Nicaragua, il sanguinoso tramonto di Ortega

| Ancora scontri a Managua, morto un 16enne e feriti gravi a causa di colpi d'arma da fuoco. In strada squadre di paramilitari. Da gennaio decine di morti. Il regime sandinista in preda alla crisi economica

+ Miei preferiti

La crisi dei regimi marxisti in Sudamerica non risparmia il Nicaragua dei Sandinisti, guidati dall’eterno guerrigliero Daniel Ortega (nella foto ai tempi della guerriglia e oggi), un 73enne che vive di nostalgie del passato. Sono già centinaia i morti negli scontri degli ultimi mesi, finiti sotto l’attenzione dell’Onu. Squadre di paramilitari si infiltrano nelle manifestazioni per attaccare la gente che protesta contro disoccupazione e miseria. Ieri è morto un adolescente e oltre sei persone sono state ferite a colpi d'arma da fuoco: è il bilancio di disordini scoppiati durante una manifestazione dell'opposizione ieri a Managua, in Nicaragua, denominata 'Siamo la voce dei prigionieri politici'. Lo riferisce il quotidiano El Nuevo Diario. Dimostranti hanno dichiarato di essere stati attaccati dalla polizia nazionale e da elementi paramilitari con gas lacrimogeni e proiettili di gomma nel quartiere 'America 3' della capitale. La vittima è Matt Andrés Romero di 16 anni, residente del quartiere di Larreynaga a Managua. Il suo decesso nell'ospedale tedesco-nicaraguense è stato causato da gravi ferite da arma da fuoco. La polizia nazionale ha diffuso un comunicato in cui ha asserito che l'adolescente è morto dopo essere rimasto intrappolato in una sparatoria fra agenti e dimostranti. Un particolare però respinto dalla famiglia della vittima. In un comunicato, l'ufficio dell'Alto Commissariato dell'Onu per i Diritti umani ha manifestato "preoccupazione" per quanto accaduto a Managua. In un tweet l'organismo ha indicato di aver "ricevuto informazioni su un morto e vari feriti in una marcia di protesta a Managua. Secondo queste fonti la marcia sarebbe stata attaccata, anche con armi da fuoco, dalla polizia e da elementi armati pro-governativi".

   

Mondo
Rissa al parlamento di Hong Kong
Rissa al parlamento di Hong Kong
Quattro deputati portati via in barella al temine di una scazzottata scatenata dagli emendamenti di una legge che facilita l’estradizione verso il resto della Cina
Il re della Thailandia sposa la sua hostess
Il re della Thailandia sposa la sua hostess
A 66 anni, Rama X è salito sull’altare per la quarta volta: la fortunata è una ex assistente di volo della Thay Airway. Il paese è in festa
Indonesia: strage di scrutatori
Indonesia: strage di scrutatori
Quasi 300 morti e 2.000 ricoveri fra coloro che devono controllare le schede di 193 milioni di votanti. Le famiglie saranno risarcite
Coppia aggredita da un cervo
Coppia aggredita da un cervo
È successo in Australia: lui è morto per le lesioni, lei è in gravi condizioni in ospedale. L’animale viveva libero nella loro tenuta
Colpo di Stato in Sudan
Colpo di Stato in Sudan
I militari hanno circondato il palazzo presidenziale: il presidente Omar al-Bashir si sarebbe dimesso: teme di finire sotto processo per genocidio. A guidare la protesta una donna misteriosa
L'Ecuador sfratta Assange
L
Via dall'ambasciata di Londra che lo ospita dal 2012 per evitare l'estradizione negli Usa. Il fondatore di WikiLeaks avrebbe pubblicato "false notizie" contro il presidente Moreno che "ora ha perso la pazienza"
Un speranza anche per Manuel
Un speranza anche per Manuel
Un clinico svizzero ha elaborato una tecnica per tentare si superare le lesioni midollari con la tecnica "Stimo". Alcuni pazienti hanno ripreso a camminare. Il caso del nuotatore azzurro sarà esaminato
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden
L’eroe di Christchurch
L’eroe di Christchurch
Si è lanciato contro l’attentatore, impedendogli di ripetere la strage che aveva appena compiuto nella prima moschea. Rifugiato afghano, racconta di aver agito d’impulso, sperando di salvare più persone possibili