Il fenomeno del "Batmanning": i pipistrelli umani sono fra noi

| Sembra un termine difficile, ma è quanto di più semplice possa apparire: è sufficiente appendersi a testa in giù restando immobili. Un'esperienza che spesso si conclude al traumatologico, ma che piace sempre di più

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Sinceramente, anche mettendocela tutta, ci sono fenomeni terreni che sfuggono all'umana comprensione: discipline che nascono chissà dove, per merito di chissà chi, e che grazie alla rete finiscono per rimbalzare ovunque facendo proseliti, ma più che altro lasciando in chi si trova ad osservarli un dubbio di quelli tosti: dove andremo a finire? In questo caso, la risposta è l'unica cosa certa: a terra. Sì, perché il "Batmanning" non è altro che un nuovo modo, tutt'altro che comodo, di appendersi a testa in giù, a mo' di pipistrello, aspettando che i piedi cedano per rovinare a terra, a volte con un trauma cranico ad attendere, altre - quando va bene - con un sonoro bernoccolo.

Anzi, chi è bene informato dice che il "Batmanning" sia una variante molto più scenografica del "Planking", che a sua volta - prestate attenzione, perché si fa dura - indica l'azione di coloro che si sdraiano per terra rimanendo immobili a faccia in giù, nel tentativo di imitare una tavola, appunto.

Che senso abbia anche questa attività è difficile delinearlo con sicurezza, specie senza un conforto psicanalitico, ma sta di fatto che i delusi del "Planking" (per quanto disarmante, pare ce ne siano), si sono inventati il "Batmanning", che orgogliosamente si sta diffondendo a macchia d'olio in tutto il pianeta, per la gioia dei centri traumatologici e degli ortopedici.

Precisazione doverosa: anche se all'apparenza sembra una cosa semplice, il "Batmanning" è un esercizio da sconsigliare nella maniera più assoluta. Serve una grande forza fisica per sorreggere il peso del corpo con i piedi, ed un sostegno abbastanza robusto da non cedere e un gran senso dell'equilibrio, perché bastano pochi millimetri in più o in meno per compromettere la buona riuscita dell'impresa e battere la cervice sul cotto toscano di casa.

Ah, quasi dimenticavamo: così come il "Planking", anche il "Batmanning" uno scopo in effetti ce l'ha, per quanto discutibile: fotografarsi o filmarsi e pubblicare immediatamente tutto sul proprio profilo o su Youtube, e a quel punto aspettare che qualcuno risponda "fantastico, voglio provarci anche io".

Mondo
Coppia aggredita da un cervo
Coppia aggredita da un cervo
È successo in Australia: lui è morto per le lesioni, lei è in gravi condizioni in ospedale. L’animale viveva libero nella loro tenuta
Colpo di Stato in Sudan
Colpo di Stato in Sudan
I militari hanno circondato il palazzo presidenziale: il presidente Omar al-Bashir si sarebbe dimesso: teme di finire sotto processo per genocidio. A guidare la protesta una donna misteriosa
L'Ecuador sfratta Assange
L
Via dall'ambasciata di Londra che lo ospita dal 2012 per evitare l'estradizione negli Usa. Il fondatore di WikiLeaks avrebbe pubblicato "false notizie" contro il presidente Moreno che "ora ha perso la pazienza"
Un speranza anche per Manuel
Un speranza anche per Manuel
Un clinico svizzero ha elaborato una tecnica per tentare si superare le lesioni midollari con la tecnica "Stimo". Alcuni pazienti hanno ripreso a camminare. Il caso del nuotatore azzurro sarà esaminato
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden
L’eroe di Christchurch
L’eroe di Christchurch
Si è lanciato contro l’attentatore, impedendogli di ripetere la strage che aveva appena compiuto nella prima moschea. Rifugiato afghano, racconta di aver agito d’impulso, sperando di salvare più persone possibili
Kalashnikov è diventato un drone
Kalashnikov è diventato un drone
L’azienda che porta il nome dell’inventore dell’AK-47 ha appena presentato un drone militare: può portare 3 kg di esplosivo a 130 km/h. Per gli esperti sono le prime avvisaglie della guerra tecnologica 3.0
Rom, apolidi e incontrollabili
Rom, apolidi e incontrollabili
Secondo il Cir, il nuovo decreto sicurezza allunga i tempi per ottenere la cittadinanza italiana sino a 4 anni. I Rom bloccati in un limbo
Manager Huawei fa causa al Canada
Manager Huawei fa causa al Canada
Gli Usa pronti a chiederne l'estradizione. La rabbia dei cinesi: "Grave incidente diplomatico". Meng Whanzou accusata di avere violato le sanzioni all'Iran