Belmont, la smart city di Bill Gates

| Il filantropico milionario americano ha appena acquistato un territorio desertico in Arizona. L'idea? Costruire dal nulla una città perfetta

+ Miei preferiti
Perché dannarsi l'anima cercando di risolvere il problema del traffico nelle grandi città? La soluzione c'è: basta comprarsi un bel pezzo di terra incolta e costruire una nuova metropoli dal nulla, creata fin dall'inizio per non prevedere mezzi di locomozione che non siano eco-rispettosi. È esattamente quel che ha in mente di fare Bill Gates, fondatore del colosso Microsoft e secondo le classifiche di Forbes e Bloomberg, uno degli uomini più ricchi del mondo, con un patrimonio personale di 89,1 milioni di dollari. Bill, che non ha mai nascosto un'indole da filantropo, sembra che abbia staccato un assegno da 80 milioni di dollari per assicurarsi diecimila ettari di deserto a circa 45 km da Phoenix, in Arizona.

Proprio in quell'area, al momento inospitale, sorgerà "Belmont", la sua città: l'avamposto di smart city del futuro in piena regola, tecnologicamente avanzatissima e aperta soltanto al traffico di veicoli elettrici o comunque a zero emissioni. Il progetto iniziale prevede la realizzazione di 80mila appartamenti di varie metrature, con 1.500 ettari riservati a uffici e spazi commerciali, più 200 circa per scuole ed uffici pubblici. Il tutto per accogliere come si deve 160mila abitanti.

Ma guai a pensare ad un mondo a sé, chiuso a doppia mandata con il resto del pianeta: un'autostrada, la Interstate 11, già prevista, collegherà comodamente Belmont con Las Vegas.

Mondo
White Island, ricerche ancora ferme
White Island, ricerche ancora ferme
I parenti delle vittime e la popolazione locale accusa la polizia di troppa prudenza: l’isola è stata sorvolata da un drone, ma le operazioni di recupero sono ferme fino a data da destinarsi
Vulcano Whakaari: è una strage
Vulcano Whakaari: è una strage
Non ci sono più speranze di ritrovare ancora in vita gli otto dispersi, quasi tutti turisti in visita sull’isola neozelandese. Cinque le vittime accertate, più diversi feriti ricoverati in gravi condizioni. Le loro storie
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
La folle teoria di un giovane regista indiano, autore di un post su Facebook in cui giustifica le violenze invitando le donne ad accettarle e ad attrezzarsi di conseguenza. Ha rimediato una valanga di insulti e minacce da tutto il mondo
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
È successo in India, dove Abhijit e Srilakshmi volevano sposarsi ma la differenza di casta ha fatto scattare il divieto delle famiglie. Dopo essere scomparsi per settimane, i corpi dei due giovani sono stati ritrovati in un bosco
Un badge per i giorni del ciclo
Un badge per i giorni del ciclo
È bufera su una catena di grandi magazzini giapponesi, che ha chiesto alle proprie commesse di indossare un badge nei giorni del ciclo mestruale. Un’idea che voleva avere finalità sociali, ma che si è trasformata in un caso internazionale
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Pinkie, una giovane thailandese, si è gettata dal balcone di casa dopo l’ennesimo litigio con la madre. Era reduce da una devastante violenza sessuale di gruppo
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Dopo lunghi mesi di studi, è arrivata la conferma: impossibile recuperare i corpi di Daniele Nardi e Tom Ballard, morti sull’8000 himalayano 8 mesi fa
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Come nel film con Leonardo DiCaprio, un indiano di 48 anni indossava una divisa da pilota per sfruttare le agevolazioni aeroportuali riservate ai piloti e viaggiare gratis
Dallo striptease alla metanfetamina
Dallo striptease alla metanfetamina
Un’ex spogliarellista australiana , che non passava inosservata, nascondeva dosi di droga nella sua biancheria intima: è accusata di aver fatto almeno 13 viaggi, intascando ogni volta 100mila dollari
Hong Kong, l’ultimo scontro
Hong Kong, l’ultimo scontro
Da due giorni, centinaia di manifestanti sono asserragliati all’interno di un’università: l’edificio è circondato dalla polizia, che impedisce a chiunque di entrare e uscire. Gli scontri si fanno sempre più violenti