Canada: assolto per due stupri

| L’incredibile vicenda processuale del tribunale di Ottawa: la versione di un uomo accusato di stupro e violenza da due donne, è stata ritenuta dal giudice la più attendibile

+ Miei preferiti
Infuria la polemica in Canada per l’assoluzione di un uomo accusato di due stupri. La decisione del giudice, aspramente criticata dai media e dall’opinione pubblica, riguarda Paul Batchelor, 34 anni, alla sbarra per due accuse di violenza carnale ai danni di altrettante donne, le cui identità non sono state rivelate.

Il giudice Robert Beaudoin, dopo aver ascoltato attentamente le deposizioni dei testimoni, comprese le due donne, ha assolto l’uomo definendo “inaffidabili e imprecisi” i racconti delle presunte vittime, una delle due parecchio agitata. Secondo il magistrato, le due donne avevano espressamente richiesto all’imputato del “sesso violento”: i fatti risalgono a maggio e giugno del 2015.

Questo non significa comunque che Paul Batchelor l’abbia fatta franca: deve ancora affrontare altre tre accuse di stupro, i cui processi sono previsti per i primi mesi dell’anno prossimo.

Nella sentenza di assoluzione, si legge che Beaudoin ha riferito alla corte che non pensava ad un simile risvolto dei due rapporti, visto che entrambe le donne erano consenzienti “alquanto collaborative” e per nulla intimidite.

Fra le prime a criticare la decisione del tribunale è stata Julie Lalonde, sostenitrice dei diritti delle donne: “L’idea che agitarsi mentre si viene interrogati in un’aula di tribunale significa essere una persona ‘facile’ è un messaggio pericoloso da diffondere”.

Una delle vittime ha raccontato di aver incontrato Batchelor per un drink, per poi seguirlo nel suo appartamento, dove sarebbe stata stuprata analmente: ha urlato con tutto il fiato che aveva in gola e supplicato l’uomo di smettere, ma è stato inutile.

Il giudice ha obiettato per quale motivo, se la donna avesse realmente urlato, nessuno dei vicini avrebbe sentito e addirittura sarebbe intervenuto: “Curiosamente, nessuno sembra averla sentita piangere - ha commentato Beaudoin alla corte - è difficile pensare che avrei continuato la presunta aggressione sapendo che le urla potevano essere udite da qualcuno”.

Nell’altro caso, la denunciante ha detto di aver incontrato Batchelor in una sala dell’università e di averlo seguito nel suo appartamento, dove sarebbe stata costretta a subire sesso orale fin quando è riuscita a divincolarsi fuggendo prima che la situazione si aggravasse ulteriormente.

Il giudice ha dubitato del suo resoconto perché la cronologia degli eventi presentava una discrepanza di un’ora rispetto alla ricostruzione fatta dallo stesso Batchelor. Secondo la donna, il tentativo di stupro sarebbe durato non più di 10 minuti, mentre per l’imputato non meno di 40.

“Sono una grande sostenitrice di un sistema giuridico informato sui traumi – ha commentato Julie Lalonde - il che significa riconoscere che la violenza ha un impatto profondo sulla memoria. Il fatto che Batchelor avesse un’idea molto lineare e precisa di ciò che è successo è stato un pretesto per screditare la donna, quando in realtà dovrebbe essere usato esattamente per la finalità opposta”.

Mondo
La Cina ammette: i nostri vaccini sono poco efficaci
La Cina ammette: i nostri vaccini sono poco efficaci
In un insolito bagno di umiltà pubblica, il capo del centro per il controllo e la prevenzione delle malattie ha ammesso la scarsa efficacia della profilassi cinese rispetto agli altri vaccini
L’ONU in pressing sulle principesse scomparse
L’ONU in pressing sulle principesse scomparse
L’alto Commissario per i Diritti Umani ha chiesto un incontro con il nuovo ambasciatore di Dubai all’ONU. Chiederanno la prova in vita e di poter parlare con Latifa e Shamsa, di cui si è persa ogni traccia
Sri Lanka, fra le miss volano gli stracci
Sri Lanka, fra le miss volano gli stracci
La vincitrice dell’edizione 2019 ha strappato la corona dalla testa della neo eletta accusandola di essere divorziata. Il tutto in diretta televisiva
Rischiano grosso le modelle nude su un balcone di Dubai
Rischiano grosso le modelle nude su un balcone di Dubai
Almeno 40 gli arresti, mentre monta l’indignazione degli Emirati Arabi Uniti, dove le leggi sull’oscenità sono assai rigorose. Il servizio fotografico era destinato ad un sito per adulti (foto: Daily Mail)
Hong Kong, condannati gli attivisti pro-democrazia
Hong Kong, condannati gli attivisti pro-democrazia
Un tribunale li ha ritenuti colpevoli di aver organizzato la grande protesta di piazza del 2019: rischiano fino a cinque anni di reclusione
Myanmar, l’ecatombe
che non interessa a nessuno
Myanmar, l’ecatombe<br>che non interessa a nessuno
L’Occidente si limita a condannare, mentre dall’ex Birmania giungono notizie di massacri quotidiani e di una situazione sanitaria pronta ad esplodere. Iniziano a mancare cibo, acqua e generi di prima necessità
Le disperate manovre per liberare la Even Given
Le disperate manovre per liberare la Even Given
Le autorità del Canale di Suez autorizzano la rimozione di 20.000 metri cubi di sabbia dal fondale per liberare l’enorme portacontainer. Un blocco che può avere conseguenze pesanti
Pioggia e topi, le piaghe dell’Australia
Pioggia e topi, le piaghe dell’Australia
Giorni di intense precipitazioni hanno causato un’alluvione che ha costretto le autorità a sfollare 18mila persone. La situazione è complicata da un’invasione di topi, attirati dall’eccezionale raccolto di grano
Cina, due canadesi a processo per spionaggio
Cina, due canadesi a processo per spionaggio
Dopo 18 mesi di reclusione in una località segreta, iniziano i due processi a carico di Michael Kovrig e Michael Spavor, due canadesi arrestati come ripercussione per l’arresto della top manager Huawei
La più celebre serial killer australiana potrebbe essere innocente
La più celebre serial killer australiana potrebbe essere innocente
Kathleen Folbigg è stata condannata per l’omicidio dei suoi quattro figli: ma secondo le più recenti scoperte scientifiche, la causa più probabile sarebbe un’anomalia genetica trasmessa ai bimbi, che ha causato la “morte in culla”