Men in Black anti-alieni cercasi

| È tutto vero: la Nasa ha lanciato un bando di concorso per trovare figure professionali da destinare alla protezione planetaria

+ Miei preferiti

Cercate lavoro, vi sentite portati per l'avventura, non vi spaventa avere a che fare con creature strane e vi piace l'idea di difendere il mondo? Bene, avete tempo fino al prossimo 14 agosto per rispondere al bando appena pubblicato dalla Nasa sul sito online "USAJobs", in cui si cercano "Men in Black". Non è uno scherzo, la celebre e serissima agenzia spaziale americana, pur senza citare la saga cinematografica, ha ufficialmente lanciato la selezione per aspiranti "Planetary Protection Officer", letteralmente degli ufficiali per la protezione planetaria. A loro spetta il compito, per nulla semplice, di arginare l'eventuale arrivo di popolazioni aliene, evitando le contaminazioni biologiche che rappresentano uno degli effetti collaterali alle esplorazioni spaziali. Il contratto iniziale parla di tre anni, con stipendio compreso fra 124.000 e 187.000 dollari: fra i requisiti necessari, una non meglio precisata "conoscenza avanzata nella protezione planetaria" e una certa esperienza nell'implementazione dei programmi spaziali.

Ufficialmente si tratta di una nuova figura professionale, anche se la definizione "Men in Black" - da cui prende il nome anche la serie di film interpretati da Will Smith (agente J) e Tommy Lee Jones (agente K) - è un chiaro riferimento ad un'unità speciale di agenti di cui la teoria del complotto sugli UFO insiste fin dal 1947: un'unità segretissima nata per ridurre al silenzio notizie e testimonianze sui presunti avvistamenti di astronavi aliene.

Mondo
Star della TV russa si massacra un occhio
Star della TV russa si massacra un occhio
Valeria Khusnutdinova, giovanissima star di un reality di grande successo, è tornata a casa ubriaca e ha tentato di togliersi la lente a contatto, provocandosi dei danni seri
Dove si muore di più
Dove si muore di più
Un rapporto di un’agenzia dell’Onu ha esaminato i dati globali delle morti violente nel mondo intero. Si muore di più in Sudamerica, anche se per diverse zone del pianeta è ancora difficile avere stime precise
Massacro in Papua Nuova Guinea
Massacro in Papua Nuova Guinea
Almeno 24 persone barbaramente uccise in scontri tribali che infiammano una delle regioni più remote del paese. Il premier promette giustizia
Canada: assolto per due stupri
Canada: assolto per due stupri
L’incredibile vicenda processuale del tribunale di Ottawa: la versione di un uomo accusato di stupro e violenza da due donne, è stata ritenuta dal giudice la più attendibile
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Il gruppo pentastellato ancora alla ricerca di un partner in Europa per contare qualcosa, anche se poco. Dopo il No di mezzo Parlamente, Farage, teorico della Brexit sembrerebbe orientato ad accoglierli. Ma è un guaio lo stesso
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha diffuso un report sui movimenti del 2018: numeri impressionanti
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
In un villaggio russo si è consumata una tragedia che ha come vittima una giovane di 24 anni, madre di bimbi piccoli, e un uomo sposato che voleva impedirle di raccontare ogni cosa a sua moglie
Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India
Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India
300mila persone evacuate per il secondo ciclone tropicale dell’anno: attesi venti fino a 175 km/h, con forti piogge e allagamenti
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Faceva parte dei “Mongrel Mob”, una delle più feroci gang di bikers del mondo, e si è fatto tatuare il volto con la parola “Notorius”. Ed ora trova difficile essere accettato
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
La direttrice dell’organismo delle Nazioni Unite che si occupa del disarmo ha svelato che i rischi di un conflitto hanno raggiunto il massimo dai tempo della seconda guerra mondiale