Rivolta Iran, 9 morti anche un poliziotto

| Il presidente Rohani pronto ad ascoltare le ragioni della protesta antigovernativa iniziata giovedì. Sei morti secondo i media Usa tra i manifestanti. Duro attacco a Trump: "Non ha rispetto per il popolo iraniano"

+ Miei preferiti

on si fermano le proteste antigovernative in Iran, dove nella notte sono rimaste uccise 9 persone. A riferire il bilancio è la tv di Stato iraniana, secondo cui sono almeno i 20 morti dall'inizio delle proteste esplose giovedì scorso contro il carovita.

Le ultime notizie riferiscono dell'uccisione nella notte di un agente dei Guardiani della Rivoluzione, in precedenza identificato come un poliziotto, ucciso a colpi d'arma da fuoco a Najafabad. Tra le vittime, stando alla tv di Stato iraniana, ci sono anche un bambino di 11 anni e un ventenne, uccisi a Khomeinishahr. Entrambe le città si trovano nella provincia di Isfahan, nell'Iran centrale.

 

Il vice ministro iraniano dell'Interno, Mohammad Hossein Zolfaqari, in dichiarazioni riportate dall'agenzia di stampa Irna, ha sostenuto che in "molte aree" dell'Iran prevale ora la calma. "La politica rispetto alle recenti rivolte è stata di tenere la situazione sotto controllo. La polizia e le altre forze di sicurezza hanno dato prova di tolleranza - ha affermato Zolfaqari - Ma quando alcuni rivoltosi hanno spinto la situazione alla violenza, le forze di sicurezza hanno dovuto contrastare i vandali".

L'INTERVENTO DI KHAMENEI  - La Guida suprema iraniana, ayatollah Ali Khamenei, ha accusato i "nemici" dell'Iran di essersi uniti contro la Repubblica Islamica. "I nemici si sono uniti utilizzando i loro strumenti - come denaro, armi, politica e servizi di sicurezza - per creare dei problemi" all'Iran, ha detto Khamenei, facendo riferimento agli "eventi degli ultimi giorni". Le dichiarazioni di Khamenei, rilanciate dall'agenzia di stampa ufficiale iraniana Irna, sono le prime della Guida Suprema dall'inizio delle proteste.

GLI ARRESTI - L'ondata di proteste è partita da Mashhad e le contestazioni sono presto dilagate in altre città della Repubblica Islamica. Negli ultimi tre giorni a Teheran, riferisce l'agenzia di stampa iraniana Ilna citando dati confermati dalle autorità locali, sono almeno 450 le persone arrestate . Secondo Ali Asghar Naserbakht, vice governatore della provincia di Teheran, 200 persone sono finite in manette sabato scorso, 150 sono state arrestate domenica e 100 ieri nel quinto giorno di proteste antigovernative.

"Alcune delle persone che hanno fomentato il popolo sono state arrestate e verranno incriminate e processate", afferma una nota dell'ufficio pubblica informazione del ministero dell'Intelligence di Teheran. "A causa del coinvolgimento di alcuni sospetti agitatori, dimostrazioni pacifiche per manifestare le richieste del popolo si sono trasformate in scontri violenti che hanno provocato danni e vittime", aggiunge il comunicato rilanciato dall'agenzia di stampa ufficiale iraniana Irna.

Le persone arrestate durante le proteste potrebbero rischiare anche la pena di morte. "Alcuni degli arrestati potrebbero essere accusate di Moharebeh", ovvero "guerra contro Dio", o di reati contro la sicurezza nazionale, ha sostenuto il capo del Tribunale rivoluzionario di Teheran, Musa Ghazanfar-Abadi, in dichiarazioni all'agenzia di stampa iraniana Tasnim. L'accusa di "Moharebeh", che comporta la pena di morte, viene mossa dalle autorità iraniane per diversi reati. Secondo Ghazanfar-Abadi, le persone arrestate saranno "presto processate".Una parziale marcia indietro. Le istituzioni iraniane devono poter offrire “uno spazio per la critica”. Il presidente Hassan Rohani, nella prima dichiarazione ufficiale dopo lo scoppio delle proteste antigovernative iniziate giovedì, avvertendo però i manifestanti che" le violenze sono inaccettabili" e "saranno represse con durezza". 

“Le critiche sono qualcosa di diverso dalla violenza e dalla distruzione delle proprietà pubbliche”, ha spiegato Rohani nel corso di un Consiglio dei Ministri a cui hanno partecipato anche i vertici dellforze di polizia e delle froze armate.

Rohani ha inoltre criticato il presidente americano, Donald Trump, che aveva commentato le proteste in Iran offrendo la propria solidarietà ai manifestanti: “Quest’uomo che vuole simpatizzare col nostro popolo ha dimenticato che fino a pochi mesi fa aveva chiamato l’Iran un Paese di terroristi: questa persona, il cui intero essere è contro l’Iran, non ha il diritto di compatire il popolo iraniano”.

Mondo
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
L’attentatore di Christchurch lasciato libero di pubblicare un nuovo documento suprematista su un sito web: sotto accusa i dirigenti del carcere
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
La quindicenne londinese ritrovata senza vita nella giungla della Malaysia sarebbe morta di stenti. Al momento non c’è alcuna traccia di violenza
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Una giovane australiana non ha retto alla depressione in cui era piombata dopo anni di soprusi e prese in giro
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Secondo la compagnia low-cost della Lufthansa, le 150 persone vittime nello schianto voluto dal copilota Andreas Lubitz non avrebbero avuto la sensazione di morire. Ma le scatole nere raccontano il contrario
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Si tratta di oltre 20 panetti, e secondo la polizia facevano parte di un carico disperso dai trafficanti un anno fa. In crescita nella zona del Pacifico il consumo di cocaina
La foto segnaletica che fa ridere
La foto segnaletica che fa ridere
Visti i tanti commenti cattivi, la polizia del Galles ha avvertito che accanirsi contro qualcuno attraverso i social può avere pesanti ripercussioni
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
I medici legali sono rimasti senza parole: nel corpicino di Sapphire era presente una percentuale di alcol letale
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Uno dei cavi che assicura le 30 cabine del “Sea to Sky Gondola”, è stato manomesso: la scoperta mentre l’impianto era fermo
Ai puma non piacciono i Metallica
Ai puma non piacciono i Metallica
Una giovane canadese ha raccontato di aver messo in fuga un grosso felino selvatico che la seguiva nei boschi alzando il volume al massimo durante un brano scatenato della band heavy metal
India, 526 denti estratti ad un bambino
India, 526 denti estratti ad un bambino
Il più alto numero mai registrato su un essere umano: il piccolo, di 7 anni, è stato operato e adesso sta bene