Due milioni di abitanti di Hong Kong accusano disturbi mentali

| Il calcolo per valutare l’impatto delle violente proteste degli ultimi mesi, ma la stima è per difetto, visto che non include i minori di 18 anni, che in realtà rappresentano la parte più cospicua

+ Miei preferiti
Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista medico-scientifica “The Lancet”, quasi 2 milioni di abitanti di Hong Kong, circa un terzo della popolazione adulta, accusano sintomi di disturbo post-traumatico da stress. Tra il 2009 e il 2019, in quello che ritengono sia stato il più grande e approfondito studio al mondo sull’impatto dei disordini sociali sulla salute mentale, i ricercatori dell’Università di Hong Kong hanno intervistato 18.000 persone, e negli ultimi mesi il 32% dei soggetti interpellati ha ammesso di aver accusato stati d’ansia, attacchi di panico, insonnia, irritabilità e incubi notturni persistenti.

Le proteste di Hong Kong sono esplose lo scorso giugno a causa della legge sull’estradizione che avrebbe permesso ai sospetti di qualsiasi crimine di essere trasferiti e giudicati nella Cina continentale. Da allora le manifestazioni si sono evolute in un più ampio movimento a favore della democrazia che chiede maggiori libertà civili. Ma più le proteste continuavano, più diventavano violente: oltre 16.000 cariche di gas lacrimogeni sono state lanciate dalla polizia, e 7.000 persone sono state arrestate.

Dei 7,5 milioni di abitanti di Hong Kong, 6,3 milioni sono adulti: rispetto al 2009, quando è iniziata la ricerca, lo studio ha rilevato che quasi due milioni di persone denunciano sintomi di “PTSD”, e quasi 600mila presentano forme di depressione a vari livelli.

“La metropoli, per quanto all’avanguardia, non ha le risorse necessarie per affrontare questo eccessivo carico di problemi di salute mentale - ha commentato il professor Gabriel Leung dell’Università di Hong Kong, che ha co-diretto la ricerca - con la metà della capacità psichiatrica pro capite del Regno Unito, e i tempi medi di attesa ambulatoriale del settore pubblico, che possono arrivare fino a 64 settimane, è fondamentale migliorare l’assistenza sociale per fare in modo che chi ne avverta il bisogno possa accedere a servizi di alta qualità”.

Lo studio riconosce i propri limiti, affermando che i risultati si limitano a fornire una finestra di osservazione piuttosto che individuare causa ed effetto del fenomeno. E non si esclude nemmeno che i risultati possono sottostimare la realtà entità dei problemi mentali perché non includono individui di età inferiore ai 18 anni, che in realtà costituiscono una parte sostanziale dei manifestanti.

Mondo
Nuovi guai per la Boeing
Nuovi guai per la Boeing
Dopo l’esplosione dell’aereo decollato da Denver, l’autorità americana dell’aviazione civile vuole fare chiarezza: possibile un difetto alle ventola del reattore, che potrebbe costringere a terra diversi aerei
Gran Bretagna: porte aperte agli esuli di Hong Kong
Gran Bretagna: porte aperte agli esuli di Hong Kong
Secondo gli esperti, 300mila persone potrebbero lasciare la città scegliendo di vivere, studiare e lavorare nel Regno Unito. La via d’uscita offerta da un nuovo visto creato appositamente per gli abitanti dell’ex colonia britannica
Iran: impiccata anche se era già morta
Iran: impiccata anche se era già morta
Zahra Esmaili, condannata a morte per l’omicidio del marito violento, non ha retto allo spettacolo terribile di 16 impiccagioni prima della sua, morendo di infarto. Ma i boia hanno voluto appenderla ugualmente al cappio
Latifa, la principessa rinchiusa nel castello
Latifa, la principessa rinchiusa nel castello
Era svanita nel 2018, bloccata poco prima di riuscire a raggiungere l’Oman, da cui voleva fuggire negli Stati Uniti. Ora, grazie ad un cellulare, ha raccontato in alcuni video la sua prigionia chiedendo l’aiuto internazionale
Australia: la strana vicenda della ragazza chiusa nel bagagliaio
Australia: la strana vicenda della ragazza chiusa nel bagagliaio
Nisha Phillips, 24 anni, riesce a far passare la mano chiedendo aiuto attraverso un fanale dell’auto dove altre due ragazze l’avevano rinchiusa
Il presidente delle Olimpiadi di Tokyo verso le dimissioni
Il presidente delle Olimpiadi di Tokyo verso le dimissioni
Le frasi sessiste rivelate dai media non sono andate giù al comitato organizzatore, deciso a chiedere la testa dell’ex premier 83enne Yoshiro Mori
Kobe Bryant: lo schianto fu un errore del pilota
Kobe Bryant: lo schianto fu un errore del pilota
È durata un anno, l’inchiesta federale che ha analizzato tutti i dati disponibili, arrivando alla conclusione che per le condizioni meteo il volo doveva essere annullato
Myanmar, le proteste dilagano
Myanmar, le proteste dilagano
Malgrado il blocco totale di internet per impedire alle proteste di organizzarsi, migliaia di persone continuano scendere in piazza chiedendo la liberazione di Aung San Suu Kyi
Muore all’improvviso il medico che aveva salvato Navalny
Muore all’improvviso il medico che aveva salvato Navalny
L’ha comunicato in via ufficiale la struttura dove lavorava il medico 55enne, senza aggiungere nulla sulle cause della morte. Gelo fra Mosca e Bruxelles
Problemi mentali fra i sommergibilisti cinesi
Problemi mentali fra i sommergibilisti cinesi
Uno studio ha evidenziato quanto gli uomini imbarcati sulla flotta sottomarina cinese, costretti per lunghi mesi ad ambienti ristretti e rumorosi, sviluppano pericolose ossessioni