Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi

| Ieri attentato al centro stampa della minoranza sciita a Kabul, rivendicato della fazione sunnita Isis, alla ricerca di nuove aree da colpire dopo le sconfitte in Siria e Iraq. Prima altri 200 morti in una serie di episodi terroristici

+ Miei preferiti
L'agenzia ufficiale dell'Isis, Aamaq, ha rivendicato l'attacco suicida di ieri (tre bombe su un solo kamikaze) in cui sono morte 43 persone, con decine di feriti alcuni gravissimi. Testimoni oculari raccontano che un primo ordigno è esploso provocando le prime vittime nel fabbricato che ospita  le foermazioni vicine all'Irtan; poi altri due scoppi all'esterno, quando stavano accorrendo i soccorritori, gli amici e i famliari delle persone ancora intrappolate sottob le macerie. Dopo poche ore il portavoce del governo afghano Najib Danish ha precisato che non è stato aconra posisbile sapere quanti attacchi suicido sono avvenuti nell'area colpita.



Aamaq ha sostenuto che il centro era stato fondato dall'Iran e che viene utilizzato per proagare il credo sciita nella nazione. Ali Rheza Ahmadi, un giornalista dell'agenzia presa di mira, ha detto alla Associated Press che era nel suo ufficio quando l'esplosione ha semi-distrutto l'edificio, fiamme sono poi divampate dalle cantine sino ai piani superiori. Molti feriti presentano gravissime ustione. Il governo afghano ha dato la sua solidarietà alle vittime dell'ennesimo attentato islamista.



 Ma nei mesi scorsi un'altra scia di sangue. In una serie di sette attentati registrati in Afghanistan ad ottobre erano morte altre 200 persone, tra cui decine di bambini.. Un uomo armato era riuscito a infiltrarsi  in una moschea in un quartiere a maggioranza sciita, aprendo dapprima il fuoco, quindi facendosi saltare in aria. Il bilancio ancora provvisorio dell’attacco – che è stato rivendicato dal gruppo Stato Islamico – parla di 56 morti e 55 feriti. Quasi contemporaneamente, una moschea sunnita è stata presa di mira nella provincia di Ghor, al centro del paese. In questo caso il ministero dell’Interno afgano ha parlato di 20 persone uccise e di una decina di feriti, ma le autorità locali già indicano “almeno 30 vittime”. In questo caso l’attentato non è stato rivendicato. Altre decine di morti, in diverse località a causa di una serie di attacchi suicidi. 



Nei giorni precedenti, almeno altre 41 persone (di cui 20 civili) avevano perso la vita a Gardez, nella provincia sud-orientale di Paktiya, che ospita un importante centro di addestramento della polizia. La paternità della strage è stata rivendicata dai talebani, che hanno organizzato un assalto durato ben cinque ore, nel corso del quale sono stati feriti più di 110 civili. Altre 25 persone appartenenti alle forze dell’ordine sono morte nella stessa regione in seguito all’esplosione di un camion bomba.

 

 
Galleria fotografica
Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi - immagine 1
Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi - immagine 2
Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi - immagine 3
Terrore Afghanistan: 240 morti in 3 mesi - immagine 4
Mondo
Io ero Mia
Io ero Mia
La vicenda di una giovane americana di origini libanesi che per due anni è stata una stella del porno. Una scena hard girata con il hijab le è valsa la condanna a morte dei gruppi terroristici
Scoperto un giro di pedofilia nelle scuole afghane
Scoperto un giro di pedofilia nelle scuole afghane
Secondo l’organizzazione umanitaria che ha denunciato il caso, il traffico potrebbe essere responsabile di abusi si più di 500 ragazzi. Ma per evitare il disonore le vittime tacciono, e i responsabili non vengono nemmeno accusati
Cina: 51 bimbi feriti nell’attacco ad una scuola materna
Cina: 51 bimbi feriti nell’attacco ad una scuola materna
Un uomo si è arrampicato sul tetto della scuola e spruzzato soda caustica su bambini e insegnanti. Fermato poco dopo, ha raccontato di averlo fatto in segno di protesta
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Senza una terra e privi di ogni diritto, vivono in Birmania, al confine con il Bangladesh, e secondo le Nazioni Uniti sono vittime di una vera pulizia etnica. Ora, il paese asiatico è stato citato a giudizio da 57 Stati diversi
Lo storico napoleonico diventato assassino
Lo storico napoleonico diventato assassino
Oleg Sokolov, 63 anni, celebre in tutto il mondo per i suoi studi napoleonici, ripescato nelle acque del fiume di San Pietroburgo mentre tentava di disfarsi del corpo smembrato della fidanzata 22enne
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Madre, moglie, assidua frequentatrice della parrocchia e professoressa universitaria. Nella realtà una spietata assassina che ha decimato senza pietà la sua famiglia
Condannato un ristoratore schiavista
Condannato un ristoratore schiavista
Dieci anni di galera per il manager di un ristorante in South Carolina che aveva preso di mira un giovane afro-americano con problemi mentali: per anni l’ha picchiato e sopraffatto in ogni modo
Australia, le strane perquisizioni corporali della polizia
Australia, le strane perquisizioni corporali della polizia
Più di 100 fra bambine e ragazze obbligate a spogliarsi totalmente davanti agli agenti. Il rapporto di un’organizzazione getta ombre scure sull’operato degli agenti del Nuovo Galles
Serial killer indiano uccide 10 persone offrendo cibo sacro
Serial killer indiano uccide 10 persone offrendo cibo sacro
Offriva alle sue vittime un piatto tipico della religione indù preparato con forti dosi di cianuro, poi correva a svuotare i loro appartamenti. Aveva problemi economici per un fallimento, e non voleva rinunciare al suo stile di vita
Cina: un selfie in cabina costa la carriera ad un pilota
Cina: un selfie in cabina costa la carriera ad un pilota
Ha fatto entrare in cabina e lasciato il posto ad una giovane che poco dopo ha postato l’immagine sui social. In breve l’immagine è diventata virale, e la compagnia aerea ha preso provvedimenti