Davos: "Trump non sei il benvenuto"

| Gl insulti ai paesi caraibici del presidente Usa rendono problematica la sua partecipazione al vertice Web. L'organizzazione elvetica Campax ha raccolto 14 mila firme contro la visita a Zurigo la sera del 23 gennaio

+ Miei preferiti

sa Donald Trump al forum economico di Davos. 

Innalzando cartelli che recitavano slogan come “Eat the rich” (“mangiate i ricchi”) e “Fight WEF, Trump, Capitalism” (“Combattiamo contro il Forum economico mondiale, Trump e il capitalismo”), i dimostranti hanno protestato contro il rituale appuntamento che si terrà dal 22 al 26 gennaio nella piccola città dei Grigioni. 

Nonostante le autorità svizzere avessero avvertito del rischio di “importanti violenze” in occasione della mnifestazione non autorizzata, convocata dall’associazione anticapitalista elvetica RJG. L’organizzazone si è felicitata del fatto che “nonostante una forte presenza della polizia e provocazioni importanti dei poliziotti in borghese, la manifestazione si è tenuta con successo”. 

La Casa bianca ha annunciato martedì che il presidente Usa ha previsto di recarsi al WEF di Davos. Il giorno dopo l’organizzazione elvetica Campax ha lanciato la petizione: “Trump, non sei il benvenuto: stai lontano da Davos!” che ha raccolto quasi 13mila firme fino a oggi. Un’altra manifestazione contro la presenza di Trump è prevista a Zurigo la sera del 23 gennaio.

Mondo
Centinaia di arresti
per un sito pedopornografico
Centinaia di arresti<br>per un sito pedopornografico
Un’inchiesta lunga e complessa che ha coinvolto le polizie di mezzo mondo, ha permesso di sgominare uno dei più forniti siti per pedofili che agiva sul dark web. Quasi 350 arresti in 38 paesi
Il rapporto finale sulla strage del traghetto Butiraoi
Il rapporto finale sulla strage del traghetto Butiraoi
Ben 95 morti per un insieme di leggerezze, incompetenze e noncuranza: l’inchiesta sul naufragio dello scorso anno in Micronesia si è conclusa con pesanti accuse per il comandante e l’equipaggio
Famiglia indiana muore per un selfie
Famiglia indiana muore per un selfie
Quattro persone, tutte giovanissime, cadono una dopo l’altra nelle acque della diga del fiume Pambar. L’India è il Paese al mondo con più vittime per selfie
Stuprata da 500 uomini quand’era solo una ragazzina
Stuprata da 500 uomini quand’era solo una ragazzina
La disgustosa vicenda di Jennifer, una donna inglese che in un’intervista ha raccontato la terribile esperienza vissuta quando aveva solo 11 anni
Decapitata e gettata dal balcone
Decapitata e gettata dal balcone
Orrore a Chita, in Russia: una 19enne è stata fatta a pezzi da un uomo che ha gettato i resti dall’appartamento in cui viveva insieme alla ragazza
Legge la sentenza e tenta il suicidio in aula
Legge la sentenza e tenta il suicidio in aula
È successo in Thailandia, al tribunale di Yala: il giudice Khanakorn Pianchana si è sparato al petto per denunciare le pressioni subite da numerosi colleghi perché mandasse sul patibolo degli innocenti
NBP, il formicaio umano
NBP, il formicaio umano
La media di morti fra i detenuti della New Bilibid Prison delle Filippine è di 5.000 persone ogni anno. Una realtà in cui sopravvive soltanto chi ha i soldi per pagarsi la libertà anticipata o una detenzione a cinque stelle
La seconda isola harem di Epstein
La seconda isola harem di Epstein
Tra i suoi numerosi possedimenti, il miliardario pedofilo morto suicida aveva voluto aggiungere ad ogni costo Great St. James Cay. Una trattativa complicata risolta con l’inganno
Risarcimento record alla vittima di un prete pedofilo
Risarcimento record alla vittima di un prete pedofilo
Un milione di dollari ad un uomo che a 9 anni era stato violentato nel confessionale da padre Gerald Ridsdale, un sacerdote reo confesso di violenza sessuale su decine di bambini
Joshua for president
Joshua for president
Il giovane leader del Movimento degli Ombrelli che da settimane mette a ferro e fuoco Hong Kong lancia la propria candidatura alle elezioni locali del prossimo novembre