L’appello della pornostar
genitori, controllate i vostri figli

| L’ha lanciato via twitter, stanca di ricevere proposte sessuali da adolescenti in calore. Le hanno risposto in tanti, soprattutto i genitori

+ Miei preferiti
Per favore, controllate i vostri figli. È l’appello, piuttosto insolito, lanciato da Nikita Bellucci, classe 1989, pornostar francese. La figliola, di cui è onestamente difficile trovare qualche immagine “casta”, ha svelato di aver ricevuto numerosi messaggi da adolescenti - tredici anni o poco meno - che le chiedevano le modalità per organizzare sedute di sesso sfrenato con lei. Ragazzini, confessa Nikita in un “Tweet”, abituati a un linguaggio così diretto e forbito da far pensare ad un’inquietante preparazione in materia.

Da qui, l’appello: cari genitori, io sono una professionista di un certo tipo di cinema, e non è nei miei compiti l’educazione sessuale e il controllo dei ragazzini. Confessa di aver rispedito al mittente più volte diverse proposte, ma di essere stanca di doversi sostituire ai compiti che sarebbero di mamma e papà. A dimostrarlo il contenuto di uno screenshoot, in cui un “bel tredicenne” le proponeva una sessione di sesso estremo. Pronta la risposta di Nikita: “Amico, hai 13 anni, rifletti sulle tue azioni. Fai i compiti e non contattarmi più”.

La vicenda, riportata dall’Indipendent e il Daily Mail, ha acceso le polemiche, con il risultato del post immediatamente rimosso dalla stessa attrice, che ha confessato di aver ricevuto anche insulti a mai finire alternati a messaggi di profonda approvazione e di ringraziamento da parte di numerosi genitori. Una mamma, in particolare, le ha scritto: “Grazie per quanto ha fatto: purtroppo l’accesso incontrollato a tipo di materiale su internet rappresenta un pericolo enorme per i nostri ragazzi”.

La Bellucci, nessuna parentela con l’attrice italiana, si è da poco ritirata dalle scene, ma malgrado questo le sue opere restano fra le più seguite del web. La sua lamentela pubblica, si è comunque aggiunta ad una campagna lanciata di recente dal presidente Macron in cui parlando di violenza sulle donne, ha promesso anche iniziative di controlli sui contenuti hard disponibili sul web.Per favore, controllate i vostri figli. È l’appello, piuttosto insolito, lanciato da Nikita Bellucci, classe 1989, pornostar francese. La figliola, di cui è onestamente difficile trovare qualche immagine “casta”, ha svelato di aver ricevuto numerosi messaggi da adolescenti - tredici anni o poco meno - che le chiedevano le modalità per organizzare sedute di sesso sfrenato con lei. Ragazzini, confessa Nikita in un “Tweet”, abituati a un linguaggio così diretto e forbito da far pensare ad un’inquietante preparazione in materia.

Da qui, l’appello: cari genitori, io sono una professionista di un certo tipo di cinema, e non è nei miei compiti l’educazione sessuale e il controllo dei ragazzini. Confessa di aver rispedito al mittente più volte diverse proposte, ma di essere stanca di doversi sostituire ai compiti che sarebbero di mamma e papà. A dimostrarlo il contenuto di uno screenshoot, in cui un “bel tredicenne” le proponeva una sessione di sesso estremo. Pronta la risposta di Nikita: “Amico, hai 13 anni, rifletti sulle tue azioni. Fai i compiti e non contattarmi più”.

La vicenda, riportata dall’Indipendent e il Daily Mail, ha acceso le polemiche, con il risultato del post immediatamente rimosso dalla stessa attrice, che ha confessato di aver ricevuto anche insulti a mai finire alternati a messaggi di profonda approvazione e di ringraziamento da parte di numerosi genitori. Una mamma, in particolare, le ha scritto: “Grazie per quanto ha fatto: purtroppo l’accesso incontrollato a tipo di materiale su internet rappresenta un pericolo enorme per i nostri ragazzi”.

La Bellucci, nessuna parentela con l’attrice italiana, si è da poco ritirata dalle scene, ma malgrado questo le sue opere restano fra le più seguite del web. La sua lamentela pubblica, si è comunque aggiunta ad una campagna lanciata di recente dal presidente Macron in cui parlando di violenza sulle donne, ha promesso anche iniziative di controlli sui contenuti hard disponibili sul web.

Mondo
Coppia aggredita da un cervo
Coppia aggredita da un cervo
È successo in Australia: lui è morto per le lesioni, lei è in gravi condizioni in ospedale. L’animale viveva libero nella loro tenuta
Colpo di Stato in Sudan
Colpo di Stato in Sudan
I militari hanno circondato il palazzo presidenziale: il presidente Omar al-Bashir si sarebbe dimesso: teme di finire sotto processo per genocidio. A guidare la protesta una donna misteriosa
L'Ecuador sfratta Assange
L
Via dall'ambasciata di Londra che lo ospita dal 2012 per evitare l'estradizione negli Usa. Il fondatore di WikiLeaks avrebbe pubblicato "false notizie" contro il presidente Moreno che "ora ha perso la pazienza"
Un speranza anche per Manuel
Un speranza anche per Manuel
Un clinico svizzero ha elaborato una tecnica per tentare si superare le lesioni midollari con la tecnica "Stimo". Alcuni pazienti hanno ripreso a camminare. Il caso del nuotatore azzurro sarà esaminato
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden
L’eroe di Christchurch
L’eroe di Christchurch
Si è lanciato contro l’attentatore, impedendogli di ripetere la strage che aveva appena compiuto nella prima moschea. Rifugiato afghano, racconta di aver agito d’impulso, sperando di salvare più persone possibili
Kalashnikov è diventato un drone
Kalashnikov è diventato un drone
L’azienda che porta il nome dell’inventore dell’AK-47 ha appena presentato un drone militare: può portare 3 kg di esplosivo a 130 km/h. Per gli esperti sono le prime avvisaglie della guerra tecnologica 3.0
Rom, apolidi e incontrollabili
Rom, apolidi e incontrollabili
Secondo il Cir, il nuovo decreto sicurezza allunga i tempi per ottenere la cittadinanza italiana sino a 4 anni. I Rom bloccati in un limbo
Manager Huawei fa causa al Canada
Manager Huawei fa causa al Canada
Gli Usa pronti a chiederne l'estradizione. La rabbia dei cinesi: "Grave incidente diplomatico". Meng Whanzou accusata di avere violato le sanzioni all'Iran