Indonesia: strage di scrutatori

| Quasi 300 morti e 2.000 ricoveri fra coloro che devono controllare le schede di 193 milioni di votanti. Le famiglie saranno risarcite

+ Miei preferiti
Con oltre 270 milioni di abitanti, anche se il numero dei votanti si limita a 193 milioni, le elezioni in cui lo scorso 17 aprile si è votato in Indonesia per le presidenziali e i parlamenti nazionali e regionali, si sono trasformate in tragedia. Negli 800mila seggi sparsi in tutto il paese, ogni elettore aveva diritto a cinque schede, che moltiplicate per gli aventi diritto fanno una mole impressionante di lavoro per gli scrutatori, anche se per l'occasione ne sono stati assunti 7milioni. Se a questo si aggiunge che l’affluenza ha superato l’80%, è facile capire il motivo per cui Arief Piyo Susanto, portavoce della commissione per le elezioni generali, era piuttosto in imbarazzo. È toccato a lui rivelare che 272 scrutatori sono morti durante le operazioni di spoglio e altri 1.878 si sono ammalati. Colpa del superlavoro e della fretta di avere i risultati, che ha costretto gli scrutatori a turni lunghissimi, anche notturni, fino a sfiancarli.

La commissione, ha aggiunto il portavoce, intende risarcire le famiglie delle vittime con 36 milioni di rupie, circa 2.200 euro a defunto, una cifra bassa da queste parti, ma che in Indonesia equivale allo stipendio base di un anno di lavoro.

Per dovere di cronaca i due candidati, il presidente uscente Joko Widodo e il sfidante Prabowo Subianto, continuano a proclamarsi vincitori. Ma vista la strage di scrutatori, prima del prossimo 22 maggio non sarà possibile sapere chi ha ragione.

Mondo
L’inferno di Beirut
L’inferno di Beirut
L’esplosione di un deposito di nitrato di ammonio scuote la capitale libanese: centinaia di morti e feriti. Il presidente un’inchiesta immediata, mentre Trump lancia il sospetto di un attentato. Solidarietà e aiuti da tutto il mondo
Il ritorno delle teorie cospirazioniste,
dal Pizzagate a QAnon
Il ritorno delle teorie cospirazioniste,<br>dal Pizzagate a QAnon
La prima circola da tempo in America, e vorrebbe politici come Hillary Clinton coinvolti in un traffico di esseri umani che ha base in una pizzeria. La seconda è una dottrina di estrema destra che inneggia al potere del “deep state”
India, la doppia vita del medico serial killer
India, la doppia vita del medico serial killer
Un medico ayurvedico indiano travolto dai debiti, entra nel giro del traffico d’organi e individua nei giovani tassisti i corpi migliori da svuotare. Ha confessato oltre 50 omicidi
Kim Yong un:
«Mai più guerre grazie all’atomica»
Kim Yong un:<br>«Mai più guerre grazie all’atomica»
Il leader nordcoreano convinto di aver messo il suo Paese al riparo da intromissioni straniere grazie al massiccio armamento balistico nucleare. Timide aperture verso un nuovo summit con Trump
USA-Cina, la nuova guerra fredda
USA-Cina, la nuova guerra fredda
Ai rapporti diplomatici vicini ai minimi storici, si aggiungono provocazioni come le rispettive chiusure di due consolati, uno in America e l’altro in Cina. Timori per un nuovo conflitto
El Chapo spera nell’appello
El Chapo spera nell’appello
Il team legale che difende l’ex capo del cartello di Sinaloa mostra ottimismo: “Potrebbe uscire di galera”. Ma la replica della giustizia americana non lascia molte speranze: “Ci sono montagne di prove che lo incastrano per sempre”
Australia: stuprato dal branco a 5 anni
Australia: stuprato dal branco a 5 anni
Quattro ragazzini con meno di 13 avrebbero violentato un bambino sulla spiaggia di Napranum, nel Queensland, non distante da una comunità aborigena. Non è il primo episodio, e la tensione sale
Suicida una giovane triatleta sudcoreana
Suicida una giovane triatleta sudcoreana
Choi Suk-hyeon era vittima di abusi da anni: la picchiavano e la umiliavano fin quando non ha retto più. Il compitato olimpico nega, ma il caso finirà per avere conseguenze molto pesanti
Australia, lockdown per 300mila persone
Australia, lockdown per 300mila persone
Alcune zone periferiche di Melbourne tornano sotto il blocco per arginare la comparsa di 73 nuovi casi che fanno tenere l’inizio di una seconda ondata
Muore mentre assiste allo stupro delle nipoti
Muore mentre assiste allo stupro delle nipoti
Una donna di 71 anni costretta ad assistere alla violenza di un uomo sulle tre nipoti, è morta per attacco cardiaco. Le violenze contro donne e bambini in Sudafrica hanno raggiunto livelli di guardia