Oslo, un solo morto sulle strade nel 2019

| Una cifra imbarazzante per tutte le altre capitali europee, dove al contrario le strade continuano mietere centinaia di vittime ogni anno

+ Miei preferiti
A Oslo, capitale della Norvegia, abitano oltre 1,5 milioni di persone civili. Un titolo meritatissimo, sottolineato dai dati di una statistica invidiabile: nel 2019, sulle strade della città è morta una sola persona in incidenti stradali. La media, ricordano orgogliosamente, continua ad abbassarsi da diversi decenni: nel 2017 le morti sulle strade di Oslo erano state tre, cifra che molte altre città europee neanche osano sognare.

Per contro, nel resto del Paese sono state registrate più vittime nel traffico rispetto all’anno precedente: 110 contro le 108 del 2018. Ma c’è la convinzione diffusa che anche questo migliorerà: il trend racconta che la Norvegia ha registrato il più basso numero di morti nel traffico in tutta l’Europa nel 2017, con 20 incidenti per milione di abitanti.

Per contro, 126 persone sono morte sulle strade di Londra nel 2019, con un aumento di 22 unità rispetto allo stesso periodo del 2018. Nonostante ciò, il Regno Unito è considerato uno dei paesi più sicuri dell’Unione Europea per quanto riguarda gli incidenti stradali, con meno di 30 morti per milione di abitanti.

I paesi più pericolosi della UE per la sicurezza stradale restano la Bulgaria e la Romania, che ha una media di oltre 90 morti per milione di abitanti.

Il trucco della Norvegia? Nessuno, o meglio, rispettare “Vision Zero”, il progetto di sicurezza stradale adottato in via definitiva nel 2002 che ha come obiettivo la drastica riduzione di morti e feriti sulle strade. Poche le regole: limiti di velocità adattati ad ogni tratto stradale, ma che in città raramente superano i 30 km/h, velocità considerata limite perché le conseguenze di un’auto contro un pedone o un ciclista abbia conseguenze gravi.

A Oslo, l’amministrazione ha introdotto delle restrizioni sulle zone di guida, soprattutto nel centro della città, e ha iniziato a delimitare piste ciclabili ben collegate per incoraggiare i cittadini a spostarsi su due ruote invece che su quattro. Lo stesso progetto che ha allo studio Sadiq Khan, il sindaco di Londra, che mira a trasferire su due ruote l’80% di tutti gli spostamenti nella capitale entro il 2041.

Mondo
Australia, lockdown per 300mila persone
Australia, lockdown per 300mila persone
Alcune zone periferiche di Melbourne tornano sotto il blocco per arginare la comparsa di 73 nuovi casi che fanno tenere l’inizio di una seconda ondata
Muore mentre assiste allo stupro delle nipoti
Muore mentre assiste allo stupro delle nipoti
Una donna di 71 anni costretta ad assistere alla violenza di un uomo sulle tre nipoti, è morta per attacco cardiaco. Le violenze contro donne e bambini in Sudafrica hanno raggiunto livelli di guardia
Hong Kong, la libertà perduta
Hong Kong, la libertà perduta
Varata a tarda sera la legge sulla sicurezza nazionale: le proteste saranno considerate sovversione e terrorismo interno punibile con l’ergastolo. Immediate le reazioni da tutto il mondo: “È la fine della metropoli che il mondo conosceva”
Le Fiji, paradiso post-covid offresi
Le Fiji, paradiso post-covid offresi
L’arcipelago ha lanciato un appello per il ritorno del turismo d’élite: oltre al paesaggio paradisiaco, dalla metà di aprile non si registra un nuovo caso di coronavirus
Star della danza del ventre arrestata in Egitto
Star della danza del ventre arrestata in Egitto
Accusata di atti osceni e incitamento alla prostituzione, Sama el Masry è stata condannata a tre anni di reclusione e al pagamento di una pesante multa
USA, approvato il progetto di riforma della polizia
USA, approvato il progetto di riforma della polizia
Dedicato alla memoria di George Floyd, il pacchetto di riforma della polizia rischia di arenarsi al Senato dopo l’approvazione della Camera. Trump contrario
L’irresistibile ascesa di Kim Yo Jong, la donna forte della Corea del Nord
L’irresistibile ascesa di Kim Yo Jong, la donna forte della Corea del Nord
Per anni nell’ombra, capace di sparire per lunghi periodi, la sua immagine è sempre più presente, mentre quella del fratello si offusca, avvolta dal mistero
Sudafrica: la violenza sulle donne peggio della pandemia
Sudafrica: la violenza sulle donne peggio della pandemia
Il Paese ha uno dei tassi alti di casi di Covid-19 dell’intero continente. E lotta con una recrudescenza delle violenze subito dopo l’isolamento del lockdown
Venti di guerra sull’Himalaya
Venti di guerra sull’Himalaya
Si alza la tensione fra India e Cina per il controllo di una zona di confine mai del tutto chiarita e accettata. La scorsa notte un’escalation avrebbe portato a 17 morti, ma si teme l’inizio di una grave crisi internazionale
L’avventura di Randy, per 73 giorni in aeroporto
L’avventura di Randy, per 73 giorni in aeroporto
Un giovane calciatore ghanese è rimasto bloccato nello scalo aeroportuale di Mumbai, in India, dove era andato per un contratto con una squadra di calcio