Filippine: «Aprire il fuoco contro chi viola la quarantena»

| L'esagerato presidente Duterte si è esibito in un nuovo show televisivo in cui ha invocato la tolleranza zero contro chi continua a uscire di casa. La polizia ha risposto picche: “Non lo faremo”

+ Miei preferiti
Considerato uno dei leader mondiali più sboccati e maleducati in circolazione, il presidente filippino Rodrigo Duerte ha deciso d usare la mano pesante contro i suoi concittadini che imperterriti continuano a violare l’ordine di isolamento per contenere la pandemia, con la goccia che ha fatto traboccare il vaso rappresentata dall’arresto di 21 persone su una strada di Quezon City, dove si erano riuniti per chiedere aiuti governativi. Nel Paese si registrano attualmente 2.311 casi di persone positive al contagio da coronavirus e 96 morti, ma il timore è un aumento esponenziale nei prossimi giorni.

Qualche ora fa, riportano le agenzie di stampa, “The Punisher”, il castigatore, come lo chiamano, ha tenuto un discorso televisivo al Paese destinato a passare alla storia per l’eccessiva durezza di toni e contenuti fortemente minacciosi: “I miei ordini sono diretti a polizia e militari, compresi i funzionari dei villaggi: se ci fossero o sorgessero problemi nelle aree chiuse a causa della pandemia, sono autorizzati ad aprire il fuoco per uccidere. Se vuoi causare problemi, ti mando nella tomba. Aggiungo che anche se in ritardo, l’assistenza del governo arriverà: nessuno morirà di fame”. La replica di Archie Gamboa, il capo della polizia, è stata altrettanto secca: “Gli agenti e i militari non hanno alcuna intenzione di aprire il fuoco contro civili inermi”.

Ma resta il precedente di frasi ad effetto che non stupiscono più i filippini, ormai abituati alle “sparate” del loro presidente, in carica dal 30 giugno 2016 dopo essersi conquistato la fama di duro senza riserve per aver ripulito Davao anche con metodi poco ortodossi come numerosi casi di esecuzioni sommarie segnalati dall’associazioni umanitarie. Dettagli che a Duterte non importano: resta celebre il “fuck you” dedicato all’Unione Europea, e gli insulti a Barack Obama, all’ex segretario dell’Onu Ban Ki-Moon e perfino a Papa Francesco, che con la sua visita a Manila aveva provocato un blocco del traffico cittadino capace di irritare il presidente. Appena salito al potere, Duterte aveva assicurato di voler applicare la stessa “cura” drastica di pulizia all’intero Paese, consigliando ai filippini di far nascere agenzie di pompe funebri perché la clientela e il giro d’affari sarebbero aumentati notevolmente.

Mondo
Hong Kong torna in piazza
Hong Kong torna in piazza
La città di nuovo invasa dalle proteste, ma ad attendere i manifestanti massicci spiegamenti di polizia ed esercito: segno che Pechino non ha intenzione di tollerare ancora per molto
La pandemia e il nuovo ordine mondiale
La pandemia e il nuovo ordine mondiale
La strategia sempre più caotica e rabbiosa di Trump sta accelerando il divario con gli alleati. E con un’America sempre più isolata, la Cina ha tutto da guadagnare
Nuova Zelanda: settimana lavorativa di 4 giorni
Nuova Zelanda: settimana lavorativa di 4 giorni
La proposta della premier Jacinda Ardern per permettere ai cittadini di riprendersi dal duro lockdown e ridare fiato al turismo, un settore fondamentale per l’economia
In India e Bangladesh arriva la tempesta del secolo
In India e Bangladesh arriva la tempesta del secolo
Ampham, con venti ad oltre 40 km/h, è atteso per mercoledì in zone già duramente colpite dalla pandemia. È il secondo per intensità dopo quello di più di 10 anni fa, che fece oltre 10mila vittime
Taiwan, dal virus passa la strada per l’indipendenza
Taiwan, dal virus passa la strada per l’indipendenza
Il successo dell’isola nella lotta contro il coronavirus ha rafforzato la posizione globale e l’immagine internazionale di Taipei. E questo sta facendo infuriare Pechino
Il lato oscuro del lockdown: centinaia di bambini di madri surrogate bloccati
Il lato oscuro del lockdown: centinaia di bambini di madri surrogate bloccati
In Ucraina, uno dei pochi Paesi in cui la pratica dell’utero in affitto a scopo economico è permesso, decine di bambini restano in attesa delle famiglie adottive, che non possono viaggiare per andare a prenderli
La Francia entra nella Fase 2
La Francia entra nella Fase 2
Con molta cautela e con il Paese diviso in due: zone rosse e verdi. Qualche concessione in più ai cittadini dopo 8 settimane di lockdown
Il virus oltre cortina
Il virus oltre cortina
Ufficialmente la COVID-19 non è entrata in Corea del Nord, anche se non si ha certezza di quanto affermato dal governo con voci di numerosi casi e centinaia di morti. La strategia di lockdown anticipato ed estremo sembra abbia funzionato
Wuhan, il volto triste di una rinascita che non c’è
Wuhan, il volto triste di una rinascita che non c’è
Al di là della retorica trionfalistica di Pechino, la città epicentro del Covid-19 stenta a riprendersi: negozi chiusi, poca gente per strada e la sensazione che tutto si ripeterà presto con una seconda ondata
Mistero fitto sulla sorte di Kim Jong-un
Mistero fitto sulla sorte di Kim Jong-un
Voci e notizie danno il leader nordcoreano ancora ricoverato e nelle mani di un team medico cinese, mentre il suo treno privato è stato avvistato in una località di villeggiatura