Lusail City, la città che non c’è ancora

| Tutto dev’essere pronto per il 2022, quando il nuovo stadio ospiterà la cerimonia d’apertura dei Mondiali di Calcio. Ma la metropoli in costruzione sarà molto di più: una smart city sostenibile a impatto zero

+ Miei preferiti
Al momento è soltanto un enorme cantiere a circa 15 km da Doha, capitale del Qatar, ma a “Lusail City” i lavori fervono, perché nel 2022 è già stato deciso che ospiterà la cerimonia d’apertura dei Mondiali di Calcio nel nuovissimo “Losail Iconic Stadium”, nome che spiega solo in parte l’enormità del nuovo impianto realizzato espressamente per l’evento.

Occasione meravigliosa, quella dei Mondiali, per lanciare in mondovisione non un semplice quartiere o il solito villaggio turistico “all inclusive”, ma una vera e propria città sorta dal nulla tra mare, sabbia e petrolio.

Lusail City è un faraonico progetto largo 38 km quadrati, riempiti ad arte di aree verdi e una skyline da cartolina, costellata da grattacieli a specchio dalle forme avveniristiche per riflettere l’azzurro del Golfo Persico, ma con un cuore così “green” da trasformarla nella metropoli più eco-rispettosa del pianeta Terra.

“A city with a vision”, come recita lo slogan che ha accompagnato l’avvio dei lavori, ovvero l’ammissione di aver voluto un progetto visionario che fra i capisaldi ha sempre avuto la sostenibilità e l’impatto zero, malgrado i 41 miliardi di euro di investimento che non hanno per nulla spaventato la “Qatari Diar Real Estate Investment Company” e la “Parsons Corporation”, due società controllate dallo Stato.

Ma il futuro per Lusail City si prospetta luminoso assai: oltre al già citato stadio di calcio - che farà il paio con il “Losail International Circuit” che attualmente ospita il Motomondiale, il Mondiale Superbike e il GP2 Asia Series - la città che ancora non esiste potrà ospitare 400mila persone in 19 distretti diversi, con due immensi campi da golf, una laguna e un parco a tema a disposizione. Lusso a profusione nei quartieri residenziali, negli oltre venti hotel previsti e nel colossale “Place Vendôme”, un mall così grande da far impallidire il semplice concetto di centro commerciale.

La città sarà dotata di un sofisticato sistema di razionalizzazione dell’acqua creato per non disperderne neanche una goccia e di una sorta di barriera artificiale contro i potenti venti del nord, formata da palazzi e strutture particolari realizzati su una lunghezza totale di 27 km. Fondamentale il pieno rispetto della biodiversità, con specie anche molto rare di piante e alghe marine, che saranno tutelate come un vero patrimonio.

Mondo
Weinstein positivo al coronavirus
Weinstein positivo al coronavirus
L’ex produttore condannato per reati sessuali sarebbe in isolamento nel piccolo carcere di Alden
India, impiccati i killer di Nirbhaya
India, impiccati i killer di Nirbhaya
Quattro balordi che nel dicembre del 2012 hanno violentato, torturato e ucciso una studentessa, sono saliti sul patibolo. La vicenda di Nirbhaya ha contribuito a inasprire le pene contro la piaga dello stupro
Corea del Nord, dove il coronavirus non arriva
Corea del Nord, dove il coronavirus non arriva
Una probabilità ritenuta non credibile, ma che Pyongyang continua ad affermare con ostinatezza. A dimostrare il contrario la scelta di costruire un nuovo ospedale in tempi brevissimi
Giappone, il killer dei disabili condannato a morte
Giappone, il killer dei disabili condannato a morte
Il 26 luglio 2016, l’ex infermiere Satoshi Uematsu ha ucciso nel sonno 19 disabili ospiti di un centro di assistenza. Quattro anni dopo, il tribunale di Yokohama l’ha condannato all’impiccagione
La sfida della Birmania
La sfida della Birmania
L’Union Solidarity and Development Party contro la National League for Democracy, come dire i militari contro Aung San Suu Kyi: il futuro di uno dei più poveri stati al mondo è in gioco tra schermaglie e minacce dei due schieramenti
Danneggia un Moai dell’Isola di Pasqua con un pick-up
Danneggia un Moai dell’Isola di Pasqua con un pick-up
Un cileno, arrestato dalla polizia, si è schiantato su uno dei preziosi e antichissimi busti di Rapa Nui. Da tempo, le autorità chiedevano norme e regole stradali più strette
Domati tutti gli incendi in Australia
Domati tutti gli incendi in Australia
Dopo oltre 240 giorni, il New South Wales australiano è finalmente libero dai devastanti roghi che hanno messo il Paese in ginocchio
Il prezzo del coronavirus in Cina
Il prezzo del coronavirus in Cina
Le ambizioni e i programmi economici si stanno sgretolando davanti alla censura che fin dall’inizio ha dominato la vicenda del virus. L’opinione pubblica cinese è sempre più scontenta, amareggiata e arrabbiata
Il giallo della lettera delle infermiere di Wuhan
Il giallo della lettera delle infermiere di Wuhan
Pubblicata sul sito di una rivista scientifica, è scomparsa ad un giorno di distanza dalla comparsa. Racconta le difficoltà in cui vivono medici e infermieri in servizio a Wuhan, e smascherano l’ottimismo di Pechino
Ucraina, esplode la protesta contro gli sfollati dalla Cina
Ucraina, esplode la protesta contro gli sfollati dalla Cina
Convinti del pericolo da fake news che circolano in rete, decine di manifestanti hanno attaccato gli autobus che trasportavano ucraini e stranieri rientrati da Wuhan. A nulla sono serviti gli appelli e le rassicurazioni delle autorità