Karima contro la Tav: "Progetto vecchio" Foietta: "Fai l'attivista, dati fuorvianti"

| Le dichiarazioni del presidente della Commissione Trasporti al convegno organizzato dal movimento No Tav

+ Miei preferiti
Karima Delli, presidente della commissione trasporti del Parlamento europeo sferra un attacco alla Tav Torino-Lione. L'eurodeputata dei Verdi, dal convegno organizzato dal movimento No Tav. ha detto:  "Il progetto della Torino-Lione è vecchio, non corrisponde più alle necessità di questo momento storico, dove il trasporto merci è calato ed è diventata enormemente importante la questione climatica. Organismi di controllo hanno ribadito a più riprese che è un'aberrazione sia per i costi (dai 12 mld iniziali si è passati a 26), sia per le complicazioni sanitarie dovute al drenaggio delle acque". Replica immediata da parte di Paolo Foietta, commissario di governo per la nuova linea ferroviaria . "Il percorso europeo - dice Foietta a Repubblica - risulta condiviso e coerente, a partire dal Libro bianco sui trasporti del 2011 ed alla conseguente decisione, approvata dal Parlamento Europeo, di 'garantire i cambiamenti strutturali che consentano al trasporto ferroviario di competere efficacemente".

Secca replica di Paolo Foietta, presidente dell'Osservatorio sulla Torino-Lione: "Le dichiarazioni dell'on, Delli non siano 'istituzionali': sono quelle di una parlamentare 'militante', a un convegno No Tav e la qualificano come rappresentante di una forza politica minoritaria in contrasto con le scelte e le decisioni assunte dalla Commissione Europea e dal Parlamento Europeo".

Ancora: "Quando l'on. Delli propone di utilizzare la linea esistente - prosegue Paolo Foietta - pare non conoscere le criticità inemendabili della linea che rende impossibile fare treni lunghi e pesanti e quindi economici e competitivi. La tratta ferroviaria Torino-Lione è stata ormai abbandonata dagli operatori ferroviari moderni, il traffico continua a scendere: oggi il trasporto delle merci ai confini con la Francia è per il 93% fatto dai Tir, determinando lo squilibrio peggiore nelle Alpi". Infine uno strano esposto che accusa i promotori dell0'opera di avere informato male i parlamentari italiani che hanno votato si al progetto nel corso degli anni: "Un'iniziativa più ridicola che minacciosa". E conclude: "Non mi ritengo né preoccupato né intimidito da questa nuova strategia di contrasto all'opera; osservo solo che l'esposto avviene con un ritardo di nove mesi dalle audizioni parlamentari. Se Tartaglia credesse in minima parte a quello che dice, avrebbe senz'altro trasmesso più celermente l'esposto al Tribunale di Roma".


Mondo
UK: pedofilo condannato
solo a due anni perché malato
UK: pedofilo condannato<br>solo a due anni perché malato
Infuria la polemica: sull’iPad di John Connell, un anziano pedofilo schedato, la polizia ha trovato 8.000 immagini pedopornografiche. Ma il giudice ha mitigato la condanna perché l’uomo è gravemente malato di cuore
Il sesto bambino ucciso a Rio da proiettili vaganti
Il sesto bambino ucciso a Rio da proiettili vaganti
Ketellen Umbelino de Oliveira Gomes, 5 anni, è stata colpita sulla bici della mamma, mentre andava a scuola. La polizia ha arrestato un narcotrafficante che era ricercato per altri due omicidi
Scoperto un giro di pedofilia nelle scuole afghane
Scoperto un giro di pedofilia nelle scuole afghane
Secondo l’organizzazione umanitaria che ha denunciato il caso, il traffico potrebbe essere responsabile di abusi si più di 500 ragazzi. Ma per evitare il disonore le vittime tacciono, e i responsabili non vengono nemmeno accusati
Io ero Mia
Io ero Mia
La vicenda di una giovane americana di origini libanesi che per due anni è stata una stella del porno. Una scena hard girata con il hijab le è valsa la condanna a morte dei gruppi terroristici
Cina: 51 bimbi feriti nell’attacco ad una scuola materna
Cina: 51 bimbi feriti nell’attacco ad una scuola materna
Un uomo si è arrampicato sul tetto della scuola e spruzzato soda caustica su bambini e insegnanti. Fermato poco dopo, ha raccontato di averlo fatto in segno di protesta
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Senza una terra e privi di ogni diritto, vivono in Birmania, al confine con il Bangladesh, e secondo le Nazioni Uniti sono vittime di una vera pulizia etnica. Ora, il paese asiatico è stato citato a giudizio da 57 Stati diversi
Lo storico napoleonico diventato assassino
Lo storico napoleonico diventato assassino
Oleg Sokolov, 63 anni, celebre in tutto il mondo per i suoi studi napoleonici, ripescato nelle acque del fiume di San Pietroburgo mentre tentava di disfarsi del corpo smembrato della fidanzata 22enne
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Madre, moglie, assidua frequentatrice della parrocchia e professoressa universitaria. Nella realtà una spietata assassina che ha decimato senza pietà la sua famiglia
Condannato un ristoratore schiavista
Condannato un ristoratore schiavista
Dieci anni di galera per il manager di un ristorante in South Carolina che aveva preso di mira un giovane afro-americano con problemi mentali: per anni l’ha picchiato e sopraffatto in ogni modo
Australia, le strane perquisizioni corporali della polizia
Australia, le strane perquisizioni corporali della polizia
Più di 100 fra bambine e ragazze obbligate a spogliarsi totalmente davanti agli agenti. Il rapporto di un’organizzazione getta ombre scure sull’operato degli agenti del Nuovo Galles