I bimbi dimenticati in obitorio

| La vicenda è avvenuta a Catherine, in Australia: molte famiglie non hanno i soldi per pagare i funerali

+ Miei preferiti
Corpi di bambini dimenticati negli obitori anche dal 2013. Accade nella città australiana di Katherine, dove sei bambini, nati morti tra il 2013 e il 2017, ancora restano nelle celle frigorifere dell’istituto. Non è un caso isolato e le autorità sanitarie hanno disposto un’inchiesta a vasto raggio. Alla fine alcuni sono stati sepolti a cura dell’amministrazione pubblica, gli altri sono ancora lì, in attesa che i genitori si occupino di loro. Il senatore laburista del NT Labor Malarndirri McCarthy ha denunciato la situazione, definendola “una seria questione di umanità e rispetto per i defunti".

La dirigente della clinica ostetrica dell'ospedale di Katherine, Sara Potter, ha riferito al comitato che esiste un problema su chi deve intervenire, se l’ospedale o i servizi sociali. Il problema è assistere le famiglie in difficoltà, visto che il servizio pubblico non copre i costi dei funerali. 

"Quando un bambino muore, la famiglia dovrebbe essere circondata da un sostegno psicologico e informata sui loro diritti in relazione alla sepoltura di un bimbo, anche in merito all’autopsia. Ma se mancano le risorse allora accade che un bimbo sia lasciato in un obitorio anche per cinque o sei anni, e questa non è una risposta corretta a un problema anche etico e morale”, osserva il parlamentare. Belinda Jennings, consulente ostetrica senior, è ancora più diretta: ”Un bambino potrebbe restare in una camera mortuaria per diversi mesi, ma l’amministrazione dovrebbe mettersi subito in contatto con la famiglia per garantire che sia trattato con rispetto e in modo tempestivo".

Le famiglie ricevono dallo Stato un pagamento una tantum per il lutto pari a 2.199,83 dollari. Ma il costo medio di un funerale si aggira sui 4000 dollari, e molte famiglie non sono in grado di pagare la differenza. Il dipartimento sanitario ammette a "The Guardian" che "ci sono una serie di motivi complessi ed eccezionali  per cui si è creata una situazione insostenibile: va trovata una soluzione in tempi brevi".

Mondo
Le ultime ore di Hong Kong
Le ultime ore di Hong Kong
La decisione sembra presa: Pechino pronta a emanare la legge sulla sicurezza nazionale per la città. La reazione degli Stati Uniti, che a Hong Kong hanno sempre applicato tariffe e controlli diversi rispetto al resto della Cina
Hong Kong torna in piazza
Hong Kong torna in piazza
La città di nuovo invasa dalle proteste, ma ad attendere i manifestanti massicci spiegamenti di polizia ed esercito: segno che Pechino non ha intenzione di tollerare ancora per molto
La pandemia e il nuovo ordine mondiale
La pandemia e il nuovo ordine mondiale
La strategia sempre più caotica e rabbiosa di Trump sta accelerando il divario con gli alleati. E con un’America sempre più isolata, la Cina ha tutto da guadagnare
Nuova Zelanda: settimana lavorativa di 4 giorni
Nuova Zelanda: settimana lavorativa di 4 giorni
La proposta della premier Jacinda Ardern per permettere ai cittadini di riprendersi dal duro lockdown e ridare fiato al turismo, un settore fondamentale per l’economia
In India e Bangladesh arriva la tempesta del secolo
In India e Bangladesh arriva la tempesta del secolo
Ampham, con venti ad oltre 40 km/h, è atteso per mercoledì in zone già duramente colpite dalla pandemia. È il secondo per intensità dopo quello di più di 10 anni fa, che fece oltre 10mila vittime
Taiwan, dal virus passa la strada per l’indipendenza
Taiwan, dal virus passa la strada per l’indipendenza
Il successo dell’isola nella lotta contro il coronavirus ha rafforzato la posizione globale e l’immagine internazionale di Taipei. E questo sta facendo infuriare Pechino
Il lato oscuro del lockdown: centinaia di bambini di madri surrogate bloccati
Il lato oscuro del lockdown: centinaia di bambini di madri surrogate bloccati
In Ucraina, uno dei pochi Paesi in cui la pratica dell’utero in affitto a scopo economico è permesso, decine di bambini restano in attesa delle famiglie adottive, che non possono viaggiare per andare a prenderli
La Francia entra nella Fase 2
La Francia entra nella Fase 2
Con molta cautela e con il Paese diviso in due: zone rosse e verdi. Qualche concessione in più ai cittadini dopo 8 settimane di lockdown
Il virus oltre cortina
Il virus oltre cortina
Ufficialmente la COVID-19 non è entrata in Corea del Nord, anche se non si ha certezza di quanto affermato dal governo con voci di numerosi casi e centinaia di morti. La strategia di lockdown anticipato ed estremo sembra abbia funzionato
Wuhan, il volto triste di una rinascita che non c’è
Wuhan, il volto triste di una rinascita che non c’è
Al di là della retorica trionfalistica di Pechino, la città epicentro del Covid-19 stenta a riprendersi: negozi chiusi, poca gente per strada e la sensazione che tutto si ripeterà presto con una seconda ondata