Morto in cella il leader del Ku Klux Klan

| Edgar Ray Killen, 92 anni, s'è spento in carcere. Condannato a 60 anni nel 2005 per la morte di alcuni attivisti afro-americani, stava scontando la pena in un carcere del Mississipi. Tre giovani furono linciati e uccisi nel 1964

+ Miei preferiti

 Edgar Ray Killen, il leader del Ku Klux Klan condannato per l’uccisione dei tre attivisti per i diritti civili che ispirò il film “Mississippi Burning”, è morto in carcere all’età di 92 anni. Lo ha reso noto l’amministrazione penitenziaria dello Stato del Mississippi. 

Edgar Ray Killen stava scontando una pena di 60 anni, dopo la condanna emessa nel 2005, 40 anni dopo la scomparsa e la morte dei giovani attivisti: era il giugno del 1964 quando Andrew Goodman, 20 anni, Michael Schwerner, 24 anni, e James Chaney, 21 anni, vennero uccisi. 

Arrestati il 21 giugno 1964 con un futile pretesto da parte della polizia locale, infiltrata dal Ku Klux Klan, i tre attivisti vennero rilasciati in piena notte, quando gli venne tesa un’imboscata dai membri del Kkk. I tre giovani vennero linciati, poi fucilati; i loro corpi furono ritrovati 44 giorni dopo, in un bacino idrico, al termine di un’indagine condotta dall’Fbi. La loro morte scioccò gli Stati Uniti. 

Otto persone vennero condannate nel 1967 a pene detentive non superiori ai sei anni per “violazione dei diritti civili” dei tre attivisti – due ebrei di New York e un uomo nero – che si erano recati nel Sud segregazionista per favorire l’iscrizione degli afroamericani alle liste elettorali.

Mondo
Gli ebrei protestano per il segno del naso
Gli ebrei protestano per il segno del naso
Il “naso ebreo”, una diceria che si trascina da secoli, è entrata nel linguaggio dei segni di un dizionario online diffuso in Belgio, ma la comunità ebrea ha chiesto di rimuoverlo
Incidente nel laboratorio dei virus mortali
Incidente nel laboratorio dei virus mortali
A Vektor, in Siberia, un incendio sarebbe scoppiato in un’ala di uno dei soli due centri di ricerca dove si custodiscono i virus più letali della storia
Il massacro che ha sconvolto le Fiji
Il massacro che ha sconvolto le Fiji
Un uomo neozelandese è accusato di stregoneria: insieme alla moglie, durante un rituale esoterico avrebbe ucciso la famiglia della figlia
Carrie Lam, la solitudine della numero uno
Carrie Lam, la solitudine della numero uno
Le lamentele e la tensione della chief executive di Hong Kong registrate in un audio diffuso dai media. Mentre cresce il malumore di Pechino
Australia: due fantine morte in due giorni
Australia: due fantine morte in due giorni
Melanie Tyndall travolta in gara dal cavallo di un avversario: due giorni prima Mikaela Claridge è stata disarcionata e non si è più rialzata
La battaglia di Saba Kord Afshari
La battaglia di Saba Kord Afshari
La giovane attivista iraniana condannata a 25 anni di carcere per essersi tolta il velo durante le manifestazioni di protesta del “Mercoledì bianco”. Al suo fianco intellettuali e organizzazioni umanitare
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
È crollata per un attacco cardiaco mentre faceva jogging: secondo i media era sotto pressione da tempo
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
L’attentatore di Christchurch lasciato libero di pubblicare un nuovo documento suprematista su un sito web: sotto accusa i dirigenti del carcere
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
La quindicenne londinese ritrovata senza vita nella giungla della Malaysia sarebbe morta di stenti. Al momento non c’è alcuna traccia di violenza
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Una giovane australiana non ha retto alla depressione in cui era piombata dopo anni di soprusi e prese in giro