Quando iI conto arriverà in vena

| C'è un nuovo metodo di pagamento elettronico all'orizzonte: si basa sull'intreccio dei capillari di un dito, unico e non replicabile

+ Miei preferiti

Impronte digitali, scansione della retina, riconoscimento facciale? Per favore, cerchiamo di essere seri. A Londra, all'interno di un supermercato non distante dalla "Brunel University", è in fase di sperimentazione un nuovo sistema biometrico di pagamento basato su un parametro finora inedito: la scansione delle vene. Si chiama "Fingopay", è un lettore elettronico nato dalla collaborazione fra Hitachi e Sthaler, azienda specializzata nella ricerca di nuove frontiere dei pagamenti elettronici. Inserendo un dito nel lettore, Fingopay è in grado di mappare in pochi istanti l'intreccio dei capillari per generare un codice che autorizza la transazione attraverso bancomat o carte di credito.

I test in fase di ultimazione all'interno dell'ateneo seguono in realtà una prima fase di sperimentazione che ha coinvolto circa 2.000 clienti di un bar nel popolare quartiere di Camden.

Divisa, al momento, la comunità scientifica: secondo il parere di un analista informatico specializzato in cybersecurity, intervistato dalla BBC, le impronte digitali restano uno dei metodi di identificazione più sicuri. Di parere totalmente contrario un ingegnere, che trova nel flusso del sangue un grado di sicurezza assolutamente non replicabile.

Mondo
“L’epidemia crescerà ancora”
“L’epidemia crescerà ancora”
Le previsioni degli esperti parlano di numeri sconcertanti dovuti alla facilità con cui il coronavirus di Wuhan si trasmette. La Cina ha messo in campo tutte le proprie forze, mentre gli Stati Uniti rimpatriano i propri cittadini
La Cina in lockdown
La Cina in lockdown
Per la prima volta nella storia, una metropoli di 11 milioni di abitanti è stata isolata per contenere l’avanzare del coronavirus che spaventa il mondo. Misure drastiche in tutta la Cina e allerta massima anche negli altri Paesi
Il Guardian rivela: il telefono di Bezos hackerato da MbS
Il Guardian rivela: il telefono di Bezos hackerato da MbS
Il principe ereditario saudita avrebbe violato il cellulare privato del proprietario di “Amazon”. Resta il dubbio sull’uso che è stato fatto delle informazioni carpite
Dopo gli incendi e le piogge, in Australia arrivano i ragni
Dopo gli incendi e le piogge, in Australia arrivano i ragni
Le condizioni climatiche sono perfette per il proliferare del “funnelweb spider”, uno dei ragni più velenosi e letali al mondo. Intere colonie si stanno muovendo, ed è scattato l’allarme
Il mondo in ansia per il virus di Wuhan
Il mondo in ansia per il virus di Wuhan
L’allarme è scattato ovunque con controlli serrati negli aeroporti. Si teme una diffusione incontrollata con l’esodo per il capodanno cinese: riunioni di emergenza convocate dall’OMS e dalla UE
Cina, il nuovo virus potrebbe aver raggiunto 1700 casi
Cina, il nuovo virus potrebbe aver raggiunto 1700 casi
Secondo uno studio realizzato dall’Imperial College di Londra, il numero di casi del coronavirus potrebbero essere sottovalutati: i 50 confermati in Cina sarebbero molti di più. Nuove procedure di controllo in diversi aeroporti americani
Cina, al via la più grande
migrazione umana di sempre
Cina, al via la più grande<br>migrazione umana di sempre
Tre miliardi di viaggi in occasione del Capodanno cinese: è la stima degli spostamenti che i cinesi faranno per la più importante e sentita delle festività. Un esodo che non spaventa il Paese, pronto ad affrontare la marea umana
Iran, il Boeing abbattuto da due missili
Iran, il Boeing abbattuto da due missili
È l’ipotesi a cui sono giunti diversi Paesi, anche attraverso notizie delle intelligence. L’Iran nega con forza: nessun missile partito per sbaglio
Due milioni di abitanti di Hong Kong accusano disturbi mentali
Due milioni di abitanti di Hong Kong accusano disturbi mentali
Il calcolo per valutare l’impatto delle violente proteste degli ultimi mesi, ma la stima è per difetto, visto che non include i minori di 18 anni, che in realtà rappresentano la parte più cospicua
Saranno impiccati gli stupratori di Jyoti
Saranno impiccati gli stupratori di Jyoti
Quattro dei sei uomini che nel 2012 hanno violentato e ucciso una studentessa indiana stanno per salire sul patibolo. La giovane è diventata il simbolo dell’oppressione delle donne in tutta l’India