Famiglia indiana muore per un selfie

| Quattro persone, tutte giovanissime, cadono una dopo l’altra nelle acque della diga del fiume Pambar. L’India è il Paese al mondo con più vittime per selfie

+ Miei preferiti
La polizia locale nello stato del Tamil Nadu non ha dubbi: Nivedha, 20 anni, è morta insieme a Sneha, di 22 anni, Kanniga, 20, e Santosh, 14: volevano farsi un selfie sulla diga del fiume Pambar, un punto assai pericoloso, segnalato da diversi cartelli.

Il primo a cadere in acqua è stato Santosh, il più piccolo, gli altri subito dopo, nel tentativo di tirarlo fuori. L’unico sopravvissuto è Perumalsamy, 25 anni, fresco marito di Nivedha, che è riuscito anche a salvare la sorella quindicenne. I soccorsi per la famiglia scivolata nelle acque della diga del Pambar sono stati immediati, ma per loro non c’è stato nulla da fare: l’innalzamento improvviso del livello dell’acqua non gli ha lasciato scampo.

Altri quattro morti che si aggiungono a 250 persone in tutto il mondo che hanno perso la vita dal 2011 alla ricerca del selfie impossibile: secondo uno studio del 2018, è proprio l’India il paese con più alto numero di decessi, con 159 casi, seguita da Russia, Stati Uniti e Pakistan. La maggior parte delle vittime - circa il 72% - erano uomini sotto i 30 anni.

Mondo
Cina: centinaia di medici infettati
Cina: centinaia di medici infettati
Il personale medico è fra il più colpito dal coronavirus, ma le autorità cinesi non confermano. Drammatico l’allarme lanciato da infermieri in quarantena: ci insegnano come fare le tute protettive con i sacchi della spazzatura
Australia, la ground zero del disastro ambientale
Australia, la ground zero del disastro ambientale
Un Paese devastato, che deve alzare il livello di allarme dell’intero pianeta, perché secondo gli esperti questo è solo un anticipo di quello che potremmo attenderci
Il coronavirus si trasmette attraverso le superfici
Il coronavirus si trasmette attraverso le superfici
È il risultato di uno studio realizzato da quattro scienziati tedeschi: resisterebbe fino a 9 giorni su vetro, metallo e plastica
Il coronavirus sta rallentando l’economia mondiale
Il coronavirus sta rallentando l’economia mondiale
Gli economisti temono che se non viene fermato, il virus assesterà un duro colpo al PIL mondiale, già duramente provato dalla crisi iniziata nel 2008 e mai finita
Corea del Nord, dove il virus non arriva
Corea del Nord, dove il virus non arriva
Tutti i Paesi vicini alla Cina registrano casi, tranne il regime di Pyongyang, dove secondo l’informazione ufficiale i controlli funzionano e la prevenzione è efficientissima
Uccisa e fatta a pezzi a Cuba
Uccisa e fatta a pezzi a Cuba
Il corpo di una donna canadese di 52 anni è stato ritrovato in una valigia gettata in una discarica. La polizia ha arrestato il fidanzato, un musicista cubano molto più giovane di lei
Coronavirus, la nave dei dannati
Coronavirus, la nave dei dannati
Appena ha attraccato in Giappone, la nave da crociera è stata controllata dal personale medico, che ha individuato 10 casi di coronavirus. Per tutti gli altri è iniziata un’odissea in mare aperto
La misteriosa morte di una ballerina
La misteriosa morte di una ballerina
Aveva seguito nel suo appartamento un manager coreano conosciuto in un locale per scambisti di Mosca. È stata trovata senza vita nella vasca da bagno l’indomani mattina: la polizia sospetta un’overdose
Il medico che aveva dato l’allarme colpito dal coronavirus
Il medico che aveva dato l’allarme colpito dal coronavirus
Li Wenliang, l’oculista di Wuhan che per primo aveva intuito l’arrivo e la potenzialità del virus, era stato arrestato per procurato allarme e poi riabilitato. Ma ora il suo nome è fra i contagiati
Australia, Suv impazzito fa strage di bambini
Australia, Suv impazzito fa strage di bambini
È accaduto in un sobborgo di Sydney: alla guida un giovane in evidente stato di ubriachezza. Le vittime sono quattro sorelline, altri tre bimbi in gravi condizioni