I nordcoreani costretti a celebrare Kim Jong-il

| Il 16 febbraio di ogni anno, il paese si ferma per ricordare la nascita del leader scomparso nel 2011, padre dell’attuale dittatore. Guai a mancare

+ Miei preferiti
Il 16 febbraio è una data fondamentale per la Corea del Nord, è il giorno in cui i bambini imparano a venerare la dinastia dei Kim che regna da tre generazioni. Ogni anno, puntuale, l’intero Paese rende omaggio a Kim Jong-iI, il padre dell’attuale leader, nell’anniversario della sua nascita. Almeno secondo quanto recita la leggenda, che vuole sia nato nel 1942 in una capanna sul monte Paektu, considerato il luogo di nascita di tutto il popolo coreano. Non sono d’accordo alcuni storici, ovviamente stranieri, che fanno riferimento ad alcuni documenti sovietici secondo i quali Kim Jong-il era discendente di una popolazione siberiana.

Ma non importa, quel che conta è che il 16 febbraio si celebri la dinastia anche se – come quest’anno – fuori ci sono -8°. Tutti in prima fila per assistere allo “Starlight Day”, fra esibizioni di pattinaggio su ghiaccio, parate floreali e vibranti omaggi al leader che nel 2011 è passato a miglior vita, lasciando il posto a Kim Jong-un.

“Nessun figlio o figlia sente stanchezza o freddo quando va a trovare i genitori. E i grandi leader sono visti come i nostri genitori”, dice un uomo che ha accompagnato i due figli, uno decisamente raffreddato.

Un gruppo di bambini spazza le scale che portano al santuario. Davanti alle effigi c’è un’immensa composizione floreale che rappresenta l’omaggio di Kim Jong-un, l’attuale leader che incontrerà il Vietnam il presidente Trump in un summit previsto per la fine di febbraio. Coppie, intere famiglie, file di scolari o di militari avanzano verso le statue: dopo aver deposto un mazzo o un cesto di fiori rispondono alla voce di un altoparlante ripetendo “Rendiamo omaggio”. Dalla sua morte, nel 2011, il corpo imbalsamato di Kim Jong-il riposa in un mausoleo vicino alla capitale.

L’attrice in pensione Ri Cho Cho Ok, 77 anni, si emoziona quando le viene chiesto cosa significasse per lei il leader scomparso. Con la voce tremante dice che le manca: Kim Jong-il l’ha diretta in alcuni film: era un cinefilo appassionato, al punto di sequestrare due stelle del cinema sudcoreano, un regista e un’attrice, per innalzare gli standard delle produzioni del Nord. “Il grande generale mi ha insegnato tutto, passo dopo passo, quando stavo diventando un’attrice - ricorda Ri Cho Cho Ok - e mi ha insignita di molti onori e medaglie. Eppure, quando l’ho incontrato era come se avessi ricevuto tutti gli onori del mondo”.

Mondo
Cina, lo scandalo della coppia di attori e dei figli surrogati
Cina, lo scandalo della coppia di attori e dei figli surrogati
L’attrice e modella Zheng Shuang, è stata accusata dall’ex compagno Zhang Heng di averlo abbandonato negli Stati Uniti con i due figli nati da madri surrogate. E in Cina è esplosa la polemica
Ex allenatore sudcoreano condannato per violenza sessuale
Ex allenatore sudcoreano condannato per violenza sessuale
Il caso Cho Jae-beom è forse solo la punta dell’iceberg dell’ambiente sportivo sudcoreano. Ad accusarlo di stupro diverse atlete, fra cui la campionessa di pattinaggio di velocità su pista Shim Suk-hee
Thailandia: condannata a 43 anni per lesa maestà
Thailandia: condannata a 43 anni per lesa maestà
Una sentenza senza precedenti che alza il livello delle proteste nel Paese asiatico, sempre più convinto della necessità di una profonda riforma della monarchia
Hong Kong, 53 attivisti dell’opposizione arrestati
Hong Kong, 53 attivisti dell’opposizione arrestati
Nella più dura rappresaglia messa in atto dalla nuova legge sulla sicurezza è stato arrestato anche un avvocato americano. Il caso potrebbe scatenare nuove tensioni fra Washington e Pechino
2021, l’anno delle cospirazioni
2021, l’anno delle cospirazioni
Mentre il mondo spera nel vaccino, migliaia di siti e profili spacciano teorie cospirazioniste influenzano milioni di persone. Dopo la campagna contro Bill Gates ora ci sarebbe una lucertola che comanda segretamente il pianeta
Natale nello spazio
Natale nello spazio
Mentre la FAA autorizza il volo commerciale di Santa Claus, gli astronauti a bordo della ISS pensano al pranzo natalizio
Cina, a processo la killer in fuga da 20 anni
Cina, a processo la killer in fuga da 20 anni
Dal 1999, Lao Rongzhi sfuggiva alla giustizia cinese: è accusata degli omicidi di 7 persone, commessi insieme all’allora fidanzato Fa Ziying, condannato a morte e giustiziato
Pakistan, mano pesante contro le violenze sessuali
Pakistan, mano pesante contro le violenze sessuali
Dopo le proteste popolari, il governo ha varato un pacchetto di misure che introduce la castrazione chimica e rende più pesanti le condanne previste, che possono arrivare alla pena di morte
Putin: «Se avessimo deciso di ucciderlo, Navalny sarebbe morto»
Putin: «Se avessimo deciso di ucciderlo, Navalny sarebbe morto»
In una conferenza stampa, il presidente russo affronta diversi argomenti spinosi, a cominciare dal caso dell’attivista avvelenato con il gas nervino. Sfiora le elezioni americane e svela di non avere ancora deciso se ricandidarsi
650 kg di cocaina su una barca fantasma
650 kg di cocaina su una barca fantasma
Si è arenata su una spiaggia delle Marshall Islands, nell’oceano Pacifico, senza nessuno a bordo. Secondo le autorità potrebbe essere rimasta in mare forse due anni