In Florida gli “school marshall”

| A buona parte della politica piace la proposta di armare i professori, mentre altri rispondono che sarebbe più opportuno affidare il controllo a veri agenti

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Il mondo ha sorriso sdegnato, all’idea di Trump di armare gli insegnanti contro le stragi nelle scuole. Anzi, a dire il vero non proprio tutto il mondo ha trovato la soluzione assurda: ai politici della Florida, ad esempio, stato che ha fatto da scenario all’ultima strage, quella del liceo di Parkland costata la vita a 17 fra ragazzi e insegnanti, la trovata del presidente è piaciuta tanto.

Malgrado la ferma opposizione di Rick Scott, governatore del “Sunshine State”, diverse commissioni hanno dato un via libera sempre più convinto alla proposta, insieme alla necessità di alzare l’età minima per acquistare un’arma età, da passare a 21 anni, invece dei 18 attuali, e tre giorni di attesa prima di poterla ritirare. Si suppone perché qualcuno verifichi se è il caso o meno.

Fra i più fermi sostenitori della necessità di avere professori-pistoleri il deputato José Oliva, che più volte ha ribadito la sua tesi: “Gli insegnanti sono l’ultima linea difensiva, vanno attrezzati come si deve per varare la figura dello ‘school marshall’”. Unico dettaglio proprio il “come si deve”, che qualcuno ha già monetizzato: 67 milioni di dollari, buona parte dei quali spesi per insegnare ai professori a posare il gessetto e impugnare una “Smith & Wesson”. E i conti non migliorano nemmeno per la seconda proposta di Trump: dotare ogni scuola di agenti con compiti di vigilanza e prevenzione, oltre ad aumentare l’assistenza e il contro ai soggetti con disturbi mentali. In questo caso, i conti salirebbero a 400 milioni di dollari.

Per le leggi statali della Florida, se la proposta andasse avanti, ogni distretto potrebbe decidere se armare o meno il corpo insegnante. Di diverso avviso il Senato, secondo cui la figura degli “school marshall” non può prescindere da un’approvazione che tenga conto del parere dello sceriffo.

 

Mondo
Le promesse ambientali del G7
Le promesse ambientali del G7
I leader mondiali hanno concordato sull’urgenza di agire per salvare il pianeta. Ma senza fatti concreti: a quattro mesi dal COP 26 mancano ancora date e strategie
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
Un’inchiesta top secret svelata dai media avrebbe individuato 150 dipendenti della compagnia aerea australiana appartenenti a gang di bikers attive nel traffico di stupefacenti
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Si tratta per lo più di aborigeni, e alcuni avevano pochi anni. La macabra scoperta è arrivata dopo anni di indagini e segnalazioni. Per il premier Trudeau è “una pagina sconcertante nella storia del nostro Paese”
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Saki Sudo, 22 anni, ha ucciso il miliardario 77enne Kosuke Nozaki somministrandogli massicce dosi di droghe stimolanti. La polizia l’ha arrestata dopo anni di indagini
Riappare la principessa Latifa
Riappare la principessa Latifa
La figlia dello sceicco di Dubai, per cui si sono mosse anche le Nazioni Uniti, è comparsa all’improvviso in un paio di foto postate su Instagram. E' la prova che sia ancora in vita, ma non dice nulla sulle sue condizioni
La moglie manesca dell’ambasciatore
La moglie manesca dell’ambasciatore
Xiang Xueqiu, consorte dell’ambasciatore del Belgio in Corea del Sud, ha chiesto l’immunità diplomatica prima di essere accusata di aggressione dalla commessa di un negozio di abbigliamento
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Colpevole di estremismo, Olga Misik dovrà scontare 2 anni 9 mesi di arresti domiciliari. Insieme a lei condannati altri due giovani per vandalismo
Strage in una scuola in Russia
Strage in una scuola in Russia
Scene simili a quelle americane a Kazan, una città a 1000 km da Mosca: un 19enne ha ucciso 9 persone prima di essere fermato. Putin invoca una maggior stretta sulle armi
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Questa la versione dell’agenzia spaziale di Pechino, accusata di aver realizzato un booster destinato a tornare sulla Terra senza controllo
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
I detriti del Long March 5B dovrebbero rientrare nel giro delle prossime ore, ma nessuno sa con precisione dove e quando. I cinesi minimizzano, tutti gli altri sono preoccupati