Ha ucciso Angelique dagli occhi blu, ora vuole morire

| David Ramault, 45 anni, sposato, due figli, autista di bus, è sconvolto e medita di uccidersi. Guardato a vista. "Ho vissuto un incubo, sono un assassino". L'avvocato: "Consapevole del suo crimine"

+ Miei preferiti

Eric Demey, avvocato del foro di Lille, nominato dal tribunale per difendere il principale sospettato che ha confessato l'omicidio di Angélique, ha trascorso con lui più di un'ora.  Prima di essere portato nel Palazzo di Giustizia. "Era perduto, assente. Era sconvolto, piangeva. Ha parlato di una sorta di incubo. Non riesce a spiegare cosa sia successo. E' ben consapevole della gravità del suo crimine, David Ramaultnè stato incriminato lunedì sera per "rapimento, stupro e omicidio", alcuni dei quali sono stati recidivi, ha confermato il suo avvocato. Il presunto assassino è stato detenuto in custodia cautelare nella prigione di Sequedin Remand (Nord). In particolare per prevenire il suo suicidio. "Ho potuto notare de visu che c'era un grande rischio di suicidio, ho sottolineato questo fatto, che, inoltre, era già stato preso in considerazione dalla procura", ha detto Eric Demey a France Info. "Poiché era particolarmente esausto, gli ho consigliato di scegliere l'opzione di tacere Sarà ascoltata più tardi, come convenuto con i giudici istruttori, in giugno”.Una moglie, due figli, un lavoro sicuro, la stima dei vicini e molti amici ignari del suo passato. Una linda villetta a schiera a Wambrechies (Nord) e un lavoro come autista di autobus a Transpole, la rete di trasporto pubblico della metropoli di Lille. Sul piano giudiziario, David Ramault, 45 anni, l’assassino della piccola Angélique, non era più rimasto coinvolto in nulla dal marzo 2000, diciotto anni fa. Ma era ancora nella lista degli “aggressori sessuali” del ministero degli Interni. All’epoca era appena uscito di prigione. Aveva appena scontato nove anni di carcere per uno "stupro sotto la minaccia di un’arma" commesso nel 1994 a La Madeleine, un altro comune vicino a Lille. La sua vittima: una ragazza di 13 anni - la stessa età di Angelique. David R. aveva allora 21 anni. Nello stesso mese, oltre allo stupro, che è stato effettuato con una pistola in pugno, aveva commesso diversi episodi violenza sessuale e rapine. 

Sul suo profilo Facebook, ventiquattro anni dopo, le foto mostrano un uomo sorridente circondato dalla sua famiglia. Ai margini dell'Oceano Atlantico, di fronte a uno dei castelli della Loira la scorsa estate o pagliaccio sotto la scultura di un elefante d'oro". Davide? Mescolato con il caso della piccola Angelica? No! Non ci credo affatto"! Alla fine della riga, all'inizio di questa domenica pomeriggio, questo parente della moglie del presunto assassino, il cui nome sta cominciando a circolare, cade dal cielo. È un uomo molto gentile. Ha dei figli e lo stesso dicasi per me. Non ci sono mai state allusioni..." dice confusa: non sapeva nulla del suo passato giudiziario. Prima di riagganciare, dice che intende andare al commissariato di polizia". Sono molto scioccato". Secondo le nostre informazioni, la moglie di David R., nel corso di un interrogatorio, ha indicato che lei sapeva del passato giudiziario di suo marito.

Nel distretto di Agrippin, a Wambrechies, intorno alla casa di David R., un pugno di vicini confermano con imbarazzo che l'autista dell'autobus risiede in questa piccola casa a schiera. All'esterno, nessun veicolo della polizia è visibile. Il sospetto viveva a due isolati dall'edificio in cui viveva Angelique. Diversi residenti dicono che David R. ha vissuto a lungo nello stesso edificio dei Six - che una fonte giudiziaria conferma". Edificio 5", dicono. Così l'autista dell'autobus conosceva questa ragazza bionda, dagli occhi blu. Probabilmente lo vide crescere. Questo spiegherebbe perché non ha avuto problemi a convincerla a seguirlo la testimonianza del ragazzo che l'ha vista partire mercoledì scorso "con un uomo che sembrava conoscere",

