Australia, le strane perquisizioni corporali della polizia

| Più di 100 fra bambine e ragazze obbligate a spogliarsi totalmente davanti agli agenti. Il rapporto di un’organizzazione getta ombre scure sull’operato degli agenti del Nuovo Galles

+ Miei preferiti
Il rapporto stilato dall’organizzazione giuridica “Redfern Legal Center” è diventato un caso che ha gettato nello sconcerto in tutta l’Australia. Secondi i dati, filtrati attraverso i rapporti ufficiali, tra il 2016 ed il 2019 ben 122 fra bambine e ragazze di età compresa tra i 12 e i 17 anni sono state obbligate a spogliarsi per perquisizioni volute dalla polizia del Nuovo Galles. Numeri che diventano ancora più imbarazzanti se si tolgono i limiti di età, dimostrando che lo stesso trattamento è stato riservato quasi 4.000 donne e ragazze di ogni età, ufficialmente perquisite alla ricerca di sostanze stupefacenti.

Un caso che si è trasformato in un macigno sull’operato della polizia, per legge autorizzata ad effettuare perquisizioni corporali che necessitano di togliere i vestiti agli adulti solo quando è ritenuto strettamente necessario. Gli agenti hanno la facoltà di richiedere a bambini di età compresa tra 10 e 18 anni di togliersi i vestiti solo se in presenza di un genitore o un tutore.

David Elliott, ministro dell’interno del Nuovo Galles, tentando di smorzare l’inevitabile ondata di polemiche contro la polizia che infuria da settimane, ha affermato che “Purtroppo ci sono stati casi di bambini di 10 anni sospettati di attività terroristiche”. Ma Samantha Lee, a capo della commissione d’indagine interna della polizia, lo ha subito smentito, affermando che dai verbali della maggior parte dei casi, le prove e i sospetti erano del tutto insufficienti per arrivare a tanto: “La legge dovrebbe essere cambiata per proibire la perquisizione corporale sui bambini senza un preciso ordine del tribunale. Al momento, capita che ragazzine di 12 o 13 anni siano portate dalla polizia in uno strano posto dove qualcuno ordina loro di togliersi i vestiti”.

Il ministro Elliot ha replicato a sua volta, dicendo che un terzo delle persone perquisite è risultato colpevole di aver commesso un reato: “Se un figlio facesse parte di quel 34%, penso che chiunque sarebbe contento di sapere che la polizia l’ha scoperto e quindi salvato”.

Ma ben prima che le statistiche fossero pubblicate, sulla polizia del Nuovo Galles circolavano aspre critiche su metodi d’indagine non sempre ortodossi. Vicki Sentas, docente di diritto all’Università del New South Wales, è convinta che l’obbligo di far spogliare giovani donne non sia solo umiliante, ma anche illegale. Qualche mese fa, la “Law Enforcement Conduct Commission” ha aperto un’inchiesta dopo la denuncia di una 16enne fermata e obbligata a denudarsi dalla polizia durante un festival musicale. Nell’udienza in tribunale, la giovane ha raccontato di essere stata obbligata a spogliarsi totalmente e di accovacciarsi di fronte ad un agente di polizia: “Non potevo credere che questo stesse accadendo davvero: non riuscivo a smettere di piangere”.

Mondo
Le promesse ambientali del G7
Le promesse ambientali del G7
I leader mondiali hanno concordato sull’urgenza di agire per salvare il pianeta. Ma senza fatti concreti: a quattro mesi dal COP 26 mancano ancora date e strategie
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
Un’inchiesta top secret svelata dai media avrebbe individuato 150 dipendenti della compagnia aerea australiana appartenenti a gang di bikers attive nel traffico di stupefacenti
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Si tratta per lo più di aborigeni, e alcuni avevano pochi anni. La macabra scoperta è arrivata dopo anni di indagini e segnalazioni. Per il premier Trudeau è “una pagina sconcertante nella storia del nostro Paese”
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Saki Sudo, 22 anni, ha ucciso il miliardario 77enne Kosuke Nozaki somministrandogli massicce dosi di droghe stimolanti. La polizia l’ha arrestata dopo anni di indagini
Riappare la principessa Latifa
Riappare la principessa Latifa
La figlia dello sceicco di Dubai, per cui si sono mosse anche le Nazioni Uniti, è comparsa all’improvviso in un paio di foto postate su Instagram. E' la prova che sia ancora in vita, ma non dice nulla sulle sue condizioni
La moglie manesca dell’ambasciatore
La moglie manesca dell’ambasciatore
Xiang Xueqiu, consorte dell’ambasciatore del Belgio in Corea del Sud, ha chiesto l’immunità diplomatica prima di essere accusata di aggressione dalla commessa di un negozio di abbigliamento
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Colpevole di estremismo, Olga Misik dovrà scontare 2 anni 9 mesi di arresti domiciliari. Insieme a lei condannati altri due giovani per vandalismo
Strage in una scuola in Russia
Strage in una scuola in Russia
Scene simili a quelle americane a Kazan, una città a 1000 km da Mosca: un 19enne ha ucciso 9 persone prima di essere fermato. Putin invoca una maggior stretta sulle armi
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Questa la versione dell’agenzia spaziale di Pechino, accusata di aver realizzato un booster destinato a tornare sulla Terra senza controllo
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
I detriti del Long March 5B dovrebbero rientrare nel giro delle prossime ore, ma nessuno sa con precisione dove e quando. I cinesi minimizzano, tutti gli altri sono preoccupati