Molto più di una sola notte

| L’ex pornostar accusata di aver ricevuto 130mila dollari per mantenere il silenzio su una notte di sesso con Trump, ha vuotato il sacco, ammettendo un flirt lungo un anno

+ Miei preferiti
Accerchiata dai media, Stormy Daniels vuota il sacco: l’ex pornostar - al secolo Stephanie Clifford - pochi giorni fa chiamata in causa dal “Wall Street Journal” per aver ricevuto 130 mila dollari dall’avvocato di Trump pur di mantenere il silenzio su una notte bollente, ha scelto di parlare inguaiando ancora di più il presidente, appena uscito vittorioso dai test medici che ne hanno valutato le piene facoltà mentali.

In effetti, 130 mila dollari per un incontro, per quanto lungo possa essere, sembravano tantini, divisi in costo orario. E così, in effetti, non è: Stormy ha candidamente ammesso al sito “Slate” che con Donald non si trattò solo di nascondere una notte, ma un anno intero di relazione piuttosto intensa. Tutto sarebbe iniziato ad un torneo di golf per celebrità in Nevada nel 2006, a due anni appena dal matrimonio di Donald con Melania, terza moglie in ordine di apparizione. Ma da lì, i due si sarebbero rivisti in altre occasioni, a New York e Los Angeles, finendo sempre per arrotolarsi fra le lenzuola. L’ex pornostar ricorda addirittura un invito al party per il lancio della “Trump Vodka”, finita pochi mesi dopo in un clamoroso flop commerciale, e quello per l’elezione di “Miss USA”.

Una svolta in uno dei tanti pateracchi che stanno trascinando Trump davanti agli occhi dell’America intera, senza dimenticare le solite rivelazioni del volume “Fire and Fury”, in cui Steve Bannon racconta di oltre cento donne messe al silenzio dai legali di Trump a suon di assegni, per non turbare la campagna elettorale. Un nome, fra i cento, l’ha individuato il “Daily Beast”: Jessica Drake, pagata 10mila dollari per stare zitta.

Mondo
Hong Kong, l’ultimo scontro
Hong Kong, l’ultimo scontro
Da due giorni, centinaia di manifestanti sono asserragliati all’interno di un’università: l’edificio è circondato dalla polizia, che impedisce a chiunque di entrare e uscire. Gli scontri si fanno sempre più violenti
UK: pedofilo condannato solo a due anni perché malato
UK: pedofilo condannato solo a due anni perché malato
Infuria la polemica: sull’iPad di John Connell, un anziano pedofilo schedato, la polizia ha trovato 8.000 immagini pedopornografiche. Ma il giudice ha mitigato la condanna perché l’uomo è gravemente malato di cuore
Il sesto bambino ucciso a Rio da proiettili vaganti
Il sesto bambino ucciso a Rio da proiettili vaganti
Ketellen Umbelino de Oliveira Gomes, 5 anni, è stata colpita sulla bici della mamma, mentre andava a scuola. La polizia ha arrestato un narcotrafficante che era ricercato per altri due omicidi
Scoperto un giro di pedofilia nelle scuole afghane
Scoperto un giro di pedofilia nelle scuole afghane
Secondo l’organizzazione umanitaria che ha denunciato il caso, il traffico potrebbe essere responsabile di abusi si più di 500 ragazzi. Ma per evitare il disonore le vittime tacciono, e i responsabili non vengono nemmeno accusati
Io ero Mia
Io ero Mia
La vicenda di una giovane americana di origini libanesi che per due anni è stata una stella del porno. Una scena hard girata con il hijab le è valsa la condanna a morte dei gruppi terroristici
Cina: 51 bimbi feriti nell’attacco ad una scuola materna
Cina: 51 bimbi feriti nell’attacco ad una scuola materna
Un uomo si è arrampicato sul tetto della scuola e spruzzato soda caustica su bambini e insegnanti. Fermato poco dopo, ha raccontato di averlo fatto in segno di protesta
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Senza una terra e privi di ogni diritto, vivono in Birmania, al confine con il Bangladesh, e secondo le Nazioni Uniti sono vittime di una vera pulizia etnica. Ora, il paese asiatico è stato citato a giudizio da 57 Stati diversi
Lo storico napoleonico diventato assassino
Lo storico napoleonico diventato assassino
Oleg Sokolov, 63 anni, celebre in tutto il mondo per i suoi studi napoleonici, ripescato nelle acque del fiume di San Pietroburgo mentre tentava di disfarsi del corpo smembrato della fidanzata 22enne
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Madre, moglie, assidua frequentatrice della parrocchia e professoressa universitaria. Nella realtà una spietata assassina che ha decimato senza pietà la sua famiglia
Condannato un ristoratore schiavista
Condannato un ristoratore schiavista
Dieci anni di galera per il manager di un ristorante in South Carolina che aveva preso di mira un giovane afro-americano con problemi mentali: per anni l’ha picchiato e sopraffatto in ogni modo