Morire di Pokémon Go

| Due ricercatori americani hanno incrociato i dati di alcuni incidenti stradali con le posizioni dei mostriciattoli del celebre videogioco, arrivando ad una conclusione inquietante

+ Miei preferiti

La pandemia, almeno da queste parti, sembra essersi smorzata leggermente. Ma fino allo scorso anno, non era difficile vedere gente con lo smartphone in mano, in mezzo alle rotonde o in altri posti improbabili e altamente pericolosi. Andavano tutti a caccia di Pikachu e dei suoi amici mostriciattoli, gli inafferrabili protagonisti di "Pokémon Go". All'apparenza un semplice videogioco su realtà aumentata nato dall'unione di tre colossi dei games e diventato un fenomeno mondiale, ma più che altro un business che ha fatto schizzare il valore del titolo "Nintendo" in borsa da 9 a 40 miliardi di dollari.

Qualcuno si è anche messo a calcolare i tempi di chi era stato colpito dalla mania: 33,5 minuti al giorno dedicata alla ricerca dei mostri e, per i più tenaci, una decina di km a piedi.

Ma fatalmente, la ricerca ossessiva di Pikachu, Bulbasaur, Charmander e Squirtle si trasformava anche in uno dei peggiori motivi di distrazione, tanto a piedi quanto alla guida. A metterlo nero su bianco arriva "Death by Pokémon Go", una ricerca realizzata negli Stati Uniti da due professori della "Krannert School of Management" della Purdue University di West Lafayette, nell'Indiana. I due hanno semplicemente incrociato i rapporti di polizia dei 12.000 incidenti stradali avvenuti nella loro contea con le posizioni dei "Pokéstop", i punti in cui il videogioco permette di raccogliere le ricompense. È bastato questo, per arrivare ad un dato inquietante: ben due morti sarebbero da attribuire alla febbre del videogioco, visto che in quei punti le probabilità di un incidente stradale si alzavano del 26,5%.

Dati che hanno messo la voglia ai due prof di alzare l'asticella, prendendo in esame l'immenso territorio degli Stati Uniti. Alla fine, dopo calcoli e misurazioni, è arrivato il responso: Pokémon Go potrebbe essere (il condizionale è d'obbligo) responsabile di 145.632 incidenti, ovvero di 29.300 feriti e 256 morti. Cifre che trasformate in denaro contante significano costi per la collettività compresi fra i 5 ed 25 miliardi di dollari.

Mondo
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Il genocidio dimenticato dei Rohingya
Senza una terra e privi di ogni diritto, vivono in Birmania, al confine con il Bangladesh, e secondo le Nazioni Uniti sono vittime di una vera pulizia etnica. Ora, il paese asiatico è stato citato a giudizio da 57 Stati diversi
Lo storico napoleonico diventato assassino
Lo storico napoleonico diventato assassino
Oleg Sokolov, 63 anni, celebre in tutto il mondo per i suoi studi napoleonici, ripescato nelle acque del fiume di San Pietroburgo mentre tentava di disfarsi del corpo smembrato della fidanzata 22enne
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Jolly Joseph, la donna che ha sterminato la sua famiglia
Madre, moglie, assidua frequentatrice della parrocchia e professoressa universitaria. Nella realtà una spietata assassina che ha decimato senza pietà la sua famiglia
Condannato un ristoratore schiavista
Condannato un ristoratore schiavista
Dieci anni di galera per il manager di un ristorante in South Carolina che aveva preso di mira un giovane afro-americano con problemi mentali: per anni l’ha picchiato e sopraffatto in ogni modo
Australia, le strane perquisizioni corporali della polizia
Australia, le strane perquisizioni corporali della polizia
Più di 100 fra bambine e ragazze obbligate a spogliarsi totalmente davanti agli agenti. Il rapporto di un’organizzazione getta ombre scure sull’operato degli agenti del Nuovo Galles
Serial killer indiano uccide 10 persone offrendo cibo sacro
Serial killer indiano uccide 10 persone offrendo cibo sacro
Offriva alle sue vittime un piatto tipico della religione indù preparato con forti dosi di cianuro, poi correva a svuotare i loro appartamenti. Aveva problemi economici per un fallimento, e non voleva rinunciare al suo stile di vita
Cina: un selfie in cabina costa la carriera ad un pilota
Cina: un selfie in cabina costa la carriera ad un pilota
Ha fatto entrare in cabina e lasciato il posto ad una giovane che poco dopo ha postato l’immagine sui social. In breve l’immagine è diventata virale, e la compagnia aerea ha preso provvedimenti
Sfiorata un’altra strage di migranti su un tir
Sfiorata un’altra strage di migranti su un tir
La polizia greca ha bloccato a Salonicco un camion frigorifero che trasportava 41 giovani afghani. Nuovi arresti per la strage dell’Essex costata la vita a 39 vietnamiti
Un’amante costa il posto al Ceo di McDonald’s
Un’amante costa il posto al Ceo di McDonald’s
Steve Easterbrook è stato invitato alle dimissioni dal consiglio di amministrazione per una relazione con una dipendente: per quanto fosse consenziente, rappresenta una violazione delle politiche aziendali
L’omicidio che mette in imbarazzo la Germania
L’omicidio che mette in imbarazzo la Germania
Il 23 agosto scorso, l’ex militare ceceno Zelimkhan Khangoshvili viene ucciso in un agguato: era stato minacciato da tempo, ma gli era stata negata ogni protezione. Il sospetto che sia opera dei servizi segreti russi