Australia, il mistero della gamba umana sulla spiaggia

| Quasi certamente si tratta dei resti di una vittima degli squali. A complicare l’identificazione la lunga permanenza in acqua e le correnti che potrebbero aver spinto l’arto per centinaia di km

+ Miei preferiti
È una scena da film dell’orrore, quella che si è trovato davanti un runner che di buon mattino si stava allenando sulla spiaggia di Myleston, nel New South Wales, in Australia. Sul bagnasciuga, l’uomo ha visto e riconosciuto “una gamba umana che indossava una muta nera”. L’allarme è scattato immediatamente e la polizia ha isolato la zona alla ricerca di altri indizi che possano portare a identificare la povera vittima. Dal poco che trapela si tratterebbe di un uomo, un surfista, un nuotatore o un sub attaccato e ucciso da uno dei tanti squali che infestano le acque della zona, anche se i casi di attacco verso esseri umani registrati sono molto rari. A complicare la ricostruzione dell’accaduto due dettagli: l’arto sarebbe rimasto in acqua per parecchio tempo e potrebbe aver viaggiato sull’oceano per centinaia di chilometri prima di finire sulla spiaggia di Myleston.

La scientifica forense sta analizzando i resti nella speranza di ottenere quante più informazioni possibili sull’identità dell’uomo, compresa la data approssimativa della morte e se possibile il luogo da dove l’uomo era partito. Risposte per nulla semplici, a cui servirà Si lavora anche attraverso un controllo incrociato delle denunce di scomparsa.

Il caso ha messo in allarme tutte le spiagge della zona: l’ultimo attacco mortale risale a più di 80 anni fa, quando un enorme esemplare di squalo bianco uccise un bagnante a pochi metri dalla riva.

Galleria fotografica
Australia, il mistero della gamba umana sulla spiaggia - immagine 1
Mondo
Strage in una scuola in Russia
Strage in una scuola in Russia
Scene simili a quelle americane a Kazan, una città a 1000 km da Mosca: un 19enne ha ucciso 9 persone prima di essere fermato. Putin invoca una maggior stretta sulle armi
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Colpevole di estremismo, Olga Misik dovrà scontare 2 anni 9 mesi di arresti domiciliari. Insieme a lei condannati altri due giovani per vandalismo
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Questa la versione dell’agenzia spaziale di Pechino, accusata di aver realizzato un booster destinato a tornare sulla Terra senza controllo
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
I detriti del Long March 5B dovrebbero rientrare nel giro delle prossime ore, ma nessuno sa con precisione dove e quando. I cinesi minimizzano, tutti gli altri sono preoccupati
Indonesia, lo scandalo dei tamponi utilizzati più volte
Indonesia, lo scandalo dei tamponi utilizzati più volte
Cinque dipendenti di un colosso farmaceutico che vendevano test in aeroporto, per mesi avrebbero pulito e riconfezionato tamponi nasali e antigenici
Sgominata la più grande piattaforma di pedofilia del mondo
Sgominata la più grande piattaforma di pedofilia del mondo
Agiva sul Darkweb e poteva contare su oltre 400mila iscritti in tutto il mondo. Da 3 anni era tenuta sotto controllo dalla polizia tedesca
Il megaconcerto di Wuhan
Il megaconcerto di Wuhan
La città da cui si è diffuso il virus ha ospitato una due giorni di musica che ha attirato 11mila persone, tutte senza mascherine distanziamento
Maradona: il rapporto della commissione medica
Maradona: il rapporto della commissione medica
Gravi carenze nell’assistenza, leggerezza di fronte ai sintomi dell’aggravamento. Le analisi hanno accertato che il grande campione è morto dopo 12 ore di agonia
Russia: Navalnj appare in video
Russia: Navalnj appare in video
Un breve collegamento video in cui è apparso scheletrico, ma ancora combattivo: dopo aver salutato la moglie ha attaccato ancora una volta Putin
India, si bruciano cadaveri giorno e notte
India, si bruciano cadaveri giorno e notte
I forni crematori traboccano, e non c’è neanche il tempo di costruire nuove pire. Mentre arrivano i primi aiuti internazionali, il paese è ginocchio, travolto dal virus che sta colpendo le fasce più giovani della popolazione