Lo storico napoleonico diventato assassino

| Oleg Sokolov, 63 anni, celebre in tutto il mondo per i suoi studi napoleonici, ripescato nelle acque del fiume di San Pietroburgo mentre tentava di disfarsi del corpo smembrato della fidanzata 22enne

+ Miei preferiti
Alla polizia di San Pietroburgo, accorsa sulle rive del fiume Moïka, quel tizio tirato fuori dall’acqua, dove rischiava di annegare, era sembrato un po’ strano. Vestito in un sontuoso e ingombrante costume di epoca napoleonica, era completamente ubriaco e farneticava. È bastato ancora meno per capire che si trattava di Oleg Sokolov, 63 anni, uno dei più grandi e affermati studiosi russi di storia napoleonica: insignito dalla Legion d’Onore francese nel 2003, docente e membro del consiglio scientifico dell’istituto di scienze sociali, economiche e politiche di Lione, professore di storia e civiltà francese all’università di San Pietroburgo e presidente dell’associazione russa di Storia Militare, era solito partecipare a rievocazioni in costume sia come consulente scientifico che per impersonare l’imperatore francese.

Il peggio però doveva ancora arrivare, perché quando gli agenti hanno aperto lo zaino che il professore aveva con sé, hanno scoperto i resti di Anastassia Echtchenko, una ragazza di 22 anni, sua ex studentessa. A ricostruire l’accaduto è stato lo stesso Sokolov, che ha prima ammesso di aver ucciso e smembrato la ragazza, quindi confessato che stava tentando di liberarsi del corpo gettandolo nelle acque gelide del Moïka, dove aveva intenzione di farla finita lui stesso, ma l’essere ubriaco non è stato di aiuto: Sokolov è caduto in acqua, senza riuscire a liberarsi dello zaino.

Qualche ora prima, per disfarsi più agevolmente del cadavere di Anastassia Echtchenko, lo storico le avrebbe tagliato la testa e gli arti. Parti ritrovate poche ore dopo nel suo appartamento durante una perquisizione della polizia. L’avvocato del celebre studioso, Alexandre Potchouev, ha confermato che Sokolov ha ammesso le proprie colpe e ora si trova in ospedale vittima di una grave ipotermia. Nelle prossime ore, lo storico comparirà davanti al magistrato, ma si è già dichiarato disposto alla piena collaborazione, oltre che pentito del gesto, anche se al momento la sua versione è che la morte sia stata in realtà un tragico incidente, e la decisione di far sparire il corpo nata invece dalla paura di uno scandalo che gli avrebbe rovinato la prestigiosa carriera.

Malgrado l’enorme differenza di età, rivelano i media locali, i due avevano una relazione e da qualche tempo convivevano. Ma a compromettere la posizione di Sokolov sono arrivate le testimonianze di alcuni suoi ex allievi e amici di Anastassia, secondo i quali il professore era conosciuto e temuto per atteggiamenti molto aggressivi che già nel 2008 l’avevano messo nei guai: aveva picchiato e minacciato una sua fidanzata, anch’essa ex studentessa. La stessa sorte era toccata lo scorso anno ad uno studente che aveva chiesto pubblicamente a Sokolov di giustificarsi da un’accusa di plagio: qualche giorno dopo, il giovane era stato vittima di un agguato da parte di altri giovani, che arrestati avevano fatto il nome di Sokolov come mandante.

Galleria fotografica
Lo storico napoleonico diventato assassino - immagine 1
Lo storico napoleonico diventato assassino - immagine 2
Lo storico napoleonico diventato assassino - immagine 3
Mondo
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano
Dramma in Brunei: muore a 38 anni uno dei figli del sultano
Rampollo di una delle famiglie più ricche del pianeta, inseguito dalla fama di playboy e assiduo frequentatore della mondanità più esclusiva, si è spento a 38 anni per una grave malattia
Il mistero di Ri Sol-ju, la «venerabile first lady» nordcoreana
Il mistero di Ri Sol-ju, la «venerabile first lady» nordcoreana
Della moglie di Kim Jong-un, su cui aleggia da sempre il più fitto mistero, non si sa più nulla dal gennaio scorso. Sul suo destino circolano diverse teorie, una peggiore dell'altra
Thailandia, tre giorni di tempo al premier per dimettersi
Thailandia, tre giorni di tempo al premier per dimettersi
È un botta e risposta tra il governo e il fronte della protesta: i militari si dicono pronti a revocare lo stato di emergenza, i manifestanti rispondo con un ultimatum, o sarà il caos
Australia, lo scandalo delle case di cura per anziani
Australia, lo scandalo delle case di cura per anziani
Secondo una commissione governativa incaricata di indagare, ogni settimana si verificherebbero oltre 50 fra aggressioni a scopo sessuale e violenze ai danni dei residenti
Pistorius, l’unico desiderio il perdono
Pistorius, l’unico desiderio il perdono
Bill Schroder, un amico del paratleta in galera per l’omicidio della fidanzata Reeva, svela che Oscar non spera di uscire di prigione, ma di essere perdonato dalla famiglia della ragazza
Beirut, una delle esplosioni più forti della storia
Beirut, una delle esplosioni più forti della storia
Calcoli alla mano, è una delle più potenti di sempre, seconda soltanto a quelle delle atomiche sganciate sul Giappone. In pochi istanti, le quasi 3.000 tonnellate di nitrato di ammonio hanno liberato una forza pari a 500 tonnellate di TNT
L’Interpol sulle tracce dell’erede «Red Bull»
L’Interpol sulle tracce dell’erede «Red Bull»
Nel 2012 travolge e uccide un uomo, ma la ricchissima famiglia versa fiumi di denaro per salvarlo dalla galera. Ma i thailandesi non ci stanno e la polizia formula nuove accuse accompagnate da un mandato di cattura internazionale
Jacinta Ardern: «Quando mi facevo le canne»
Jacinta Ardern: «Quando mi facevo le canne»
L’ammissione della premier neozelandese accolta da un applauso nel Paese dove i cittadini stanno per scegliere con un referendum se legalizzare o meno l'uso di cannabis
Australia, pedofili condannati a due anni di carcere
Australia, pedofili condannati a due anni di carcere
In tanti stanno sfruttando una legge che concede il 40% di sconto sulla pena a chi ammette la propria colpevolezza. E la polemica infuria
Arrestato «Vissarion», l’ex agente che si crede Gesù
Arrestato «Vissarion», l’ex agente che si crede Gesù
Accusato di furto, truffa e frode, avrebbe estorto denaro e beni ai suoi adepti. Ex agente della polizia stradale russa, racconta da sempre di aver ricevuto la chiamata dallo Spirito Santo