Dopo gli incendi e le piogge, in Australia arrivano i ragni

| Le condizioni climatiche sono perfette per il proliferare del “funnelweb spider”, uno dei ragni più velenosi e letali al mondo. Intere colonie si stanno muovendo, ed è scattato l’allarme

+ Miei preferiti
Sembra una punizione divina simile alle “7 piaghe d’Egitto”, quella che sta vivendo l’Australia, prima devastata da incendi colossali, quindi vittima di piogge torrenziali e inondazioni, e ora – lanciano l’allarme gli esperti – alle prese con un’invasione di “funnelweb spider”, il pericolosissimo “ragno della ragnatela a imbuto”, nome comune dell’Atrax Robustus, un aracnide fra i più aggressivi e letali al mondo.

Le condizioni lasciate dai roghi e dalle piogge sono “perfette” per il proliferare dei ragni, il cui incremento dell’attività è stata documentata nei giorni scorsi dall’Australian Reptile Park. “A causa della recente pioggia e del gran caldo, i ragni inizieranno a muoversi - ha avvertito Daniel Rumsey, portavoce del parco di Somersby, nel New South Wales - i ragni della ragnatela ad imbuto sono potenzialmente fra i più pericolosi del pianeta, e la questione va affrontata con la massima attenzione”.

L’Australia è stata devastata dai peggiori incendi che degli ultimi decenni, con ampie fasce del Paese devastate: almeno 28 persone sono morte e nel solo stato del Nuovo Galles del Sud più di 3.000 case sono state distrutte o danneggiate.

Alla fine della scorsa settimana diversi temporali di forte intensità hanno portato un po’ sollievo ad alcune zone, anche se le inondazioni hanno creato nuovi rischi: alcune zone sono state colpite da chicchi di grandine grandi come palline da golf, abbastanza grandi da rompere i finestrini delle auto e ferire seriamente persone e animali. Meno di 24 ore dopo la regione è stata colpita da enormi tempeste di polvere.

Ora è la volta dei ragni che vivono nelle foreste costali australiane ma amano infilarsi nelle abitazioni, nascondendosi in scarpe, vestiti e sotto i mobili. L’avvelenamento del morso si diffonde con grande rapidità: nei 13 casi documentati ufficialmente, le vittime sono morte nel giro di 15 minuti.

Mondo
Si aprono le porte della galera per tre giovani attivisti di Hong Kong
Si aprono le porte della galera per tre giovani attivisti di Hong Kong
Joshua Wong, Ivan Lam e Agnes Chow si sono dichiarati colpevoli nel corso del processo a loro carico per una manifestazione non autorizzata. Rischiano 5 anni di galera ma assicurano: “Non molleremo”
Australia: un rapporto svela le «squadre della morte»
Australia: un rapporto svela le «squadre della morte»
Un’inchiesta durata quattro anni ha accertato che tra il 2009 ed il 2013, le truppe d’élite dei “SAS” hanno ucciso senza motivo civili afghani. “È la prova che esiste una cultura distorta e violenta”
Nuova Zelanda, la prima donna Māori in parlamento
Nuova Zelanda, la prima donna Māori in parlamento
L’amatissima premier Jacinda Ardern ha scelto come ministro degli esteri una donna indigena: quello neozelandese è uno dei governi più aperti e inclusivi del mondo
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano
Rampollo di una delle famiglie più ricche del pianeta, inseguito dalla fama di playboy e assiduo frequentatore della mondanità più esclusiva, si è spento a 38 anni per una grave malattia
Il mistero di Ri Sol-ju, la «venerabile first lady» nordcoreana
Il mistero di Ri Sol-ju, la «venerabile first lady» nordcoreana
Della moglie di Kim Jong-un, su cui aleggia da sempre il più fitto mistero, non si sa più nulla dal gennaio scorso. Sul suo destino circolano diverse teorie, una peggiore dell'altra
Thailandia, tre giorni di tempo al premier per dimettersi
Thailandia, tre giorni di tempo al premier per dimettersi
È un botta e risposta tra il governo e il fronte della protesta: i militari si dicono pronti a revocare lo stato di emergenza, i manifestanti rispondo con un ultimatum, o sarà il caos
Australia, lo scandalo delle case di cura per anziani
Australia, lo scandalo delle case di cura per anziani
Secondo una commissione governativa incaricata di indagare, ogni settimana si verificherebbero oltre 50 fra aggressioni a scopo sessuale e violenze ai danni dei residenti
Pistorius, l’unico desiderio il perdono
Pistorius, l’unico desiderio il perdono
Bill Schroder, un amico del paratleta in galera per l’omicidio della fidanzata Reeva, svela che Oscar non spera di uscire di prigione, ma di essere perdonato dalla famiglia della ragazza
Beirut, una delle esplosioni più forti della storia
Beirut, una delle esplosioni più forti della storia
Calcoli alla mano, è una delle più potenti di sempre, seconda soltanto a quelle delle atomiche sganciate sul Giappone. In pochi istanti, le quasi 3.000 tonnellate di nitrato di ammonio hanno liberato una forza pari a 500 tonnellate di TNT
L’Interpol sulle tracce dell’erede «Red Bull»
L’Interpol sulle tracce dell’erede «Red Bull»
Nel 2012 travolge e uccide un uomo, ma la ricchissima famiglia versa fiumi di denaro per salvarlo dalla galera. Ma i thailandesi non ci stanno e la polizia formula nuove accuse accompagnate da un mandato di cattura internazionale