La sfida mortale dei giovani americani

| La chiamano “Tide Pod Challenge”, per partecipare bisogna mangiare capsule di detersivo e postare il video in rete. Un fenomeno preoccupante, che ha già fatto diverse vittime fra i giovanissimi

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Alexandre Dumas lo diceva: “Preferisco i mascalzoni agli imbecilli, perché ogni tanto si concedono una pausa”. E non sapeva ancora dell’ultima mania dei giovani americani, la “Tide Pod Challenge”, letteralmente, ingoiare capsule di detersivo.

Una prova di forza diventata virale attraverso i social media, imbottiti di video in cui adolescenti si fanno riprendere mentre mangiavano capsule di detersivi, sfidando altri a fare lo stesso. A nulla sono valsi gli allarmi e le avvertenze lanciati a piene mani da perfino dalla “Procter&Gamble”, uno dei colossi mondiali nella produzione di detersivi, seguita da “YouTube”, che ha rimosso tutti i video dichiarando che “Sono vietati i contenuti che incoraggiano attività pericolose per la salute”.

Tutto questo mentre in televisione, Stephen Kaminski, uno dei massimi dirigenti della “American Association of Poison Control Centers”, il centro nazionale antiveleni, lanciava appelli alla popolazione: “È una pratica altamente pericolosa che può portare a convulsioni, edema polmonare, arresto respiratorio e morte”, ha dichiarato in televisione

Secondo i dati diffusi dalla AAPCC, nelle prime tre settimane dell’anno i casi di avvelenamento da ingestione di detersivi sono stati 86. E la proiezione futura è facile farla, visto che il 2017 si è chiuso con 57 casi e l’anno prima con 36. Fra questi, si contano le morti di almeno dieci bambini, tutte riconducibili alla sfida più idiota della rete.

Mondo
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
L’attentatore di Christchurch lasciato libero di pubblicare un nuovo documento suprematista su un sito web: sotto accusa i dirigenti del carcere
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
La quindicenne londinese ritrovata senza vita nella giungla della Malaysia sarebbe morta di stenti. Al momento non c’è alcuna traccia di violenza
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Una giovane australiana non ha retto alla depressione in cui era piombata dopo anni di soprusi e prese in giro
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Secondo la compagnia low-cost della Lufthansa, le 150 persone vittime nello schianto voluto dal copilota Andreas Lubitz non avrebbero avuto la sensazione di morire. Ma le scatole nere raccontano il contrario
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Si tratta di oltre 20 panetti, e secondo la polizia facevano parte di un carico disperso dai trafficanti un anno fa. In crescita nella zona del Pacifico il consumo di cocaina
La foto segnaletica che fa ridere
La foto segnaletica che fa ridere
Visti i tanti commenti cattivi, la polizia del Galles ha avvertito che accanirsi contro qualcuno attraverso i social può avere pesanti ripercussioni
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
I medici legali sono rimasti senza parole: nel corpicino di Sapphire era presente una percentuale di alcol letale
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Uno dei cavi che assicura le 30 cabine del “Sea to Sky Gondola”, è stato manomesso: la scoperta mentre l’impianto era fermo
Ai puma non piacciono i Metallica
Ai puma non piacciono i Metallica
Una giovane canadese ha raccontato di aver messo in fuga un grosso felino selvatico che la seguiva nei boschi alzando il volume al massimo durante un brano scatenato della band heavy metal
India, 526 denti estratti ad un bambino
India, 526 denti estratti ad un bambino
Il più alto numero mai registrato su un essere umano: il piccolo, di 7 anni, è stato operato e adesso sta bene