Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano

| Rampollo di una delle famiglie più ricche del pianeta, inseguito dalla fama di playboy e assiduo frequentatore della mondanità più esclusiva, si è spento a 38 anni per una grave malattia

+ Miei preferiti
Dei dodici figli di Sua Maestà Haji Hassanal Bolkiah, sultano del Brunei, Abdul Azim – il quarto in linea di successione al trono - era il più scapestrato di tutti. Ricchissimo (la celebre fortuna del padre è stimata da “Forbes” in 20 miliardi di dollari) il principe ha sempre amato la bella vita, diventando un assiduo frequentatore del jet-set internazionale riuscendo a frequentare star del cinema e dello spettacolo. Classe 1982, “Mateen”, nickname utilizzato per il suo profilo Instagram seguito da quasi un milione di followers, ha speso la propria esistenza inseguendo tutti i piaceri e i capricci che gli passavano per la testa, senza perderne neanche uno. E probabilmente ha fatto bene, perché a 38 anni appena, il “principe playboy” è morto dopo aver combattuto contro quella che ai sudditi è stata descritta come “una grave malattia”, ma senza aggiungere altri dettagli. Sono stati i media del piccolo Stato sull’isola del Borneo a dare l’annuncio della morte, aggiungendo solo che il principe era ricoverato da qualche settimana in un ospedale di Bandar, la capitale, per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Invidiato rampollo di una delle famiglie più ricche del pianeta, Azim è stato spesso fotografato al fianco di numerose celebrità nel corso di feste sontuose in Europa e negli Stati Uniti. Fra i tanti che lui amava considerare amici Michael Jackson, Pamela Anderson, Mischa Barton e Scarlett Johansson.

Appassionato di polo, non esitava ad attraversare il pianeta su uno dei numerosi jet privati di famiglia per giocare una partita, assistere ad una partita del “suo” Mancheter United, fare una comparsata ad un party giusto per salutare gli amici o spuntare a sorpresa sul set di uno dei film che si divertiva a produrre.

Eppure, a darne un ritratto inedito era stata l’edizione americana del mensile “GQ”, che qualche anno fa l’aveva descritto come “un uomo con i piedi per terra che non ama ostentare l’immensa ricchezza della sua famiglia”. Meno teneri erano stati i media inglesi quando Azim aveva fatto carte false pur di essere ammesso all’accademia militare di Sandhurst, la stessa frequentata da William e Harry, gettando la spugna dopo solo una settimana di addestramento.

Galleria fotografica
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano - immagine 1
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano - immagine 2
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano - immagine 3
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano - immagine 4
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano - immagine 5
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano - immagine 6
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano - immagine 7
Mondo
Giappone, più suicidi che vittime del Covid
Giappone, più suicidi che vittime del Covid
Il mese scorso si sono tolte la vita più persone di quante ne abbia uccise il virus. E le donne sono state le più colpite
Si aprono le porte della galera per tre giovani attivisti di Hong Kong
Si aprono le porte della galera per tre giovani attivisti di Hong Kong
Joshua Wong, Ivan Lam e Agnes Chow si sono dichiarati colpevoli nel corso del processo a loro carico per una manifestazione non autorizzata. Rischiano 5 anni di galera ma assicurano: “Non molleremo”
Australia: un rapporto svela le «squadre della morte»
Australia: un rapporto svela le «squadre della morte»
Un’inchiesta durata quattro anni ha accertato che tra il 2009 ed il 2013, le truppe d’élite dei “SAS” hanno ucciso senza motivo civili afghani. “È la prova che esiste una cultura distorta e violenta”
Nuova Zelanda, la prima donna Māori in parlamento
Nuova Zelanda, la prima donna Māori in parlamento
L’amatissima premier Jacinda Ardern ha scelto come ministro degli esteri una donna indigena: quello neozelandese è uno dei governi più aperti e inclusivi del mondo
Il mistero di Ri Sol-ju, la «venerabile first lady» nordcoreana
Il mistero di Ri Sol-ju, la «venerabile first lady» nordcoreana
Della moglie di Kim Jong-un, su cui aleggia da sempre il più fitto mistero, non si sa più nulla dal gennaio scorso. Sul suo destino circolano diverse teorie, una peggiore dell'altra
Thailandia, tre giorni di tempo al premier per dimettersi
Thailandia, tre giorni di tempo al premier per dimettersi
È un botta e risposta tra il governo e il fronte della protesta: i militari si dicono pronti a revocare lo stato di emergenza, i manifestanti rispondo con un ultimatum, o sarà il caos
Australia, lo scandalo delle case di cura per anziani
Australia, lo scandalo delle case di cura per anziani
Secondo una commissione governativa incaricata di indagare, ogni settimana si verificherebbero oltre 50 fra aggressioni a scopo sessuale e violenze ai danni dei residenti
Pistorius, l’unico desiderio il perdono
Pistorius, l’unico desiderio il perdono
Bill Schroder, un amico del paratleta in galera per l’omicidio della fidanzata Reeva, svela che Oscar non spera di uscire di prigione, ma di essere perdonato dalla famiglia della ragazza
Beirut, una delle esplosioni più forti della storia
Beirut, una delle esplosioni più forti della storia
Calcoli alla mano, è una delle più potenti di sempre, seconda soltanto a quelle delle atomiche sganciate sul Giappone. In pochi istanti, le quasi 3.000 tonnellate di nitrato di ammonio hanno liberato una forza pari a 500 tonnellate di TNT
L’Interpol sulle tracce dell’erede «Red Bull»
L’Interpol sulle tracce dell’erede «Red Bull»
Nel 2012 travolge e uccide un uomo, ma la ricchissima famiglia versa fiumi di denaro per salvarlo dalla galera. Ma i thailandesi non ci stanno e la polizia formula nuove accuse accompagnate da un mandato di cattura internazionale