Ha un nome la Lady Shopping di Harrods

| Zamira Hajiyeva ha speso 1,6 milioni di sterline in 10 anni: su di lei è scattata un’indagine del fisco inglese per capire come abbiano fatto lei e il marito (in galera) ad accumulare tanta ricchezza

+ Miei preferiti
L’impresa di “Wife A”, come la stampa britannica l’aveva ribattezzata, ha fatto il giro del mondo: in dieci anni di onorato shopping, la misteriosa “sciura” è riuscita a spendere 1,6 milioni di sterline (4.000 al giorno) da “Harrods”, il più celebre e antico grande magazzino di Londra. Un vero talento, anche considerando i prezzi non proprio a buon mercato del department store londinese.

Una notizia che a molti aveva scatenato una forte dose di invidia, ma che soprattutto aveva acceso gli allarmi della “National Crime Agency”, agenzia britannica specializzata nei reati di natura fiscale ed economica. Pochi gli elementi dati in pasto ai media: si tratta di una signora, moglie di un potente ex papavero di una banca extraeuropea casualmente in carcere, condannato a 15 anni per frode e appropriazione indebita e costretto a risarcire la banca con 29 milioni di dollari. La signora, titolare di 35 carte di credito, viaggia solo su jet privati e tempo fa si era già meritata gli onori delle cronache per qualche sfizio di troppo: 150mila sterline per un gioiellino luccicante, con qualche brillantino sopra, e un carico di vini pregiati per rimpolpare la cantina, al costo di 1.800 sterline. Per finire in bellezza, la coppia sarebbe anche proprietaria di svariati immobili e campi da golf sul suolo anglosassone per un patrimonio totale di 22 milioni di sterline. Fra questi, un elegante appartamento a Walton Street, nel cuore di Knightsbridge, guarda caso a pochi passi da Harrods, acquistato attraverso una società con sede nelle Isole Vergini.

Insomma, uno svolazzo di banconote che ha catalizzato l’attenzione degli agenti della “NCA”, che sospettando manovre illecite e riciclaggio hanno deciso di vederci chiaro.

Invitata a presentare qualche foglio che dimostri da dove arriva il fiume di soldi, Lady Shopping ha scelto la linea dura, rivolgendosi all’Alta Corte Britannica per ottenere la dispensa dall’obbligo di fornire documenti. Ma in cambio ha ottenuto un secco no. Poche ore fa, i mastini dei tabloid britannici sono riusciti a scoprire l’identità della signora: Zamira Hajiyeva, 55 anni, originaria dell’Azerbaigian, moglie di Jahangir Hajiyev, ex presidente della banca internazionale dell’ex repubblica sovietica.

Il caso della signora è anche il primo dall’introduzione dell’UWO (Unexplained Wealth Orders), la recentissima legge anticorruzione varata nel Regno Unito che consente di confiscare beni la cui provenienza non è giustificata. Una legge che non a caso punta a colpire gli oligarchi russi e dare filo da torcere ad un sistema di riciclaggio che ha come sfondo il Regno Unito, valutato in 90 miliardi di sterline ogni anno.

Mondo
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
La direttrice dell’organismo delle Nazioni Unite che si occupa del disarmo ha svelato che i rischi di un conflitto hanno raggiunto il massimo dai tempo della seconda guerra mondiale
Rissa al parlamento di Hong Kong
Rissa al parlamento di Hong Kong
Quattro deputati portati via in barella al temine di una scazzottata scatenata dagli emendamenti di una legge che facilita l’estradizione verso il resto della Cina
Il re della Thailandia sposa la sua hostess
Il re della Thailandia sposa la sua hostess
A 66 anni, Rama X è salito sull’altare per la quarta volta: la fortunata è una ex assistente di volo della Thay Airway. Il paese è in festa
Indonesia: strage di scrutatori
Indonesia: strage di scrutatori
Quasi 300 morti e 2.000 ricoveri fra coloro che devono controllare le schede di 193 milioni di votanti. Le famiglie saranno risarcite
Coppia aggredita da un cervo
Coppia aggredita da un cervo
È successo in Australia: lui è morto per le lesioni, lei è in gravi condizioni in ospedale. L’animale viveva libero nella loro tenuta
Colpo di Stato in Sudan
Colpo di Stato in Sudan
I militari hanno circondato il palazzo presidenziale: il presidente Omar al-Bashir si sarebbe dimesso: teme di finire sotto processo per genocidio. A guidare la protesta una donna misteriosa
L'Ecuador sfratta Assange
L
Via dall'ambasciata di Londra che lo ospita dal 2012 per evitare l'estradizione negli Usa. Il fondatore di WikiLeaks avrebbe pubblicato "false notizie" contro il presidente Moreno che "ora ha perso la pazienza"
Un speranza anche per Manuel
Un speranza anche per Manuel
Un clinico svizzero ha elaborato una tecnica per tentare si superare le lesioni midollari con la tecnica "Stimo". Alcuni pazienti hanno ripreso a camminare. Il caso del nuotatore azzurro sarà esaminato
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden