ATTENTATO MANCHESTER 22 MORTI

| ORE 22,30. Verifiche della Farnesina. Kamikaze Isis si fa esplodere nel palazzetto dello Sport dove era appena finito il concerto di Ariana Grande. Vittime adolescenti e bambine, 65 feriti molti gravissimi

+ Miei preferiti
At least nineteen concert-goers were killed last night and 50 injured in what was being treated as a terror attack when an explosion hit the Manchester Arena at the end of a pop show. Witnesses described hearing a huge bang shortly after 10.30pm at the entrance to the Arena as thousands of people made their way out of a concert by the American singer Ariana Grande.

Police were last night reportedly looking into the possibility a suicide bomber had carried out deadly attack, but there was no official confirmation. (The Telegraph)-
Nel frattempo il kamikaze è stato identificato dall'antiterrorismo.
E' un cittadino britannico radicalizzato da tempo. Le vittime sono ragazzine. La deflagrazione è avvenuta nel foyer, non lontano dalla biglietteria alle 22.30. Finito il concerto, la gente stava iniziando a lasciare l'Arena, tra le più grandi in Europa, che ha una capienza di circa 20 mila persone. E ieri sera, per Ariana Grande, era affollata di giovanissimi. Una sola esplosione, forttissima. Forse l'ordigno era stato riempito di chiodi e bulloni. In fuga disperata centinaia di persone che si sono dirette verso le uscite di sicurezza, per fortuna aperte. Gli attentatori avevano previsto ulteriori vittime a causa del panico nella fase dell'evacuazione. La folla si è subito riversata nelle strade adiacenti alla Manchester Arena. "Ariana aveva appena finito di cantare e stava lasciando il palco - ha raccontato un testimone alla Cnn - Mi sono guardando intorno perché ho sentito un boato, e poi tanta gente che urlava e piangeva e si riversava verso l'uscita, per allontanarsi dall'arena". Tw di Ariana Grande: "Sono sconvolta, immensamente dispiaciuta, vicino ai familiari e agli amici delle vittime". 
Cosa vuole Isis.
Vuole indurci ad avere paura, non solo ad uscire di casa ma di temere per il nostro modello di vita. Lo fa con le decapitazioni, con gli attentati in Siria e Iraq dove da noi hanno scarsa eco ma che costano decine di morti; vuole creare un un danno alle nostre economie, paralizzando le comunicazioni, cercando di indurre molti a rinunciare a viaggiare; vuole farci credere che questa è guerra vera. Ma non lo è. E' terrorismo; Isis vuole spingerci nel ventre stesso dell'odio, nella matrice alfa; vuole farci odiare i musulmani che vivono nei nostri Paesi, vuole convincerci che ogni musulmano che vive pacificamente con noi è un nemico; vuole spingerci a colpire e isolare le comunità religiose per creare una sempre più vasta ondata di odio. Mentre il Califfato sta perdendo Mosul, Raqqa, mentre sta arretrando ovunque abbia stabilito un presidio militare, vuole portarci la guerra in casa. Vuole spingerci a creare uno stato di attenzione permanente, uno Stato di polizia, creare le condizioni per nuovi massicci investimenti nella sicurezza, sapendo che le casse europee sono ancora stremate dalla crisi.
All'Occidente, a noi,  non resta che resistere e reagire. L'esempio della Francia e del Belgio e prima ancora del Regno Unito nel 2006, ai tempi dell'attacco nella metro non hanno insegnato niente agli strateghi del terrore. Riceveranno la solita lezione. L'Isis non fermerà l'Occidente. Anzi il contrario. Rafforza la stessa idea di Europa nazione unita, ci aiuta a superare le divisioni e i contrasti. Oggi vicini all'Inghilterra della May e della Brexit


Mondo
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
È crollata per un attacco cardiaco mentre faceva jogging: secondo i media era sotto pressione da tempo
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
L’attentatore di Christchurch lasciato libero di pubblicare un nuovo documento suprematista su un sito web: sotto accusa i dirigenti del carcere
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
La quindicenne londinese ritrovata senza vita nella giungla della Malaysia sarebbe morta di stenti. Al momento non c’è alcuna traccia di violenza
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Una giovane australiana non ha retto alla depressione in cui era piombata dopo anni di soprusi e prese in giro
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Secondo la compagnia low-cost della Lufthansa, le 150 persone vittime nello schianto voluto dal copilota Andreas Lubitz non avrebbero avuto la sensazione di morire. Ma le scatole nere raccontano il contrario
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Si tratta di oltre 20 panetti, e secondo la polizia facevano parte di un carico disperso dai trafficanti un anno fa. In crescita nella zona del Pacifico il consumo di cocaina
La foto segnaletica che fa ridere
La foto segnaletica che fa ridere
Visti i tanti commenti cattivi, la polizia del Galles ha avvertito che accanirsi contro qualcuno attraverso i social può avere pesanti ripercussioni
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
I medici legali sono rimasti senza parole: nel corpicino di Sapphire era presente una percentuale di alcol letale
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Uno dei cavi che assicura le 30 cabine del “Sea to Sky Gondola”, è stato manomesso: la scoperta mentre l’impianto era fermo
Ai puma non piacciono i Metallica
Ai puma non piacciono i Metallica
Una giovane canadese ha raccontato di aver messo in fuga un grosso felino selvatico che la seguiva nei boschi alzando il volume al massimo durante un brano scatenato della band heavy metal