Da Hong Pao, un grammo di The vale 1300 euro

| Una tazza 10mila. L'incredibile asta per acquistare le foglie di una pianta che cresce solo sugli altipiani delle Wuji Mountains

+ Miei preferiti
C'è da rivedere un po' di luoghi comuni sui beni rifugio: altro che mattone, oro e petrolio, in Cina per una volta hanno deciso di non copiare niente, immollando i propri risparmi in qualche tazza. Calma, a tutto c'è una spiegazione: questa storia ha un nome come sempre difficile da pronunciare, "Da Hong Pao". Si tratta di un the, ma non uno come tutti gli altri, quelli che si comprano in bustina nelle pratiche confezioni da supermercato, e una volta usate via nella spazzatura. Ecco, per iniziare a farsi un'idea, ad ogni bustina usata e buttata di Da Hong Tao, c'è da rischiare l'infarto. Il motivo è semplice, quello è, ad oggi, il the più costoso al mondo, valutato intorno ai 1.300 euro al grammo, che a conti fatti significa arrivare a circa 10.000 euro per poterne gustare una tazza. L'oro, tanto per dare il giusto peso alle cose, costa in media 30 volte di meno.

Lo Da Hong Pao è una rarissima varietà coltivata da quasi duemila anni sugli altopiani delle Wuyi Mountains, al confine fra le provincie di Fujian e Jiangxi, circa 200 km a nord di Fuzhou, se questo può essere di qualche aiuto. Il the da nababbi deve la sua fama ad una leggenda che ancora oggi rimbalza fra le generazioni: dopo aver provato ogni tipo di rimedio, la mamma di un imperatore della dinastia Ming guarì completamente grazie a qualche tazza di Da Hong Pao. Da cosa fosse afflitta la signora, e quali i rimedi che avesse cercato prima non è dato saperlo, ma va bene lo stesso. Un altro indizio che la storia abbia qualche fondamento sta proprio nel nome: Da Hong Pao, letteralmente, significa Grande Vestito Rosso e si riferisce alla preziosa stoffa che il sovrano donò per proteggere dal freddo invernale le delicate piantine che tanto bene avevano fatto alla sua mamma.

Di quelle piante, secondo un'altra leggenda, sono arrivate fino a noi soltanto sei, per buona parte ancora oggi destinate al presidente cinese, e quel che ne resta vendute ad aste molto esclusive in cui si combatte a suon di assegni, pur di accaparrarsi qualche foglia di un the che, secondo il parere di chi l'ha assaggiato, è talmente straordinario da valere ogni singolo Yen speso.

Qualcuno, nel tempo, il business l'aveva anche fiutato: ad esempio Robert Fortune, botanico inglese che sul finire del XVIII secolo era riuscito, chissà come, a portare in patria qualche seme, sperando di sistemarsi il futuro. Niente da fare: lontano dalle montagne cinesi, quel the non cresce.

Mondo
Weinstein positivo al coronavirus
Weinstein positivo al coronavirus
L’ex produttore condannato per reati sessuali sarebbe in isolamento nel piccolo carcere di Alden
India, impiccati i killer di Nirbhaya
India, impiccati i killer di Nirbhaya
Quattro balordi che nel dicembre del 2012 hanno violentato, torturato e ucciso una studentessa, sono saliti sul patibolo. La vicenda di Nirbhaya ha contribuito a inasprire le pene contro la piaga dello stupro
Corea del Nord, dove il coronavirus non arriva
Corea del Nord, dove il coronavirus non arriva
Una probabilità ritenuta non credibile, ma che Pyongyang continua ad affermare con ostinatezza. A dimostrare il contrario la scelta di costruire un nuovo ospedale in tempi brevissimi
Giappone, il killer dei disabili condannato a morte
Giappone, il killer dei disabili condannato a morte
Il 26 luglio 2016, l’ex infermiere Satoshi Uematsu ha ucciso nel sonno 19 disabili ospiti di un centro di assistenza. Quattro anni dopo, il tribunale di Yokohama l’ha condannato all’impiccagione
La sfida della Birmania
La sfida della Birmania
L’Union Solidarity and Development Party contro la National League for Democracy, come dire i militari contro Aung San Suu Kyi: il futuro di uno dei più poveri stati al mondo è in gioco tra schermaglie e minacce dei due schieramenti
Danneggia un Moai dell’Isola di Pasqua con un pick-up
Danneggia un Moai dell’Isola di Pasqua con un pick-up
Un cileno, arrestato dalla polizia, si è schiantato su uno dei preziosi e antichissimi busti di Rapa Nui. Da tempo, le autorità chiedevano norme e regole stradali più strette
Domati tutti gli incendi in Australia
Domati tutti gli incendi in Australia
Dopo oltre 240 giorni, il New South Wales australiano è finalmente libero dai devastanti roghi che hanno messo il Paese in ginocchio
Il prezzo del coronavirus in Cina
Il prezzo del coronavirus in Cina
Le ambizioni e i programmi economici si stanno sgretolando davanti alla censura che fin dall’inizio ha dominato la vicenda del virus. L’opinione pubblica cinese è sempre più scontenta, amareggiata e arrabbiata
Il giallo della lettera delle infermiere di Wuhan
Il giallo della lettera delle infermiere di Wuhan
Pubblicata sul sito di una rivista scientifica, è scomparsa ad un giorno di distanza dalla comparsa. Racconta le difficoltà in cui vivono medici e infermieri in servizio a Wuhan, e smascherano l’ottimismo di Pechino
Ucraina, esplode la protesta contro gli sfollati dalla Cina
Ucraina, esplode la protesta contro gli sfollati dalla Cina
Convinti del pericolo da fake news che circolano in rete, decine di manifestanti hanno attaccato gli autobus che trasportavano ucraini e stranieri rientrati da Wuhan. A nulla sono serviti gli appelli e le rassicurazioni delle autorità