Iran, il Boeing abbattuto da due missili

| È l’ipotesi a cui sono giunti diversi Paesi, anche attraverso notizie delle intelligence. L’Iran nega con forza: nessun missile partito per sbaglio

+ Miei preferiti
Nessun guasto, nessun errore umano: i sospetti sul Boeing 737-800 caduto pochi minuti dopo la partenza dall’aeroporto di Teheran sembrano trasformarsi in un’ipotesi agghiacciante. L’aereo sarebbe stato colpito per errore da un missile lanciato da una batteria contraerea iraniana rimasta attiva dopo l’attacco alle basi militari americane.

I media statunitensi parlano con certezza di due missili, una coppia di “Sa-15”, la stessa ricostruzione del presidente Trump, che parla di un errore fatale, aggiungendo che le scatole nere andrebbero riconsegnate alla Boeing o a qualsiasi altro Paese. Scatole nere che sarebbero state recuperate, ma che secondo alcune fonti risulterebbero danneggiate dallo schianto.

Dello stesso avviso il Canada, paese che conta il maggior numero di vittime: attraverso le parole del premier Justin Trudeau, si avanza l’ipotesi dell’abbattimento con missili terra-aria, “probabilmente non intenzionale”, che sarebbe stato confermato anche “da fonti di intelligence”.

Una serie di ipotesi smentite seccamente dalle autorità iraniane, che parlano di “ricostruzione artificiosa e senza senso”: “Numerosi voli nazionali e internazionali volavano in quel momento nello spazio aereo iraniano alla stessa altezza”. L’aviazione civile ha diffuso una ricostruzione secondo cui a bordo dell’aereo si sarebbe sviluppato del fuoco mentre era in volo: il pilota avrebbe tentato di tornare indietro, ma senza successo. “La traiettoria indica che l’aereo volava verso occidente, ma di colpo ha virato a destra per avvicinarsi all’aeroporto quando è precipitato”. Secco no invece per quanto riguarda la riconsegna delle scatole nere a Paesi stranieri o alla Boeing, anche se l’invito a partecipare all’indagine è aperto a chiunque lo voglia, nel rispetto delle normative internazionali, ovvero sotto la guida iraniana.

Dall’Ucraina, paese verso cui il Boeing era diretto, oltre a quella dei missili si lascia aperta anche l’ipotesi di un attacco terroristico a bordo, mentre al momento “nessuno è in grado di scartare l’eventualità di un errore umano o di un guasto tecnico”.

Mondo
“L’epidemia crescerà ancora”
“L’epidemia crescerà ancora”
Le previsioni degli esperti parlano di numeri sconcertanti dovuti alla facilità con cui il coronavirus di Wuhan si trasmette. La Cina ha messo in campo tutte le proprie forze, mentre gli Stati Uniti rimpatriano i propri cittadini
La Cina in lockdown
La Cina in lockdown
Per la prima volta nella storia, una metropoli di 11 milioni di abitanti è stata isolata per contenere l’avanzare del coronavirus che spaventa il mondo. Misure drastiche in tutta la Cina e allerta massima anche negli altri Paesi
Il Guardian rivela: il telefono di Bezos hackerato da MbS
Il Guardian rivela: il telefono di Bezos hackerato da MbS
Il principe ereditario saudita avrebbe violato il cellulare privato del proprietario di “Amazon”. Resta il dubbio sull’uso che è stato fatto delle informazioni carpite
Dopo gli incendi e le piogge, in Australia arrivano i ragni
Dopo gli incendi e le piogge, in Australia arrivano i ragni
Le condizioni climatiche sono perfette per il proliferare del “funnelweb spider”, uno dei ragni più velenosi e letali al mondo. Intere colonie si stanno muovendo, ed è scattato l’allarme
Il mondo in ansia per il virus di Wuhan
Il mondo in ansia per il virus di Wuhan
L’allarme è scattato ovunque con controlli serrati negli aeroporti. Si teme una diffusione incontrollata con l’esodo per il capodanno cinese: riunioni di emergenza convocate dall’OMS e dalla UE
Cina, il nuovo virus potrebbe aver raggiunto 1700 casi
Cina, il nuovo virus potrebbe aver raggiunto 1700 casi
Secondo uno studio realizzato dall’Imperial College di Londra, il numero di casi del coronavirus potrebbero essere sottovalutati: i 50 confermati in Cina sarebbero molti di più. Nuove procedure di controllo in diversi aeroporti americani
Cina, al via la più grande
migrazione umana di sempre
Cina, al via la più grande<br>migrazione umana di sempre
Tre miliardi di viaggi in occasione del Capodanno cinese: è la stima degli spostamenti che i cinesi faranno per la più importante e sentita delle festività. Un esodo che non spaventa il Paese, pronto ad affrontare la marea umana
Due milioni di abitanti di Hong Kong accusano disturbi mentali
Due milioni di abitanti di Hong Kong accusano disturbi mentali
Il calcolo per valutare l’impatto delle violente proteste degli ultimi mesi, ma la stima è per difetto, visto che non include i minori di 18 anni, che in realtà rappresentano la parte più cospicua
Saranno impiccati gli stupratori di Jyoti
Saranno impiccati gli stupratori di Jyoti
Quattro dei sei uomini che nel 2012 hanno violentato e ucciso una studentessa indiana stanno per salire sul patibolo. La giovane è diventata il simbolo dell’oppressione delle donne in tutta l’India
Eruzione del Whakaari, 13 feriti ancora ricoverati
Eruzione del Whakaari, 13 feriti ancora ricoverati
Un mese dopo la terribile eruzione del vulcano che ha ucciso 17 persone, negli ospedali neozelandesi sono ancora ricoverati 13 feriti gravi. A fine gennaio l’inizio dei trasferimenti verso le proprie abitazioni