HA URLATO ALLAH AKBAR POI E' STATO ABBATTUTO

| +++BREAKING NEWS+++Younes Abouyyaqoub, 22 anni, l'autista del Van della strage, individuato a Subirats, a 50 km da Barcellona

+ Miei preferiti
La fuga di Younes Abouyyaqoub, 22 anni, marocchino, l'autore materiale della strage di Barcelona (era ella guida del Van investitore, uccise 15 persone, 90 I feriti) è finita alle 16,08, sotto il piombo dei "Los Mossos d'Esquadra". Era l'unico non ancora catturato della cellula di Ripoll, composta da 12 assassini. Cinque sono morti a Cabrils, uccisi dalla polizia, quattro nello scoppio di Arcanal, mentre maneggiavano esplosivi, l'ultimo oggi. Due sono stati arrestati. E uno sta collaborando con la polizia. Ucciso a Subirats, nelle Alt Penedes, a 54 km di distanza da Barcellona. I robot degli artificieri stanno ancora controllando il cadavere perché, prima di essere falciato, aveva mostrato agli agenti delle forze speciali una cintura esplosiva. Ha urlato "Allah Akbar" e poi è stato abbattuto, come ha precisato, in un tweet, il comando dei "Los Mossos D'Esquadra".

E' stata così ricostruita la sua fuga dopo l'attacco alla Rambla. Abouyaaqoub, sceso dal furgone schiantato contro un'edicola dopo una folle corse di 600 in cui inseguiva i passanti con l'idea di ucciderne il maggior numero possibile, s'è diretto verso il mercado de la Boqueria non lontano dalla Zona Universitaria. Qui ha individuato Pau Pérez, 34 anni,  a bordo della sua Ford Focus fermo in avenida Diagonal.Dopo averlo ucciso con un fendente alla gola per impadronirsi dell'auto e nascosto il suo cadavere nei sedili posteriori, aveva tentato di allontanarsi con la Focus ma era stato bloccato da una agente dei Los Mossos e costretto a fuggire di nuovo a piedi. Per due giorni nessuna traccia, sino alla segnalazione di un cittadino che lo ha visto aggirarsi a piedi nei dintorni di un distributore di benzino, mentre si avvicinava alle case della zona.  Gli investigatori stanno ancora cercando capire come sia arrivato a Subirats, distante 30 minuti di auto da Barcellona. Se ha aveva altri complici e se è riuscito a salire su un mezzo pubblico o un'auto di qualcuno a cui aveva chiesto un passaggio. Alto 1,80, vestito di nero, occhiali da sole, non ha aveva nessuna intenzione di arrendersi. Stava per nascondersi in una vigna. La madre aveva lanciato un appello: "Costituisciti, l'Islam non uccide le persone". Lui non ha seguito il suo consiglio. Era un ragazzo taciturno, diverso dagli altri della cellula. Più riflessivo. Anche il fratello minore è morto nell'agguato di Cambrils. A giugno era stato in Marocco assieme all'Imam che ha creato la cellula dei "terroristi ragazzini". Morto anche Moussa, uno dei fratelli Oukadir, sempre a Cambrils. Dirss, che era stato in Italia nel 2016 ospite di un'amica nel Lazio, è ancora in carcere. S'era consegnato spontaneamente ala polizia dopo l'attentanto, sostenendo che il fratello gli aveva rubato il permesso di soggiorno per noleggiare il Van poi usato per compiere l'attentato.

Mondo
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Senza una terra e privi di ogni diritto, vivono in Birmania, al confine con il Bangladesh, e secondo le Nazioni Uniti sono vittime di una vera pulizia etnica. Ora, il paese asiatico è stato citato a giudizio da 57 Stati diversi
Lo storico napoleonico diventato assassino
Lo storico napoleonico diventato assassino
Oleg Sokolov, 63 anni, celebre in tutto il mondo per i suoi studi napoleonici, ripescato nelle acque del fiume di San Pietroburgo mentre tentava di disfarsi del corpo smembrato della fidanzata 22enne
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Madre, moglie, assidua frequentatrice della parrocchia e professoressa universitaria. Nella realtà una spietata assassina che ha decimato senza pietà la sua famiglia
Condannato un ristoratore schiavista
Condannato un ristoratore schiavista
Dieci anni di galera per il manager di un ristorante in South Carolina che aveva preso di mira un giovane afro-americano con problemi mentali: per anni l’ha picchiato e sopraffatto in ogni modo
Australia, le strane perquisizioni corporali della polizia
Australia, le strane perquisizioni corporali della polizia
Più di 100 fra bambine e ragazze obbligate a spogliarsi totalmente davanti agli agenti. Il rapporto di un’organizzazione getta ombre scure sull’operato degli agenti del Nuovo Galles
Serial killer indiano uccide 10 persone offrendo cibo sacro
Serial killer indiano uccide 10 persone offrendo cibo sacro
Offriva alle sue vittime un piatto tipico della religione indù preparato con forti dosi di cianuro, poi correva a svuotare i loro appartamenti. Aveva problemi economici per un fallimento, e non voleva rinunciare al suo stile di vita
Cina: un selfie in cabina costa la carriera ad un pilota
Cina: un selfie in cabina costa la carriera ad un pilota
Ha fatto entrare in cabina e lasciato il posto ad una giovane che poco dopo ha postato l’immagine sui social. In breve l’immagine è diventata virale, e la compagnia aerea ha preso provvedimenti
Sfiorata un’altra strage di migranti su un tir
Sfiorata un’altra strage di migranti su un tir
La polizia greca ha bloccato a Salonicco un camion frigorifero che trasportava 41 giovani afghani. Nuovi arresti per la strage dell’Essex costata la vita a 39 vietnamiti
Un’amante costa il posto al Ceo di McDonald’s
Un’amante costa il posto al Ceo di McDonald’s
Steve Easterbrook è stato invitato alle dimissioni dal consiglio di amministrazione per una relazione con una dipendente: per quanto fosse consenziente, rappresenta una violazione delle politiche aziendali
L’omicidio che mette in imbarazzo la Germania
L’omicidio che mette in imbarazzo la Germania
Il 23 agosto scorso, l’ex militare ceceno Zelimkhan Khangoshvili viene ucciso in un agguato: era stato minacciato da tempo, ma gli era stata negata ogni protezione. Il sospetto che sia opera dei servizi segreti russi