Il Boeing 737 MAX 8
fermo in tutto il mondo

| Finora 26 fra Paesi e compagnie aeree hanno disposto il blocco dei 737 in attesa dei responsi della commissione d段nchiesta. Dopo il crollo in borsa, la Boeing ha avviato un aggiornamento di software e procedure

+ Miei preferiti
Il verdetto di Wall Street è stato spietato: le azioni Boeing crollano come avvenne nel 2001, dopo le Torri Gemelle, mentre 26 compagnie aeree tengono a terra i 737 Max, in tutte le versioni, in attesa di un verdetto tecnico sul pericolo costituito dal mal funzionamento dei software di bordo. Dei 350 in servizio, 161 restano operativi e 175 quelli bloccati a terra. Dopo il Regno Unito, fra i primi paesi a bandire i Boeing 737 dal proprio spazio aereo, anche la “Lion Air” indonesiana, l’autorità della Malaysia, “Aerolinas Argentinas”, l’indiana “Jet Airways”, Air Mexico, la brasiliana “Gol”, la sudcoreana “Eastar Jet”, l’Australia, la Cina, le Cayman, la Germania, la Francia, la Mongolia, la Turchia, Dubai, l’Oman e Singapore - hub fra i più strategici in Asia - hanno disposto lo stop, seguiti poco dopo dall’Easa, l’agenzia europea per la sicurezza aerea. In Italia, il blocco operativo dei 737 Max scatterà dalle 21 di questa sera, come sottolineato dall’Enac.

Un crollo verticale che, prima ancora che arrivasse la richiesta ufficiale da parte della “Federal Aviation Administration” americana, ha indotto la Boeing ad assicurare ad un aggiornamento del software e al sistema di controllo MCAS (Maneuvering Characteristics Augmentation System), dell’intera flotta dei 737 Max 8. 

Nessuna sospensione al contrario per gli Stati Uniti e per la compagnia aerea nazionale delle Fiji, che ha dichiarato di avere “piena fiducia” nell'aeronavigabilità della sua flotta e di essere a “stretto contatto con la Boeing” dopo l’incidente di domenica in Etiopia. “I nostri piloti e il personale di cabina del Boeing 737 ricevono un ampio addestramento a terra e al simulatore, oltre all’addestramento obbligatorio per il MAX 8 da parte del costruttore. Le Fiji Airways sono e rimarranno pienamente conformi alla direttiva di aeronavigabilità della FAA. Continuiamo a garantire che il nostro programma di manutenzione e addestramento per piloti e ingegneri soddisfi i più elevati standard di sicurezza. La sicurezza dei nostri passeggeri e del nostro equipaggio è e sarà sempre la nostra priorità numero uno”.

Il senatore statunitense Richard Blumenthal ha invitato le autorità americane a mettere a terra tutti i 737 MAX 8 “fino a quando la FAA non potrà assicurare ai viaggiatori americani che questi aerei sono sicuri. L’incidente del volo 302 dell’Ethiopian Airlines è la seconda tragedia devastante e allarmante che ha coinvolto i nuovi 737 MAX 8 della Boeing in meno di cinque mesi. Questi due incidenti mettono seriamente in discussione la sicurezza di questi aerei”, ha detto Blumenthal in un comunicato. “La FAA e l’industria aerea devono agire rapidamente e con decisione per proteggere i viaggiatori, i piloti e gli assistenti di volo americani. Questi aerei devono essere messi a terra immediatamente, e le compagnie aeree dovrebbero lavorare rapidamente per ridurre al minimo le interruzioni e accogliere i clienti il cui viaggio è influenzato. La FAA ha rifiutato di lasciare a terra i Boeing negli Stati Uniti, dicendo che gli investigatori non hanno ancora determinato se la tragica fine del volo Ethiopian Airlines è correlata ai problemi che hanno determinato il disastro dello scorso anno al volo della Lion Air.

“L’indagine è appena iniziata e ad oggi non ci sono stati forniti dati per trarre conclusioni o intraprendere azioni”, ha dichiarato un portavoce della FAA, che precisa però di ritenere necessario rendere obbligatorio l’aggiornamento del software Boeing per la flotta 737 MAX entro il mese prossimo, in risposta all’incidente Lion Air, in Indonesia, costato la vita a 189 persone.

Da Addis Abeba, la Ethiopian Airlines ha fatto sapere che occorrono almeno altri cinque giorni per identificare i resti delle vittime e riconsegnarli alle famiglie.

Mondo
L棚raq accoglie Francesco,
il Papa che vuole cambiare la storia
L棚raq accoglie Francesco,<br>il Papa che vuole cambiare la storia
Poche ore all段nizio del primo viaggio di un Pontefice in una terra martoriata da guerre e terrorismo, dove essere cristiani significa rischiare la vita ogni giorno. Imponenti le misure di sicurezza
Nuovi guai per la Boeing
Nuovi guai per la Boeing
Dopo l弾splosione dell誕ereo decollato da Denver, l誕utorit americana dell誕viazione civile vuole fare chiarezza: possibile un difetto alle ventola del reattore, che potrebbe costringere a terra diversi aerei
Gran Bretagna: porte aperte agli esuli di Hong Kong
Gran Bretagna: porte aperte agli esuli di Hong Kong
Secondo gli esperti, 300mila persone potrebbero lasciare la citt scegliendo di vivere, studiare e lavorare nel Regno Unito. La via d置scita offerta da un nuovo visto creato appositamente per gli abitanti dell弾x colonia britannica
Iran: impiccata anche se era gi morta
Iran: impiccata anche se era gi morta
Zahra Esmaili, condannata a morte per l弛micidio del marito violento, non ha retto allo spettacolo terribile di 16 impiccagioni prima della sua, morendo di infarto. Ma i boia hanno voluto appenderla ugualmente al cappio
Latifa, la principessa rinchiusa nel castello
Latifa, la principessa rinchiusa nel castello
Era svanita nel 2018, bloccata poco prima di riuscire a raggiungere l丹man, da cui voleva fuggire negli Stati Uniti. Ora, grazie ad un cellulare, ha raccontato in alcuni video la sua prigionia chiedendo l誕iuto internazionale
Australia: la strana vicenda della ragazza chiusa nel bagagliaio
Australia: la strana vicenda della ragazza chiusa nel bagagliaio
Nisha Phillips, 24 anni, riesce a far passare la mano chiedendo aiuto attraverso un fanale dell誕uto dove altre due ragazze l誕vevano rinchiusa
Il presidente delle Olimpiadi di Tokyo verso le dimissioni
Il presidente delle Olimpiadi di Tokyo verso le dimissioni
Le frasi sessiste rivelate dai media non sono andate gi al comitato organizzatore, deciso a chiedere la testa dell弾x premier 83enne Yoshiro Mori
Kobe Bryant: lo schianto fu un errore del pilota
Kobe Bryant: lo schianto fu un errore del pilota
ネ durata un anno, l段nchiesta federale che ha analizzato tutti i dati disponibili, arrivando alla conclusione che per le condizioni meteo il volo doveva essere annullato
Myanmar, le proteste dilagano
Myanmar, le proteste dilagano
Malgrado il blocco totale di internet per impedire alle proteste di organizzarsi, migliaia di persone continuano scendere in piazza chiedendo la liberazione di Aung San Suu Kyi
Muore all段mprovviso il medico che aveva salvato Navalny
Muore all段mprovviso il medico che aveva salvato Navalny
L檀a comunicato in via ufficiale la struttura dove lavorava il medico 55enne, senza aggiungere nulla sulle cause della morte. Gelo fra Mosca e Bruxelles