Non è malato ma vuole il suicidio assistito

| Lo scienziato australiano David Goodall, 104, s'è dichiarato stanco di vivere e vuole morire "con dignità". In Australia la legge lo vieta e lui andrà in una clinica svizzera

+ Miei preferiti
La Exit international, che assiste coloro che scelgono il suicidio assistito e che ha aiutato lo scienziato australiano David Goodal, 104 anni, a organizzare il viaggio in una clinica svizzera che pratica il suicidio assistito, ha biasimato l'Australia. "È ingiusto che il più anziano e tra i più influenti cittadini australiani sia costretto a viaggiare dall'altra parte del mondo per morire con dignità", hanno scritto sul sito dell'associazione. La no profit ha poi lanciato la campagna di raccolta fondi GoFundMe per comprare due biglietti aerei, per Goodall e per il suo accompagnatore, in business class, raccogliendo oltre 10mila euro. Ma perchè morire? Goodal non è un malato terminale. Sta relativamente bene. "La qualità della sua vita è deteriorata, così ha deciso di prendere un appuntamento con un'agenzia per il suicidio assistito a Basilea" hanno annunciato i legali per l'eutanasia". Già a inizio mese Goodall aveva sottolineato la sua insofferenza. "Non sono felice. Voglio morire. Non è particolarmente triste. È triste sentirsi il peso dell'età'", aveva specificato nell'intervista. "Il mio pensiero è che una persona anziana, come me, dovrebbe avere tutti i diritti, inclusa la possibilità del suicidio assistito".

Il caso riapre il dibattito sull'eutanasia. Vietata in molti paesi del mondo, la pratica è stata vietata anche in Australia fino alla scelta, lo scorso anno, dello stato di Vittoria di renderla legale. Una legge che entrerà in vigore da giugno 2019 e che sarà applicata solo ai malati terminali capaci di intendere e volere con un'aspettativa di vita minore di sei mesi. Anche altri Stati australiani in passato hanno discusso della legittimità dell'eutanasia, l'ultimo il New South Wales, lo scorso anno. "Sono molto dispiaciuto di aver raggiunto quest'età", ha detto il botanico alla rete televisiva ABC nel giorno del suo ultimo compleanno, il 4 aprile scorso.

 

Mondo
Messico: arrestato
uno dei figli di El Chapo
Messico: arrestato<br>uno dei figli di El Chapo
Ovidio Guzman Lopez coinvolto in un violento scontro a fuoco contro la Guardia Nazionale. Secondo la giustizia americana, insieme al fratello Joaquin avrebbe raccolto il testimone del padre nel controllo del cartello di Sinaloa
Centinaia di arresti per un sito pedopornografico
Centinaia di arresti per un sito pedopornografico
Un’inchiesta lunga e complessa che ha coinvolto le polizie di mezzo mondo, ha permesso di sgominare uno dei più forniti siti per pedofili che agiva sul dark web. Quasi 350 arresti in 38 paesi
Il rapporto finale sulla strage del traghetto Butiraoi
Il rapporto finale sulla strage del traghetto Butiraoi
Ben 95 morti per un insieme di leggerezze, incompetenze e noncuranza: l’inchiesta sul naufragio dello scorso anno in Micronesia si è conclusa con pesanti accuse per il comandante e l’equipaggio
Famiglia indiana muore per un selfie
Famiglia indiana muore per un selfie
Quattro persone, tutte giovanissime, cadono una dopo l’altra nelle acque della diga del fiume Pambar. L’India è il Paese al mondo con più vittime per selfie
Stuprata da 500 uomini quand’era solo una ragazzina
Stuprata da 500 uomini quand’era solo una ragazzina
La disgustosa vicenda di Jennifer, una donna inglese che in un’intervista ha raccontato la terribile esperienza vissuta quando aveva solo 11 anni
Decapitata e gettata dal balcone
Decapitata e gettata dal balcone
Orrore a Chita, in Russia: una 19enne è stata fatta a pezzi da un uomo che ha gettato i resti dall’appartamento in cui viveva insieme alla ragazza
Legge la sentenza e tenta il suicidio in aula
Legge la sentenza e tenta il suicidio in aula
È successo in Thailandia, al tribunale di Yala: il giudice Khanakorn Pianchana si è sparato al petto per denunciare le pressioni subite da numerosi colleghi perché mandasse sul patibolo degli innocenti
NBP, il formicaio umano
NBP, il formicaio umano
La media di morti fra i detenuti della New Bilibid Prison delle Filippine è di 5.000 persone ogni anno. Una realtà in cui sopravvive soltanto chi ha i soldi per pagarsi la libertà anticipata o una detenzione a cinque stelle
La seconda isola harem di Epstein
La seconda isola harem di Epstein
Tra i suoi numerosi possedimenti, il miliardario pedofilo morto suicida aveva voluto aggiungere ad ogni costo Great St. James Cay. Una trattativa complicata risolta con l’inganno
Risarcimento record alla vittima di un prete pedofilo
Risarcimento record alla vittima di un prete pedofilo
Un milione di dollari ad un uomo che a 9 anni era stato violentato nel confessionale da padre Gerald Ridsdale, un sacerdote reo confesso di violenza sessuale su decine di bambini