Non è malato ma vuole il suicidio assistito

| Lo scienziato australiano David Goodall, 104, s'è dichiarato stanco di vivere e vuole morire "con dignità". In Australia la legge lo vieta e lui andrà in una clinica svizzera

+ Miei preferiti
La Exit international, che assiste coloro che scelgono il suicidio assistito e che ha aiutato lo scienziato australiano David Goodal, 104 anni, a organizzare il viaggio in una clinica svizzera che pratica il suicidio assistito, ha biasimato l'Australia. "È ingiusto che il più anziano e tra i più influenti cittadini australiani sia costretto a viaggiare dall'altra parte del mondo per morire con dignità", hanno scritto sul sito dell'associazione. La no profit ha poi lanciato la campagna di raccolta fondi GoFundMe per comprare due biglietti aerei, per Goodall e per il suo accompagnatore, in business class, raccogliendo oltre 10mila euro. Ma perchè morire? Goodal non è un malato terminale. Sta relativamente bene. "La qualità della sua vita è deteriorata, così ha deciso di prendere un appuntamento con un'agenzia per il suicidio assistito a Basilea" hanno annunciato i legali per l'eutanasia". Già a inizio mese Goodall aveva sottolineato la sua insofferenza. "Non sono felice. Voglio morire. Non è particolarmente triste. È triste sentirsi il peso dell'età'", aveva specificato nell'intervista. "Il mio pensiero è che una persona anziana, come me, dovrebbe avere tutti i diritti, inclusa la possibilità del suicidio assistito".

Il caso riapre il dibattito sull'eutanasia. Vietata in molti paesi del mondo, la pratica è stata vietata anche in Australia fino alla scelta, lo scorso anno, dello stato di Vittoria di renderla legale. Una legge che entrerà in vigore da giugno 2019 e che sarà applicata solo ai malati terminali capaci di intendere e volere con un'aspettativa di vita minore di sei mesi. Anche altri Stati australiani in passato hanno discusso della legittimità dell'eutanasia, l'ultimo il New South Wales, lo scorso anno. "Sono molto dispiaciuto di aver raggiunto quest'età", ha detto il botanico alla rete televisiva ABC nel giorno del suo ultimo compleanno, il 4 aprile scorso.

 

Mondo
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
È crollata per un attacco cardiaco mentre faceva jogging: secondo i media era sotto pressione da tempo
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
L’attentatore di Christchurch lasciato libero di pubblicare un nuovo documento suprematista su un sito web: sotto accusa i dirigenti del carcere
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
La quindicenne londinese ritrovata senza vita nella giungla della Malaysia sarebbe morta di stenti. Al momento non c’è alcuna traccia di violenza
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Una giovane australiana non ha retto alla depressione in cui era piombata dopo anni di soprusi e prese in giro
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Secondo la compagnia low-cost della Lufthansa, le 150 persone vittime nello schianto voluto dal copilota Andreas Lubitz non avrebbero avuto la sensazione di morire. Ma le scatole nere raccontano il contrario
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Si tratta di oltre 20 panetti, e secondo la polizia facevano parte di un carico disperso dai trafficanti un anno fa. In crescita nella zona del Pacifico il consumo di cocaina
La foto segnaletica che fa ridere
La foto segnaletica che fa ridere
Visti i tanti commenti cattivi, la polizia del Galles ha avvertito che accanirsi contro qualcuno attraverso i social può avere pesanti ripercussioni
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
I medici legali sono rimasti senza parole: nel corpicino di Sapphire era presente una percentuale di alcol letale
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Uno dei cavi che assicura le 30 cabine del “Sea to Sky Gondola”, è stato manomesso: la scoperta mentre l’impianto era fermo
Ai puma non piacciono i Metallica
Ai puma non piacciono i Metallica
Una giovane canadese ha raccontato di aver messo in fuga un grosso felino selvatico che la seguiva nei boschi alzando il volume al massimo durante un brano scatenato della band heavy metal