Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi

| Ieri attentato al centro stampa della minoranza sciita a Kabul, rivendicato della fazione sunnita Isis, alla ricerca di nuove aree da colpire dopo le sconfitte in Siria e Iraq. Prima altri 200 morti in una serie di episodi terroristici

+ Miei preferiti
L'agenzia ufficiale dell'Isis, Aamaq, ha rivendicato l'attacco suicida di ieri (tre bombe su un solo kamikaze) in cui sono morte 43 persone, con decine di feriti alcuni gravissimi. Testimoni oculari raccontano che un primo ordigno è esploso provocando le prime vittime nel fabbricato che ospita  le foermazioni vicine all'Irtan; poi altri due scoppi all'esterno, quando stavano accorrendo i soccorritori, gli amici e i famliari delle persone ancora intrappolate sottob le macerie. Dopo poche ore il portavoce del governo afghano Najib Danish ha precisato che non è stato aconra posisbile sapere quanti attacchi suicido sono avvenuti nell'area colpita.



Aamaq ha sostenuto che il centro era stato fondato dall'Iran e che viene utilizzato per proagare il credo sciita nella nazione. Ali Rheza Ahmadi, un giornalista dell'agenzia presa di mira, ha detto alla Associated Press che era nel suo ufficio quando l'esplosione ha semi-distrutto l'edificio, fiamme sono poi divampate dalle cantine sino ai piani superiori. Molti feriti presentano gravissime ustione. Il governo afghano ha dato la sua solidarietà alle vittime dell'ennesimo attentato islamista.



 Ma nei mesi scorsi un'altra scia di sangue. In una serie di sette attentati registrati in Afghanistan ad ottobre erano morte altre 200 persone, tra cui decine di bambini.. Un uomo armato era riuscito a infiltrarsi  in una moschea in un quartiere a maggioranza sciita, aprendo dapprima il fuoco, quindi facendosi saltare in aria. Il bilancio ancora provvisorio dell’attacco – che è stato rivendicato dal gruppo Stato Islamico – parla di 56 morti e 55 feriti. Quasi contemporaneamente, una moschea sunnita è stata presa di mira nella provincia di Ghor, al centro del paese. In questo caso il ministero dell’Interno afgano ha parlato di 20 persone uccise e di una decina di feriti, ma le autorità locali già indicano “almeno 30 vittime”. In questo caso l’attentato non è stato rivendicato. Altre decine di morti, in diverse località a causa di una serie di attacchi suicidi. 



Nei giorni precedenti, almeno altre 41 persone (di cui 20 civili) avevano perso la vita a Gardez, nella provincia sud-orientale di Paktiya, che ospita un importante centro di addestramento della polizia. La paternità della strage è stata rivendicata dai talebani, che hanno organizzato un assalto durato ben cinque ore, nel corso del quale sono stati feriti più di 110 civili. Altre 25 persone appartenenti alle forze dell’ordine sono morte nella stessa regione in seguito all’esplosione di un camion bomba.

 

 
Galleria fotografica
Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi - immagine 1
Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi - immagine 2
Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi - immagine 3
Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi - immagine 4
Mondo
Lacrimogeni a Hong Kong
contro una manifestazione
Lacrimogeni a Hong Kong<br>contro una manifestazione
La polizia antisommossa ha lanciato numerosi gas per disperdere i manifestanti che per il settimo fine settimana consecutivo protestano contro il governo e la Cina
Star della TV russa si massacra un occhio
Star della TV russa si massacra un occhio
Valeria Khusnutdinova, giovanissima star di un reality di grande successo, è tornata a casa ubriaca e ha tentato di togliersi la lente a contatto, provocandosi dei danni seri
Dove si muore di più
Dove si muore di più
Un rapporto di un’agenzia dell’Onu ha esaminato i dati globali delle morti violente nel mondo intero. Si muore di più in Sudamerica, anche se per diverse zone del pianeta è ancora difficile avere stime precise
Massacro in Papua Nuova Guinea
Massacro in Papua Nuova Guinea
Almeno 24 persone barbaramente uccise in scontri tribali che infiammano una delle regioni più remote del paese. Il premier promette giustizia
Canada: assolto per due stupri
Canada: assolto per due stupri
L’incredibile vicenda processuale del tribunale di Ottawa: la versione di un uomo accusato di stupro e violenza da due donne, è stata ritenuta dal giudice la più attendibile
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Il gruppo pentastellato ancora alla ricerca di un partner in Europa per contare qualcosa, anche se poco. Dopo il No di mezzo Parlamente, Farage, teorico della Brexit sembrerebbe orientato ad accoglierli. Ma è un guaio lo stesso
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha diffuso un report sui movimenti del 2018: numeri impressionanti
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
In un villaggio russo si è consumata una tragedia che ha come vittima una giovane di 24 anni, madre di bimbi piccoli, e un uomo sposato che voleva impedirle di raccontare ogni cosa a sua moglie
Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India
Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India
300mila persone evacuate per il secondo ciclone tropicale dell’anno: attesi venti fino a 175 km/h, con forti piogge e allagamenti
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Faceva parte dei “Mongrel Mob”, una delle più feroci gang di bikers del mondo, e si è fatto tatuare il volto con la parola “Notorius”. Ed ora trova difficile essere accettato