I sacerdoti pedofili di Padre Maciel

| È uno dei primi rapporti su casi di pedofilia nella Chiesa svelati dopo la decisione di papa Francesco di eliminare il segreto pontificio. La squallida vicenda dei “Legionari di Cristo”, di padre Maciel e dei suoi sacerdoti

+ Miei preferiti
Su Marcial Maciel Degollado, prete presbitero-cattolico messicano fondatore della congregazione dei “Legionari di Cristo”, esiste un’ampia letteratura che racconta di abusi e casi di pedofilia su seminaristi, oltre alla relazione prolungata con una donna da cui era nata una figlia, la terza dopo i cinque avuti da altre donne.

Un’esistenza sospesa fra realtà e mito da lui stesso costruito, reso ancora più forte dall’incontro nel tempo con svariati Pontefici, spesso del tutto ignari delle sue attività. Padre Maciel delle sue malefatte non potrà più rispondere: è morto nel 2008, a 88 anni, a Jacksonville, in Florida, dove si era rifugiato dopo aver ricevuto l’ordine dal Vaticano di ritirarsi ad una vita di penitenza dopo decine e decine di accuse.

Ma su di lui le indagini e le inchieste non sono mai cessate. La più recente parla di oltre 60 casi di bambini abusati di persona da padre Maciel, a cui aggiungere altri 33 sacerdoti dell’ordine che dall’anno di fondazione, nel 1941, avrebbero violentato almeno 175 minori. “Ci sono probabilmente molti più casi di abuso di quelli riportati nel rapporto, e le statistiche dovranno essere aggiornate regolarmente”.

Secondo il rapporto, sei dei 33 sacerdoti accusati sono morti senza mai essere processati o costretti a rispondere davanti alla legge, uno solo è stato condannato e uno è attualmente in attesa di giudizio. Altri 18 fanno ancora parte della congregazione, ma sono stati allontanati da incarichi pubblici. Il rapporto aggiunge che 14 dei 33 sacerdoti sono stati anch’essi vittime, il che evidenzia una teoria: “la catena di abusi in cui la vittima di un legionario, col tempo, diventa a sua volta un aggressore”.

Diversi uomini hanno accusato pubblicamente Maciel di averli aggrediti sessualmente mentre erano in seminario, fra gli anni Quaranta e i Sessanta. All’epoca, Maciel negò tutto in modo fermo: “Non ho mai avuto il tipo di comportamento ripugnante di cui questi uomini mi accusano”.

Nel 2006, papa Benedetto XVI gli ordinò di ritirarsi come capo dei Legionari di Cristo per via del numero crescente di accuse, ignorate dal suo predecessore Giovanni Paolo II quando erano emerse per la prima volta. 

Il rapporto è una delle prime conseguenze della decisione di togliere il segreto pontificio ai casi di pedofilia presa martedì scorso da Papa Francesco. Fino ad allora, la Chiesa aveva tenuto segreti i casi di abuso sessuale, per quella che definiva la necessità di proteggere la privacy delle vittime e la reputazione dell’imputato.

Galleria fotografica
I sacerdoti pedofili di Padre Maciel - immagine 1
I sacerdoti pedofili di Padre Maciel - immagine 2
I sacerdoti pedofili di Padre Maciel - immagine 3
Mondo
Apre la pancia della moglie per controllare il sesso del nascituro
Apre la pancia della moglie per controllare il sesso del nascituro
Pradesh, dove un uomo ha usato una falce per verificare il sesso del bambino che sarebbe nato a breve. Il Paese combatte da tempo contro una disuguaglianza sociale che sta scombinando la parità dei sessi
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Spina nel fianco e voce controcorrente, Ren Zhiqiang è stato condannato a 18 anni di carcere per reati legati alla corruzione. Non è la prima volta che ha guai con la giustizia per le critiche verso il presidente cinese
La Russia proverà ancora a uccidere Navalny
La Russia proverà ancora a uccidere Navalny
Secondo i servizi segreti della Nato, Putin ha solo rimandato l’intenzione di eliminare il suo principale antagonista, scampato al tentativo di avvelenamento da Novichock
Hong Kong, teorie e poche verità sulla morte di un’adolescente
Hong Kong, teorie e poche verità sulla morte di un’adolescente
La tragica fine di Chan Yin-lam è diventata una calamita per le cospirazioni, ma ha messo a nudo i profondi problemi del funzionamento della metropoli cinese teatro di scontri violenti, in cui i giovani pagano il prezzo più alto
La Thailandia è stanca di re Rama X
La Thailandia è stanca di re Rama X
Capriccioso, accentratore, ricchissimo, il sovrano vive stabilmente in Germania ma ha ampliato i possedimenti diventando uno degli uomini più ricchi del mondo. Ma a Bangkok la gente sta per scendere in piazza per dire basta
Il giallo di Bollywood
Il giallo di Bollywood
La strana morte di Sushant Singh Rajput e le manette ai polsi dell’ex fidanzata Rhea Chakraborty: gli ingredienti del giallo che sta appassionando l’India
Non c’è vita sotto le macerie di Beirut
Non c’è vita sotto le macerie di Beirut
Dopo tre giorni di tentativi spasmodici, i soccorritori ammettono che si è trattato di un falso allarme: “Trovare qualcuno ancora in vita è molto difficile”
Beirut, ad un mese dall’esplosione
tracce di vita sotto le macerie
Beirut, ad un mese dall’esplosione<br>tracce di vita sotto le macerie
Secondo i media locali, le apparecchiature delle squadre di soccorso avrebbero rilevato “un battito cardiaco” sotto le macerie di un palazzo crollato nei dintorni del deposito esploso il 4 agosto scorso
Sudafrica, la polizia uccide un ragazzino Down di 16 anni
Sudafrica, la polizia uccide un ragazzino Down di 16 anni
Nathaniel Julius stava andando a comprare dei biscotti quando si è imbattuto in una pattuglia. Per la famiglia è stata un’esecuzione, perché il ragazzino non rispondeva alle loro domande. E Johannesburg esplode di rabbia
Il premier giapponese Shinzo Abe prossimo alle dimissioni
Il premier giapponese Shinzo Abe prossimo alle dimissioni
Piegato da problemi di salute e con la popolarità ai minimi storici per la gestione della pandemia, il premier più longevo della storia nipponica annuncerà a breve la propria rinuncia