Persi per sempre due corpi delle vittime del vulcano

| Sei cadaveri delle 8 vittime recuperati, secondo la polizia il corpo di una ragazza australiana e di una guida turistica sarebbero stati inghiottiti dal mare. Il bilancio finale di 16 morti e 10 feriti, alcuni in gravi condizioni

+ Miei preferiti
Travolte dalle accuse di temporeggiare troppo nelle operazioni di ricerca, sospesi per giorni per l’elevato rischio di un’altra possibile eruzione, le forze dell’ordine neozelandesi hanno intensificato la ricerca sulla White Island, dove il 9 dicembre scorso l’improvvisa eruzione del vulcano Whakaari ha travolto 47 turisti durante un’escursione al cratere. Le vittime accertate sono 16, e i corpi di 6 degli 8 turisti che ancora risultavano fra i dispersi sono stati recuperati, ma per due persone – avvisa la polizia – la speranza di ritrovamento è estremamente difficile: i cadaveri di Winona Langford, una ragazza australiana di 17 anni, e della guida turistica neozelandese Hayden Marshall-Inman, 40, sono stati probabilmente inghiottiti dal mare.

Nel corso di una conferenza stampa, il vice commissario di polizia Mike Clement ha affermato che una squadra di sommozzatori e diversi elicotteri continueranno a cercare i due corpi scomparsi: “La realtà è che dobbiamo aspettare che Madre Natura ce li restituisca, e può farlo oppure no. L’unica certezza è che se lo fa, noi saremo qui. Ma non c’è altro da fare: siamo letteralmente nelle mani del mare”. Ma la sensazione più diffusa è che non sarà facile: la White Island si trova a circa 48 km al largo della costa della Nuova Zelanda, in un tratto di mare aperto le cui correnti puntano verso l’Oceano.

La polizia ritiene che i due corpi fossero nelle vicinanze di un corso d’acqua che scorre sull’isola: sulla base dei cicli della marea, potrebbero essere stati trasportati fino al mare, probabilmente verso il Capo Est.

Fra le vittime, tutte identificate, due sono cittadini neozelandesi, 15 australiani e tre americani: il più giovane aveva 13 anni, il più anziano 53. Altre 14 persone sono ricoverate in ospedale, e di queste 10 lottano fra la vita e la morte. Infuria senza sosta, intanto, la polemica sulla decisione di aprire l’isola ai turisti malgrado l’avviso di una possibile eruzione fosse stato diramato dagli esperti.

Mondo
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Questa la versione dell’agenzia spaziale di Pechino, accusata di aver realizzato un booster destinato a tornare sulla Terra senza controllo
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
I detriti del Long March 5B dovrebbero rientrare nel giro delle prossime ore, ma nessuno sa con precisione dove e quando. I cinesi minimizzano, tutti gli altri sono preoccupati
Indonesia, lo scandalo dei tamponi utilizzati più volte
Indonesia, lo scandalo dei tamponi utilizzati più volte
Cinque dipendenti di un colosso farmaceutico che vendevano test in aeroporto, per mesi avrebbero pulito e riconfezionato tamponi nasali e antigenici
Sgominata la più grande piattaforma di pedofilia del mondo
Sgominata la più grande piattaforma di pedofilia del mondo
Agiva sul Darkweb e poteva contare su oltre 400mila iscritti in tutto il mondo. Da 3 anni era tenuta sotto controllo dalla polizia tedesca
Il megaconcerto di Wuhan
Il megaconcerto di Wuhan
La città da cui si è diffuso il virus ha ospitato una due giorni di musica che ha attirato 11mila persone, tutte senza mascherine distanziamento
Maradona: il rapporto della commissione medica
Maradona: il rapporto della commissione medica
Gravi carenze nell’assistenza, leggerezza di fronte ai sintomi dell’aggravamento. Le analisi hanno accertato che il grande campione è morto dopo 12 ore di agonia
Russia: Navalnj appare in video
Russia: Navalnj appare in video
Un breve collegamento video in cui è apparso scheletrico, ma ancora combattivo: dopo aver salutato la moglie ha attaccato ancora una volta Putin
India, si bruciano cadaveri giorno e notte
India, si bruciano cadaveri giorno e notte
I forni crematori traboccano, e non c’è neanche il tempo di costruire nuove pire. Mentre arrivano i primi aiuti internazionali, il paese è ginocchio, travolto dal virus che sta colpendo le fasce più giovani della popolazione
L’India travolta dai contagi
L’India travolta dai contagi
Il Paese è allo stremo: mancano posti letto, ossigeno e medicinali, in arrivo da diversi continenti. In Brasile, al contrario, Bolsonaro pronto a mandare l’esercito dove sono state imposte limitazioni che definisce “assurde”
Il Nanggala si è diviso in tre pezzi
Il Nanggala si è diviso in tre pezzi
Il sommergibile indonesiano scomparso mercoledì scorso individuato sul fondale al largo dell’isola di Bali: nessuna speranza per i 53 uomini di equipaggio