Malesia: ragazzina inghiottita dalla giungla

| Di Nora, 15enne inglese in vacanza con la famiglia, si sono perse le tracce da giorni: esclusa la fuga volontaria, si teme il sequestro

+ Miei preferiti
Per i Quoirin, papà Sebastian, mamma Meabh e i loro tre fili, fra cui Nora, 15 anni, quella in Malesia era la vacanza dei sogni, organizzata in ogni dettaglio per tanto tempo. Ma per una tranquilla famiglia inglese di origini franco-irlandesi, si è trasformata nel peggiore degli incubi: alle 8 di mattina del 4 agosto scorso, mamma e papà entrano nella stanza di Nora, e la ragazzina non c’è più. La finestra è aperta sulla sconfinata giungla malese, e Nora è uscita senza neanche le ciabattine, con addosso soltanto il pigiama.

L’allarme mette in moto un’imponente macchina delle ricerche: nel giro di poche ore, il governo malese dispiega elicotteri, droni, squadre specializzate e 348 agenti che iniziano a setacciare il “Dusun”, il resort che ospitava la famiglia Quirin, allargando poi le ricerche alle aree circostanti. Al loro fianco sono stati schierati anche agenti di Scotland Yard, dell’Interpol e delle forze di polizia irlandesi. Le tracce sono poche: qualche impronta sul davanzale della finestra, altre dei piedi di Nora rimaste sulla terra poco distante.

A preoccupare sono le condizioni di Nora, mentalmente più piccola della sua età per una patologia che le rende difficile affrontare le cose di tutti i giorni: esattamente il motivo per cui la famiglia esclude la fuga volontaria. La polizia sta verificando la presenza in zona di persone accusate di pedofilia, perquisendo anche gli alloggi del personale del resort. Il capo della polizia ha dichiarato: “Siamo molto preoccupati per il benessere di Nora e non sappiamo per quanto tempo può sopravvivere nella giungla: al momento non abbiamo alcun indizio”.

Galleria fotografica
Malesia: ragazzina inghiottita dalla giungla - immagine 1
Malesia: ragazzina inghiottita dalla giungla - immagine 2
Malesia: ragazzina inghiottita dalla giungla - immagine 3
Malesia: ragazzina inghiottita dalla giungla - immagine 4
Mondo
Apre la pancia della moglie per controllare il sesso del nascituro
Apre la pancia della moglie per controllare il sesso del nascituro
Pradesh, dove un uomo ha usato una falce per verificare il sesso del bambino che sarebbe nato a breve. Il Paese combatte da tempo contro una disuguaglianza sociale che sta scombinando la parità dei sessi
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Spina nel fianco e voce controcorrente, Ren Zhiqiang è stato condannato a 18 anni di carcere per reati legati alla corruzione. Non è la prima volta che ha guai con la giustizia per le critiche verso il presidente cinese
La Russia proverà ancora a uccidere Navalny
La Russia proverà ancora a uccidere Navalny
Secondo i servizi segreti della Nato, Putin ha solo rimandato l’intenzione di eliminare il suo principale antagonista, scampato al tentativo di avvelenamento da Novichock
Hong Kong, teorie e poche verità sulla morte di un’adolescente
Hong Kong, teorie e poche verità sulla morte di un’adolescente
La tragica fine di Chan Yin-lam è diventata una calamita per le cospirazioni, ma ha messo a nudo i profondi problemi del funzionamento della metropoli cinese teatro di scontri violenti, in cui i giovani pagano il prezzo più alto
La Thailandia è stanca di re Rama X
La Thailandia è stanca di re Rama X
Capriccioso, accentratore, ricchissimo, il sovrano vive stabilmente in Germania ma ha ampliato i possedimenti diventando uno degli uomini più ricchi del mondo. Ma a Bangkok la gente sta per scendere in piazza per dire basta
Il giallo di Bollywood
Il giallo di Bollywood
La strana morte di Sushant Singh Rajput e le manette ai polsi dell’ex fidanzata Rhea Chakraborty: gli ingredienti del giallo che sta appassionando l’India
Non c’è vita sotto le macerie di Beirut
Non c’è vita sotto le macerie di Beirut
Dopo tre giorni di tentativi spasmodici, i soccorritori ammettono che si è trattato di un falso allarme: “Trovare qualcuno ancora in vita è molto difficile”
Beirut, ad un mese dall’esplosione
tracce di vita sotto le macerie
Beirut, ad un mese dall’esplosione<br>tracce di vita sotto le macerie
Secondo i media locali, le apparecchiature delle squadre di soccorso avrebbero rilevato “un battito cardiaco” sotto le macerie di un palazzo crollato nei dintorni del deposito esploso il 4 agosto scorso
Sudafrica, la polizia uccide un ragazzino Down di 16 anni
Sudafrica, la polizia uccide un ragazzino Down di 16 anni
Nathaniel Julius stava andando a comprare dei biscotti quando si è imbattuto in una pattuglia. Per la famiglia è stata un’esecuzione, perché il ragazzino non rispondeva alle loro domande. E Johannesburg esplode di rabbia
Il premier giapponese Shinzo Abe prossimo alle dimissioni
Il premier giapponese Shinzo Abe prossimo alle dimissioni
Piegato da problemi di salute e con la popolarità ai minimi storici per la gestione della pandemia, il premier più longevo della storia nipponica annuncerà a breve la propria rinuncia