Morto in cella il leader del Ku Klux Klan

| Edgar Ray Killen, 92 anni, s'è spento in carcere. Condannato a 60 anni nel 2005 per la morte di alcuni attivisti afro-americani, stava scontando la pena in un carcere del Mississipi. Tre giovani furono linciati e uccisi nel 1964

+ Miei preferiti

 Edgar Ray Killen, il leader del Ku Klux Klan condannato per l’uccisione dei tre attivisti per i diritti civili che ispirò il film “Mississippi Burning”, è morto in carcere all’età di 92 anni. Lo ha reso noto l’amministrazione penitenziaria dello Stato del Mississippi. 

Edgar Ray Killen stava scontando una pena di 60 anni, dopo la condanna emessa nel 2005, 40 anni dopo la scomparsa e la morte dei giovani attivisti: era il giugno del 1964 quando Andrew Goodman, 20 anni, Michael Schwerner, 24 anni, e James Chaney, 21 anni, vennero uccisi. 

Arrestati il 21 giugno 1964 con un futile pretesto da parte della polizia locale, infiltrata dal Ku Klux Klan, i tre attivisti vennero rilasciati in piena notte, quando gli venne tesa un’imboscata dai membri del Kkk. I tre giovani vennero linciati, poi fucilati; i loro corpi furono ritrovati 44 giorni dopo, in un bacino idrico, al termine di un’indagine condotta dall’Fbi. La loro morte scioccò gli Stati Uniti. 

Otto persone vennero condannate nel 1967 a pene detentive non superiori ai sei anni per “violazione dei diritti civili” dei tre attivisti – due ebrei di New York e un uomo nero – che si erano recati nel Sud segregazionista per favorire l’iscrizione degli afroamericani alle liste elettorali.

Mondo
Star della TV russa si massacra un occhio
Star della TV russa si massacra un occhio
Valeria Khusnutdinova, giovanissima star di un reality di grande successo, è tornata a casa ubriaca e ha tentato di togliersi la lente a contatto, provocandosi dei danni seri
Dove si muore di più
Dove si muore di più
Un rapporto di un’agenzia dell’Onu ha esaminato i dati globali delle morti violente nel mondo intero. Si muore di più in Sudamerica, anche se per diverse zone del pianeta è ancora difficile avere stime precise
Massacro in Papua Nuova Guinea
Massacro in Papua Nuova Guinea
Almeno 24 persone barbaramente uccise in scontri tribali che infiammano una delle regioni più remote del paese. Il premier promette giustizia
Canada: assolto per due stupri
Canada: assolto per due stupri
L’incredibile vicenda processuale del tribunale di Ottawa: la versione di un uomo accusato di stupro e violenza da due donne, è stata ritenuta dal giudice la più attendibile
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Il gruppo pentastellato ancora alla ricerca di un partner in Europa per contare qualcosa, anche se poco. Dopo il No di mezzo Parlamente, Farage, teorico della Brexit sembrerebbe orientato ad accoglierli. Ma è un guaio lo stesso
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha diffuso un report sui movimenti del 2018: numeri impressionanti
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
In un villaggio russo si è consumata una tragedia che ha come vittima una giovane di 24 anni, madre di bimbi piccoli, e un uomo sposato che voleva impedirle di raccontare ogni cosa a sua moglie
Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India
Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India
300mila persone evacuate per il secondo ciclone tropicale dell’anno: attesi venti fino a 175 km/h, con forti piogge e allagamenti
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Faceva parte dei “Mongrel Mob”, una delle più feroci gang di bikers del mondo, e si è fatto tatuare il volto con la parola “Notorius”. Ed ora trova difficile essere accettato
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
La direttrice dell’organismo delle Nazioni Unite che si occupa del disarmo ha svelato che i rischi di un conflitto hanno raggiunto il massimo dai tempo della seconda guerra mondiale