L’Australia brucia, il premier va in vacanza

| Travolto dalle critiche, Scott Morrison è stato costretto a interrompere bruscamente una vacanza con la famiglia alle Hawaii, mentre il Paese è alle prese con una crisi di incendi devastante

+ Miei preferiti
L’Australia è in ginocchio: da settimane 10mila vigili del fuoco lottano contro tre fronti di enormi incendi che hanno già ridotto in cenere numerose aree boschive e sono arrivati a minacciare addirittura Sydney, la più popolosa città del Paese. Non aiutano le altissime temperature che si registrano in queste settimane, del tutto anomale, bassissimi livelli di umidità e forti venti.

Le forze dell’ordine hanno diramati numerosi avvisi, uno dei quali riguarda le festività natalizie, invitando i cittadini a non mettersi in viaggio. Una raccomandazione che non ha impedito al premier Scott Morrison, in carica dall’agosto del 2018, di partire per una vacanzina alle Hawaii insieme alla moglie Jenny e le due figlie.

La notizia avrebbe dovuto restare riservata, ma è rimbalzata dai media locali finendo per travolgere letteralmente il premier, costretto a tornare di gran corsa in Australia scusandosi con i propri concittadini, per nulla felici di scoprire che mentre la crisi degli incendi che minacciano tre stati, costate la vita a 9 persone e con oltre 700 abitazioni andate in fumo, il loro premier fosse tranquillamente sotto una palma a sorseggiare un cocktail.

“Capisco che la gente si sia arrabbiata scoprendo che ero in vacanza con la mia famiglia mentre migliaia di persone sono sotto stress”, ha commentato Morrison aggiungendo di essere partito soltanto dopo essersi confrontato con i vigili del fuoco, quando si è “pienamente convinto che la risposta all’emergenza messa in atto fosse la migliore al mondo”. Poi il discorso si è spostato sul cambiamento climatico che sta certamente mutando i modelli meteorologici, ma che non crede siano la causa diretta degli incendi: “Non è un collegamento credibile”. Nient’altro che l’ennesimo autogol: milioni di australiani sono convinti che il riscaldamento globale sia la causa dei disastri che flagellano il monto intero e accusano il governo di Scott Morrison di non mettere in campo nessuna azione o campagna di sensibilizzazione per scongiurarli.

Sebbene il cambiamento climatico non sia la causa diretta degli incendi, gli scienziati avevano lanciato l’allarme: un clima più caldo e secco rende la stagione degli incendi in Australia sia più lunga, frequente e intensa. “Siamo in un periodo di incredibile siccità: alcune zone non vedono una goccia di pioggia da più di 12 mesi”, ha commentato un responsabile dei servizi antincendio. Leighton Drury, leader del sindacato dei vigili del fuoco, è invece andato giù duro: “L’Australia ha un governo incapace di fronteggiare quello che tutti danno per assodato: l’inquinamento ci sta uccidendo pian piano”.

Scott Morrison ha anche voluto rendere omaggio a Geoffrey Keaton, 32 anni, e Andrew O'Dwyer, 36, i due Vigili del Fuoco rimasti uccisi nel New South Wales questa settimana mentre lottavano contro un fronte dell’incendio.

In alcune zone del Nuovo Galles del Sud è prevista un po’ di pioggia, anche se le previsioni parlano di un altro periodo di caldo intenso e pericoloso.

Mondo
Il mistero di Ri Sol-ju, la «venerabile first lady» nordcoreana
Il mistero di Ri Sol-ju, la «venerabile first lady» nordcoreana
Della moglie di Kim Jong-un, su cui aleggia da sempre il più fitto mistero, non si sa più nulla dal gennaio scorso. Sul suo destino circolano diverse teorie, una peggiore dell'altra
Thailandia, tre giorni di tempo al premier per dimettersi
Thailandia, tre giorni di tempo al premier per dimettersi
È un botta e risposta tra il governo e il fronte della protesta: i militari si dicono pronti a revocare lo stato di emergenza, i manifestanti rispondo con un ultimatum, o sarà il caos
Australia, lo scandalo delle case di cura per anziani
Australia, lo scandalo delle case di cura per anziani
Secondo una commissione governativa incaricata di indagare, ogni settimana si verificherebbero oltre 50 fra aggressioni a scopo sessuale e violenze ai danni dei residenti
Pistorius, l’unico desiderio il perdono
Pistorius, l’unico desiderio il perdono
Bill Schroder, un amico del paratleta in galera per l’omicidio della fidanzata Reeva, svela che Oscar non spera di uscire di prigione, ma di essere perdonato dalla famiglia della ragazza
Beirut, una delle esplosioni più forti della storia
Beirut, una delle esplosioni più forti della storia
Calcoli alla mano, è una delle più potenti di sempre, seconda soltanto a quelle delle atomiche sganciate sul Giappone. In pochi istanti, le quasi 3.000 tonnellate di nitrato di ammonio hanno liberato una forza pari a 500 tonnellate di TNT
L’Interpol sulle tracce dell’erede «Red Bull»
L’Interpol sulle tracce dell’erede «Red Bull»
Nel 2012 travolge e uccide un uomo, ma la ricchissima famiglia versa fiumi di denaro per salvarlo dalla galera. Ma i thailandesi non ci stanno e la polizia formula nuove accuse accompagnate da un mandato di cattura internazionale
Jacinta Ardern: «Quando mi facevo le canne»
Jacinta Ardern: «Quando mi facevo le canne»
L’ammissione della premier neozelandese accolta da un applauso nel Paese dove i cittadini stanno per scegliere con un referendum se legalizzare o meno l'uso di cannabis
Australia, pedofili condannati a due anni di carcere
Australia, pedofili condannati a due anni di carcere
In tanti stanno sfruttando una legge che concede il 40% di sconto sulla pena a chi ammette la propria colpevolezza. E la polemica infuria
Arrestato «Vissarion», l’ex agente che si crede Gesù
Arrestato «Vissarion», l’ex agente che si crede Gesù
Accusato di furto, truffa e frode, avrebbe estorto denaro e beni ai suoi adepti. Ex agente della polizia stradale russa, racconta da sempre di aver ricevuto la chiamata dallo Spirito Santo
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Spina nel fianco e voce controcorrente, Ren Zhiqiang è stato condannato a 18 anni di carcere per reati legati alla corruzione. Non è la prima volta che ha guai con la giustizia per le critiche verso il presidente cinese