La sfida mortale dei giovani americani

| La chiamano “Tide Pod Challenge”, per partecipare bisogna mangiare capsule di detersivo e postare il video in rete. Un fenomeno preoccupante, che ha già fatto diverse vittime fra i giovanissimi

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Alexandre Dumas lo diceva: “Preferisco i mascalzoni agli imbecilli, perché ogni tanto si concedono una pausa”. E non sapeva ancora dell’ultima mania dei giovani americani, la “Tide Pod Challenge”, letteralmente, ingoiare capsule di detersivo.

Una prova di forza diventata virale attraverso i social media, imbottiti di video in cui adolescenti si fanno riprendere mentre mangiavano capsule di detersivi, sfidando altri a fare lo stesso. A nulla sono valsi gli allarmi e le avvertenze lanciati a piene mani da perfino dalla “Procter&Gamble”, uno dei colossi mondiali nella produzione di detersivi, seguita da “YouTube”, che ha rimosso tutti i video dichiarando che “Sono vietati i contenuti che incoraggiano attività pericolose per la salute”.

Tutto questo mentre in televisione, Stephen Kaminski, uno dei massimi dirigenti della “American Association of Poison Control Centers”, il centro nazionale antiveleni, lanciava appelli alla popolazione: “È una pratica altamente pericolosa che può portare a convulsioni, edema polmonare, arresto respiratorio e morte”, ha dichiarato in televisione

Secondo i dati diffusi dalla AAPCC, nelle prime tre settimane dell’anno i casi di avvelenamento da ingestione di detersivi sono stati 86. E la proiezione futura è facile farla, visto che il 2017 si è chiuso con 57 casi e l’anno prima con 36. Fra questi, si contano le morti di almeno dieci bambini, tutte riconducibili alla sfida più idiota della rete.

Mondo
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Il gruppo pentastellato ancora alla ricerca di un partner in Europa per contare qualcosa, anche se poco. Dopo il No di mezzo Parlamente, Farage, teorico della Brexit sembrerebbe orientato ad accoglierli. Ma è un guaio lo stesso
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha diffuso un report sui movimenti del 2018: numeri impressionanti
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
In un villaggio russo si è consumata una tragedia che ha come vittima una giovane di 24 anni, madre di bimbi piccoli, e un uomo sposato che voleva impedirle di raccontare ogni cosa a sua moglie
Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India
Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India
300mila persone evacuate per il secondo ciclone tropicale dell’anno: attesi venti fino a 175 km/h, con forti piogge e allagamenti
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Faceva parte dei “Mongrel Mob”, una delle più feroci gang di bikers del mondo, e si è fatto tatuare il volto con la parola “Notorius”. Ed ora trova difficile essere accettato
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
La direttrice dell’organismo delle Nazioni Unite che si occupa del disarmo ha svelato che i rischi di un conflitto hanno raggiunto il massimo dai tempo della seconda guerra mondiale
Rissa al parlamento di Hong Kong
Rissa al parlamento di Hong Kong
Quattro deputati portati via in barella al temine di una scazzottata scatenata dagli emendamenti di una legge che facilita l’estradizione verso il resto della Cina
Il re della Thailandia sposa la sua hostess
Il re della Thailandia sposa la sua hostess
A 66 anni, Rama X è salito sull’altare per la quarta volta: la fortunata è una ex assistente di volo della Thay Airway. Il paese è in festa
Indonesia: strage di scrutatori
Indonesia: strage di scrutatori
Quasi 300 morti e 2.000 ricoveri fra coloro che devono controllare le schede di 193 milioni di votanti. Le famiglie saranno risarcite
Coppia aggredita da un cervo
Coppia aggredita da un cervo
È successo in Australia: lui è morto per le lesioni, lei è in gravi condizioni in ospedale. L’animale viveva libero nella loro tenuta