Giacarta: le tombe multipiano

| Nel 2007, il cimitero cittadino di Karet Bivak ha la saturazione, e le autorità da allora spingono per le sepolture ad accatastamento, uno sull’altro, fino a 6 metri di profondità

+ Miei preferiti
Altra scelta non c’era: nel cimitero di Karet Bivak, le file ordinate di lapidi si estendono a perdita d’occhio. Le autorità hanno bloccato nuovi appezzamenti di terreno nel novembre 2017 per evitare il sovraffollamento. Al momento, si contano circa 100mila salme in 48.400 lotti.

Si tratta di una soluzione temporanea alla carenza di spazio per le sepoltura in una città dove il sovraffollamento è pura normalità:  su 84 cimiteri pubblici, un quarto ha smesso di concedere licenze per nuovi appezzamenti, limitando le concessioni alle sepolture multiple. I corpi possono essere accatastati uno accanto all’altro o uno sopra l’altro, secondo la politica comunale, con un minimo di un metro di distanza tra loro, ma devono passare almeno tre anni prima che possa essere aggiunto un’altra salma.

Il dirigente del Karet Bivak, Saiman, afferma che l’accatastamento non è un problema per i morti, ma per i vivi. Ci sono stati litigi su sconfinamenti di tombe, e faide familiari non semplici da risolvere: una donna ha rifiutato all’ex marito l’uso del lotto familiare perché si era risposato. In un altro caso, un uomo aveva chiesto di essere sepolto sopra suo zio ma un cugino lo ha bloccato per gelosia.

Da quando il problema del sovraffollamento è emerso, circa tre anni fa, il dipartimento cimiteriale ha lavorato duramente per educare il pubblico alla pratica dell’accatastamento. L’alta densità della popolazione di Giacarta significa che la maggior parte dei cimiteri pubblici sono inscatolati fra gli edifici, con regolamenti che ne impediscono ulteriormente l’espansione. “È molto difficile ottenere terreni per un cimitero, o anche per lo sviluppo di infrastrutture - svela Rangi Faridha, architetto del consiglio di pianificazione cimiteriale e sviluppo urbano - ci sono molti fattori, ma il più importante è che la gente non vuole vendere la propria terra”.

Molto prima che iniziassero a impilare i morti, i cimiteri hanno liberato le tombe più antiche, quelle le cui licenze erano state lasciate scadere. Circa 20.000 lotti del Karet Bivak sono stati liberati, ma è una politica che basta a soddisfare la domanda. La città dispone di 200 ettari di terreno di riserva, un tratto paludoso in via di sistemazione che si prevede aprirà nel 2021.

Ma con 80-100 cadaveri che ogni giorno arrivano nei cimiteri pubblici, la questione continua ad essere pressante, in particolare per i più poveri. Cinque dei 20 cimiteri più pieni si trovano nella zona est di Giacarta, dove il tasso di povertà della città è più alto.

Nel frattempo, stanno spuntando cimiteri privati per coloro che possono permetterseli, compresi alcuni punti lussuosi come il “San Diego Hills” a Karawang, dove una sepoltura che comprende bara, imbalsamazione, certificazione e licenza può costare più di 26milioni di rupie, 166 euro, cifra impensabile per la maggior parte della popolazione.

Secondo il dottor Mohamad Reza Mohamed Afla, docente senior presso la University Sains Malaysia di Penang, molte città del sud-est asiatico si trovano ad affrontare lo stesso problema del sovraffollamento: a Singapore, l’accatastamento è obbligatorio da molti anni, mentre Kuala Lumpur lo sta prendendo in considerazione.

Mondo
Suicida una giovane triatleta sudcoreana
Suicida una giovane triatleta sudcoreana
Choi Suk-hyeon era vittima di abusi da anni: la picchiavano e la umiliavano fin quando non ha retto più. Il compitato olimpico nega, ma il caso finirà per avere conseguenze molto pesanti
Australia, lockdown per 300mila persone
Australia, lockdown per 300mila persone
Alcune zone periferiche di Melbourne tornano sotto il blocco per arginare la comparsa di 73 nuovi casi che fanno tenere l’inizio di una seconda ondata
Muore mentre assiste allo stupro delle nipoti
Muore mentre assiste allo stupro delle nipoti
Una donna di 71 anni costretta ad assistere alla violenza di un uomo sulle tre nipoti, è morta per attacco cardiaco. Le violenze contro donne e bambini in Sudafrica hanno raggiunto livelli di guardia
Hong Kong, la libertà perduta
Hong Kong, la libertà perduta
Varata a tarda sera la legge sulla sicurezza nazionale: le proteste saranno considerate sovversione e terrorismo interno punibile con l’ergastolo. Immediate le reazioni da tutto il mondo: “È la fine della metropoli che il mondo conosceva”
Le Fiji, paradiso post-covid offresi
Le Fiji, paradiso post-covid offresi
L’arcipelago ha lanciato un appello per il ritorno del turismo d’élite: oltre al paesaggio paradisiaco, dalla metà di aprile non si registra un nuovo caso di coronavirus
Star della danza del ventre arrestata in Egitto
Star della danza del ventre arrestata in Egitto
Accusata di atti osceni e incitamento alla prostituzione, Sama el Masry è stata condannata a tre anni di reclusione e al pagamento di una pesante multa
USA, approvato il progetto di riforma della polizia
USA, approvato il progetto di riforma della polizia
Dedicato alla memoria di George Floyd, il pacchetto di riforma della polizia rischia di arenarsi al Senato dopo l’approvazione della Camera. Trump contrario
L’irresistibile ascesa di Kim Yo Jong, la donna forte della Corea del Nord
L’irresistibile ascesa di Kim Yo Jong, la donna forte della Corea del Nord
Per anni nell’ombra, capace di sparire per lunghi periodi, la sua immagine è sempre più presente, mentre quella del fratello si offusca, avvolta dal mistero
Sudafrica: la violenza sulle donne peggio della pandemia
Sudafrica: la violenza sulle donne peggio della pandemia
Il Paese ha uno dei tassi alti di casi di Covid-19 dell’intero continente. E lotta con una recrudescenza delle violenze subito dopo l’isolamento del lockdown
Venti di guerra sull’Himalaya
Venti di guerra sull’Himalaya
Si alza la tensione fra India e Cina per il controllo di una zona di confine mai del tutto chiarita e accettata. La scorsa notte un’escalation avrebbe portato a 17 morti, ma si teme l’inizio di una grave crisi internazionale