdetto tecnico sul pericolo costituito dal mal funzionamento dei software di bordo. Intanto, prima tra tante, la compagnia aerea nazionale delle Fiji ha detto invece di avere "piena fiducia" nell'aeronavigabilità della sua flotta e di essere in "stretto contatto con il Boeing" dopo l'incidente di domenica in Etiopia. "I nostri piloti e il personale di cabina del Boeing 737 ricevono un ampio addestramento a terra e al simulatore, oltre all'addestramento obbligatorio per il MAX 8 da parte del costruttore. Le Fiji Airways sono e rimarranno pienamente conformi alla direttiva di aeronavigabilità della FAA. Continuiamo a garantire che il nostro programma di manutenzione e addestramento per piloti e ingegneri soddisfi i più elevati standard di sicurezza. La sicurezza dei nostri passeggeri e del nostro equipaggio è e sarà sempre la nostra priorità numero uno".

Ma il senatore statunitense Richard Blumenthal ha invitato le autorità americane a mettere a terra tutti i 737 MAX 8 "fino a quando la FAA (Federal Aviation Administration) bob potranno  assicurare ai viaggiatori americani che questi aerei sono sicuri. L’incidente del volo 302 dell'Ethiopian Airlines è stata la seconda tragedia devastante e allarmante che ha coinvolto i nuovi 737 MAX 8 della Boeing in meno di cinque mesi. Questi due incidenti catastrofici mettono seriamente in discussione la sicurezza di questi aerei", ha detto Blumenthal in un comunicato. "La FAA e l'industria aerea devono agire rapidamente e con decisione per proteggere i viaggiatori, i piloti e gli assistenti di volo americani. Questi aerei devono essere messi a terra immediatamente, e le compagnie aeree dovrebbero lavorare rapidamente per ridurre al minimo le interruzioni e accogliere i clienti il cui viaggio è influenzato. La FAA ha rifiutato a terra i getti negli Stati Uniti, dicendo che gli investigatori non hanno ancora determinato se l'edizione con il jet di Ethiopian Airlines è correlata all'edizione che ha portato giù lo stesso tipo di aereo operato da Lion Air in Indonesia l'anno scorso.

"Questa indagine è appena iniziata e ad oggi non ci sono stati forniti dati per trarre conclusioni o intraprendere azioni", ha detto la FAA che ritiene però necessario rendere obbligatorio l'aggiornamento del software Boeing per la flotta 737 MAX entro il mese prossimo, in risposta all’incidente Lion Air, Indonesia (189 morti) dell’autunno scorso.”Dopo il tragico volo Lion Air Flight 610, Boeing sta sviluppando un potenziamento del software di controllo di volo per il 737 MAX, progettato per rendere un aereo già sicuro ancora più sicuro", ha detto Boeing, in stretto contatto a stretto contatto con la Federal Aviation Administration (FAA) per lo sviluppo, la pianificazione e la certificazione del miglioramento del software, e nelle prossime settimane sarà distribuito sulla flotta del 737 MAX”. Boeing ha inviato un team tecnico sul luogo dell'incidente per fornire assistenza agli investigatori.

Intanto L'autorità aeronautica di Singapore ha deciso di sospendere "tutte le varianti del Boeing 737 MAX in entrata e in uscita da Singapore”. La sospensione inizierà oggi sino a data non precisata. Il movimento interesserà SilkAir, un elemento strategico della rete regionale nella città-stato, poi China Southern Airlines, Garuda Indonesia, Shandong Airlines e Thai Lion Air.

La decisione arriva quando anche Aerolíneas Argentinas ha annunciato che stava mettendo a terra i suoi cinque aerei Boeing 737 MAX 8, decisione "presa dopo le relazioni tecniche" a seguito dell'incidente di Ethiopian Airlines.

 

Mondo
L’inferno di Beirut
L’inferno di Beirut
L’esplosione di un deposito di nitrato di ammonio scuote la capitale libanese: centinaia di morti e feriti. Il presidente un’inchiesta immediata, mentre Trump lancia il sospetto di un attentato. Solidarietà e aiuti da tutto il mondo
Beirut: la «bomba galleggiante»
che faceva paura
Beirut: la «bomba galleggiante»<br>che faceva paura
Il carico di nitrato di ammonio sequestrato ad un cargo russo era stato più volte segnalato, ma ignorato dalla burocrazia
Il ritorno delle teorie cospirazioniste,
dal Pizzagate a QAnon
Il ritorno delle teorie cospirazioniste,<br>dal Pizzagate a QAnon
La prima circola da tempo in America, e vorrebbe politici come Hillary Clinton coinvolti in un traffico di esseri umani che ha base in una pizzeria. La seconda è una dottrina di estrema destra che inneggia al potere del “deep state”
India, la doppia vita del medico serial killer
India, la doppia vita del medico serial killer
Un medico ayurvedico indiano travolto dai debiti, entra nel giro del traffico d’organi e individua nei giovani tassisti i corpi migliori da svuotare. Ha confessato oltre 50 omicidi
Kim Yong un:
«Mai più guerre grazie all’atomica»
Kim Yong un:<br>«Mai più guerre grazie all’atomica»
Il leader nordcoreano convinto di aver messo il suo Paese al riparo da intromissioni straniere grazie al massiccio armamento balistico nucleare. Timide aperture verso un nuovo summit con Trump
USA-Cina, la nuova guerra fredda
USA-Cina, la nuova guerra fredda
Ai rapporti diplomatici vicini ai minimi storici, si aggiungono provocazioni come le rispettive chiusure di due consolati, uno in America e l’altro in Cina. Timori per un nuovo conflitto
El Chapo spera nell’appello
El Chapo spera nell’appello
Il team legale che difende l’ex capo del cartello di Sinaloa mostra ottimismo: “Potrebbe uscire di galera”. Ma la replica della giustizia americana non lascia molte speranze: “Ci sono montagne di prove che lo incastrano per sempre”
Australia: stuprato dal branco a 5 anni
Australia: stuprato dal branco a 5 anni
Quattro ragazzini con meno di 13 avrebbero violentato un bambino sulla spiaggia di Napranum, nel Queensland, non distante da una comunità aborigena. Non è il primo episodio, e la tensione sale
Suicida una giovane triatleta sudcoreana
Suicida una giovane triatleta sudcoreana
Choi Suk-hyeon era vittima di abusi da anni: la picchiavano e la umiliavano fin quando non ha retto più. Il compitato olimpico nega, ma il caso finirà per avere conseguenze molto pesanti
Australia, lockdown per 300mila persone
Australia, lockdown per 300mila persone
Alcune zone periferiche di Melbourne tornano sotto il blocco per arginare la comparsa di 73 nuovi casi che fanno tenere l’inizio di una seconda ondata