Baghdad, autobomba 13 morti Isis rivendica

| Nuovi arresti a Manchester. Iraq: ancora vittime tra i civili, da gennaio oltre 700 morti per gli attentati suicidi in Iraq. Un filo rosso che lega Medio Oriente e Occidente

+ Miei preferiti
Gli attentati in Iraq, Pakistan, Afghanistan, in Occidente, non fanno notizia. Non destano particolari emozioni. Nessuno mette sul profilo fb una bandiera irachena o afgana. Eppure le vittime sono migliaia, tra questi donne, bambini, anziani. Vale la pena ricordarlo, dopo il lutto di Manchester, il più recente. Ma il sangue dei musulmani ad opera dell'Isis ha un identico significato umano e politico, lo strsso dolore e la stessa rabbia. Poche ore fa un'autobomba parcheggiata  fatta esplodere con un telecomando (la fase due dopo gli attacchi suicidi)  ha fatto strtage davanti a una gelateria di Baghdad: 13 morti e 30 feriti L'Isis ha rivendicato l'attacco. Il Ramadan, mese sacro, non ha fertmato gli assassini del Califfato, quasi piegato dall'attacco congiunto della Coalizione, dell'allenaza Siro-Russa, dei Peshmerga kurdi,  e delle milizie sciite irachene filo-iraniane che stanno per chiudere in una morsa  Raqqa, una delle ultime basi del Califfato nel nord della Siria. Mosul sta per essere liberata, questione di ore. La sconfitta dell'Isis è fonte di ulteriore pericolo per i civili. Gli attentati in Occidente e in Iraq sono la risposta di un movimento in agonia.
Manchester, nuovi arresti e un video
Intanto salgono a 14 gli arresti a Manchester per l'attentato all'Arena di Manchester. Salman Abedi, il kamikaze suici era stato segnalato all'M15, il servizio segreto brittanico, tre volte in pochi mesi, da insegnanti del College, vicini di casa e persino dei familiari. Non nascondeva l'ide adi volere morire da martire e recitava ad alta voce il Corano in strada, sotto lo sguardo incuriosito dei vicini. Un processo di radicalizzazione tutt'altro che nascosto. La famiglia, padre e fratello minore, sono stati arrestati in Libia, dove era in corso la preparazione  di un attentato ai danni di un inviato dell'Onu. L'assassino era stato filmato in un market mentre acquistava dolci e patatine, vestito come poi è stato ripreso, poco prima dell'esplosione, all'interno dell'Arena. 
Mondo
Weinstein positivo al coronavirus
Weinstein positivo al coronavirus
L’ex produttore condannato per reati sessuali sarebbe in isolamento nel piccolo carcere di Alden
India, impiccati i killer di Nirbhaya
India, impiccati i killer di Nirbhaya
Quattro balordi che nel dicembre del 2012 hanno violentato, torturato e ucciso una studentessa, sono saliti sul patibolo. La vicenda di Nirbhaya ha contribuito a inasprire le pene contro la piaga dello stupro
Corea del Nord, dove il coronavirus non arriva
Corea del Nord, dove il coronavirus non arriva
Una probabilità ritenuta non credibile, ma che Pyongyang continua ad affermare con ostinatezza. A dimostrare il contrario la scelta di costruire un nuovo ospedale in tempi brevissimi
Giappone, il killer dei disabili condannato a morte
Giappone, il killer dei disabili condannato a morte
Il 26 luglio 2016, l’ex infermiere Satoshi Uematsu ha ucciso nel sonno 19 disabili ospiti di un centro di assistenza. Quattro anni dopo, il tribunale di Yokohama l’ha condannato all’impiccagione
La sfida della Birmania
La sfida della Birmania
L’Union Solidarity and Development Party contro la National League for Democracy, come dire i militari contro Aung San Suu Kyi: il futuro di uno dei più poveri stati al mondo è in gioco tra schermaglie e minacce dei due schieramenti
Danneggia un Moai dell’Isola di Pasqua con un pick-up
Danneggia un Moai dell’Isola di Pasqua con un pick-up
Un cileno, arrestato dalla polizia, si è schiantato su uno dei preziosi e antichissimi busti di Rapa Nui. Da tempo, le autorità chiedevano norme e regole stradali più strette
Domati tutti gli incendi in Australia
Domati tutti gli incendi in Australia
Dopo oltre 240 giorni, il New South Wales australiano è finalmente libero dai devastanti roghi che hanno messo il Paese in ginocchio
Il prezzo del coronavirus in Cina
Il prezzo del coronavirus in Cina
Le ambizioni e i programmi economici si stanno sgretolando davanti alla censura che fin dall’inizio ha dominato la vicenda del virus. L’opinione pubblica cinese è sempre più scontenta, amareggiata e arrabbiata
Il giallo della lettera delle infermiere di Wuhan
Il giallo della lettera delle infermiere di Wuhan
Pubblicata sul sito di una rivista scientifica, è scomparsa ad un giorno di distanza dalla comparsa. Racconta le difficoltà in cui vivono medici e infermieri in servizio a Wuhan, e smascherano l’ottimismo di Pechino
Ucraina, esplode la protesta contro gli sfollati dalla Cina
Ucraina, esplode la protesta contro gli sfollati dalla Cina
Convinti del pericolo da fake news che circolano in rete, decine di manifestanti hanno attaccato gli autobus che trasportavano ucraini e stranieri rientrati da Wuhan. A nulla sono serviti gli appelli e le rassicurazioni delle autorità