Come spiegare che quest'uomo che è diventato padre, che ha confessato molto rapidamente durante la sua detenzione di polizia, è ricaduto nello stesso crimine tanti anni dopo? Sollecitato, lo psichiatra Roland Coutanceau ha detto a Le Parisienne: "Gli autori di reati sessuali recidivano meno di quanto il pubblico possa pensare. Al 7% quando gli atti sono commessi contro le bambine", dice, citando una dato tratto da studi internazionali. Per questo esperto di criminologia, questo dramma solleva la questione del "miglioramento del supporto post-carcerario a questi soggetti" per quanto riguarda "i fattori di rischio specifici dell'atto di commettere il reato" - alcuni dei quali sono inclusi nella procedura per il primo atto di commettere il reato. Il medico aggiunge, per quanto riguarda le perizie sui recidivi, che "non sono permanentemente pericolosi" o "ossessionati da spinte a ripetere il reato". Se la terapia non ha sradicato le sorgenti dell'azione, la memoria emotiva dell'eccitazione provata anni fa può, nei momenti di fragilità, risvegliarsi.

Mondo
Australia, pedofili condannati a due anni di carcere
Australia, pedofili condannati a due anni di carcere
In tanti stanno sfruttando una legge che concede il 40% di sconto sulla pena a chi ammette la propria colpevolezza. E la polemica infuria
Arrestato «Vissarion», l’ex agente che si crede Gesù
Arrestato «Vissarion», l’ex agente che si crede Gesù
Accusato di furto, truffa e frode, avrebbe estorto denaro e beni ai suoi adepti. Ex agente della polizia stradale russa, racconta da sempre di aver ricevuto la chiamata dallo Spirito Santo
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Spina nel fianco e voce controcorrente, Ren Zhiqiang è stato condannato a 18 anni di carcere per reati legati alla corruzione. Non è la prima volta che ha guai con la giustizia per le critiche verso il presidente cinese
Apre la pancia della moglie per controllare il sesso del nascituro
Apre la pancia della moglie per controllare il sesso del nascituro
Pradesh, dove un uomo ha usato una falce per verificare il sesso del bambino che sarebbe nato a breve. Il Paese combatte da tempo contro una disuguaglianza sociale che sta scombinando la parità dei sessi
La Russia proverà ancora a uccidere Navalny
La Russia proverà ancora a uccidere Navalny
Secondo i servizi segreti della Nato, Putin ha solo rimandato l’intenzione di eliminare il suo principale antagonista, scampato al tentativo di avvelenamento da Novichock
Hong Kong, teorie e poche verità sulla morte di un’adolescente
Hong Kong, teorie e poche verità sulla morte di un’adolescente
La tragica fine di Chan Yin-lam è diventata una calamita per le cospirazioni, ma ha messo a nudo i profondi problemi del funzionamento della metropoli cinese teatro di scontri violenti, in cui i giovani pagano il prezzo più alto
La Thailandia è stanca di re Rama X
La Thailandia è stanca di re Rama X
Capriccioso, accentratore, ricchissimo, il sovrano vive stabilmente in Germania ma ha ampliato i possedimenti diventando uno degli uomini più ricchi del mondo. Ma a Bangkok la gente sta per scendere in piazza per dire basta
Il giallo di Bollywood
Il giallo di Bollywood
La strana morte di Sushant Singh Rajput e le manette ai polsi dell’ex fidanzata Rhea Chakraborty: gli ingredienti del giallo che sta appassionando l’India
Non c’è vita sotto le macerie di Beirut
Non c’è vita sotto le macerie di Beirut
Dopo tre giorni di tentativi spasmodici, i soccorritori ammettono che si è trattato di un falso allarme: “Trovare qualcuno ancora in vita è molto difficile”
Beirut, ad un mese dall’esplosione
tracce di vita sotto le macerie
Beirut, ad un mese dall’esplosione<br>tracce di vita sotto le macerie
Secondo i media locali, le apparecchiature delle squadre di soccorso avrebbero rilevato “un battito cardiaco” sotto le macerie di un palazzo crollato nei dintorni del deposito esploso il 4 agosto scorso