"Lasceremo andare Charlie con gli angeli"

| Il bimbo già rasferito nel reparto dei malati terminali. Connie e Chris Ward rinunciano alla battaglia legale per tenere in vita il piccolo, ora verranno staccate le macchine

+ Miei preferiti
E' finita la battaglia giudiziaria per tenere in vita il piccolo Charlie Gard, il bimbo di 11 mesi affetto una rara malattia genetica, la sindrome da deplezione del Dna mitocondriale, che i medici considerano incurabile. Nelle prossime sarà trasferito nel reparto dei malati terminali, dove verranno completate le procedure per una morte il più dolce possibile. "C'era una finestra di due mesi. Tristemente per Charlie ora è troppo tardi. Il trattamento non offre più chance di successo", hanno detto i medici dell'ospedale Great Ormond Street dove è ricoverato dal settembre scorso. Chris Gard e Connie Yates hanno rinunciato alla richiesta rivolta all'Alta Corte di Londra di poterlo trasportare negli Usa per una nuova terapia sperimentale che in teoria gli avrebbe assicurato almeno altri due mesi di vita, secondo quanto affermato da un neurochirurgo americano che lo aveva visitato nei giorni scorsi. I genitori, all'uscita dal Tribunale, dove erano entrambi in lacrime hanno letto un breve comunicato:"...Lasceremo andare nostro figlio con gli angeli...Passeremo questi ultimi giorni vicino a Charlie che purtroppo non potrà compiere il suo prima anno di vita, cosa che sarebbe accaduta tra due settimane. Siamo profondamente dispiaciuti per non essere riusciti a salvarti, ma ti amiamo moltissimo e continueremo a farlo in futuro...Volevamo solo dargli una chance di vivere...", ha detto la mamma all'Alta Corte. L'avvocato Grant, che tutela la coppia, ha detto che i rapporti medici precisano che "il danno ai muscoli e ai tessuti del piccolo di 11 mesi, è irreversibile e la cura non può più avere successo...Le peggiori paure dei genitori sono state confermate - adesso è troppo tardi per curare Charlie". Connie Yates e Chris Gard dovranno affrontare l'aspetto più dolorose e sconvolgente, cioè il modo in cui il piccolo verrà lasciato morire. L'Alta Corte deve deciderevse confermare la decisione il distacco dei macchinari che hanno tenuto sinora in vita Charlie.
Mondo
White Island, ricerche ancora ferme
White Island, ricerche ancora ferme
I parenti delle vittime e la popolazione locale accusa la polizia di troppa prudenza: l’isola è stata sorvolata da un drone, ma le operazioni di recupero sono ferme fino a data da destinarsi
Vulcano Whakaari: è una strage
Vulcano Whakaari: è una strage
Non ci sono più speranze di ritrovare ancora in vita gli otto dispersi, quasi tutti turisti in visita sull’isola neozelandese. Cinque le vittime accertate, più diversi feriti ricoverati in gravi condizioni. Le loro storie
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
La folle teoria di un giovane regista indiano, autore di un post su Facebook in cui giustifica le violenze invitando le donne ad accettarle e ad attrezzarsi di conseguenza. Ha rimediato una valanga di insulti e minacce da tutto il mondo
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
È successo in India, dove Abhijit e Srilakshmi volevano sposarsi ma la differenza di casta ha fatto scattare il divieto delle famiglie. Dopo essere scomparsi per settimane, i corpi dei due giovani sono stati ritrovati in un bosco
Un badge per i giorni del ciclo
Un badge per i giorni del ciclo
È bufera su una catena di grandi magazzini giapponesi, che ha chiesto alle proprie commesse di indossare un badge nei giorni del ciclo mestruale. Un’idea che voleva avere finalità sociali, ma che si è trasformata in un caso internazionale
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Pinkie, una giovane thailandese, si è gettata dal balcone di casa dopo l’ennesimo litigio con la madre. Era reduce da una devastante violenza sessuale di gruppo
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Dopo lunghi mesi di studi, è arrivata la conferma: impossibile recuperare i corpi di Daniele Nardi e Tom Ballard, morti sull’8000 himalayano 8 mesi fa
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Come nel film con Leonardo DiCaprio, un indiano di 48 anni indossava una divisa da pilota per sfruttare le agevolazioni aeroportuali riservate ai piloti e viaggiare gratis
Dallo striptease alla metanfetamina
Dallo striptease alla metanfetamina
Un’ex spogliarellista australiana , che non passava inosservata, nascondeva dosi di droga nella sua biancheria intima: è accusata di aver fatto almeno 13 viaggi, intascando ogni volta 100mila dollari
Hong Kong, l’ultimo scontro
Hong Kong, l’ultimo scontro
Da due giorni, centinaia di manifestanti sono asserragliati all’interno di un’università: l’edificio è circondato dalla polizia, che impedisce a chiunque di entrare e uscire. Gli scontri si fanno sempre più violenti