Pedofilia in Spagna, 40 arresti "eccellenti"

| In carcere insegnanti, professionisti e manager. Usavano un software per nascondere le immagini che si scambiavano sulla rete. Chat segrete. Video e foto girati con bambini, ancora in corso le perquisizioni

+ Miei preferiti

Pedofilia in Spagna: i sospetti, tra i quali figurano insegnanti, ingegneri, funzionari e pensionati, sono stati tratti in arresto in 17 province spagnole: dieci persone sono state fermate a Madrid, cinque ad Alicante. Alla fine, quaranta uomini sono stati arrestati in tutta la Spagna per avere fatto circolare su internet del materiale pedopornografico “di estrema gravità”: lo ha annunciato la polizia.

In totale, 42 domicili sono stati perquisiti e numerosi computer sono stati sequestrati.

Le persone arrestate sono sospettate di avere scambiato foto e video che mostrano bambini su uan piattaforma internet di scambi diretti, ha precisato la polizia in un comunicato, affermando che si tratta di “materiale di estrema gravità”.

La maggior parte di loro “utilizzava un software speciale per cancellare il contenuto pedofilo dagli archivi”. Uno dei sospetti arrestati ad Alicante è anche accusato di aver costretto dei minori a posare per immagini a sfondo sessuale che poi ha diffuso sul web. Sono state identificate quattro ragazze vittime di queste pratiche.

 
Mondo
La parabola di Aung San Suu Kyi
La parabola di Aung San Suu Kyi
Dal Nobel per la Pace alle accuse di genocidio: l’ex attivista per i diritti umani della Birmania è accusata di non aver fatto nulla per impedire il massacro del popolo Rohingya
White Island, ricerche ancora ferme
White Island, ricerche ancora ferme
I parenti delle vittime e la popolazione locale accusa la polizia di troppa prudenza: l’isola è stata sorvolata da un drone, ma le operazioni di recupero sono ferme fino a data da destinarsi
Vulcano Whakaari: è una strage
Vulcano Whakaari: è una strage
Non ci sono più speranze di ritrovare ancora in vita gli otto dispersi, quasi tutti turisti in visita sull’isola neozelandese. Cinque le vittime accertate, più diversi feriti ricoverati in gravi condizioni. Le loro storie
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
La folle teoria di un giovane regista indiano, autore di un post su Facebook in cui giustifica le violenze invitando le donne ad accettarle e ad attrezzarsi di conseguenza. Ha rimediato una valanga di insulti e minacce da tutto il mondo
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
È successo in India, dove Abhijit e Srilakshmi volevano sposarsi ma la differenza di casta ha fatto scattare il divieto delle famiglie. Dopo essere scomparsi per settimane, i corpi dei due giovani sono stati ritrovati in un bosco
Un badge per i giorni del ciclo
Un badge per i giorni del ciclo
È bufera su una catena di grandi magazzini giapponesi, che ha chiesto alle proprie commesse di indossare un badge nei giorni del ciclo mestruale. Un’idea che voleva avere finalità sociali, ma che si è trasformata in un caso internazionale
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Pinkie, una giovane thailandese, si è gettata dal balcone di casa dopo l’ennesimo litigio con la madre. Era reduce da una devastante violenza sessuale di gruppo
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Dopo lunghi mesi di studi, è arrivata la conferma: impossibile recuperare i corpi di Daniele Nardi e Tom Ballard, morti sull’8000 himalayano 8 mesi fa
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Come nel film con Leonardo DiCaprio, un indiano di 48 anni indossava una divisa da pilota per sfruttare le agevolazioni aeroportuali riservate ai piloti e viaggiare gratis
Dallo striptease alla metanfetamina
Dallo striptease alla metanfetamina
Un’ex spogliarellista australiana , che non passava inosservata, nascondeva dosi di droga nella sua biancheria intima: è accusata di aver fatto almeno 13 viaggi, intascando ogni volta 100mila dollari