QUANDO IL KILLER È UNA DONNA

| Una 26enne apre il fuoco con una pistola contro gli ex colleghi di un centro commerciale del Maryland. Tre morti e quattro feriti gravi. Stava per scadere il suo contratto. Mobilitati centinaia di agenti. Lei si è suicidata

+ Miei preferiti

Forse per banali dissapori con i colleghi una 26enne di colore, Snochia Moseley (nella foto), di Baltimora, ha ucciso tre persone e ferite altre quattro in modo grave, prime di suicidarsi. E’ accaduto nel Maryland, nella città di Aberdeen, all’interno del centro commerciale "Rite Aid" doveva la donna lavorava da un paio di mesi. Snochia Moseley aveva con se una pistola Glock calibro 9 regolarmente denunciata e decine di munizioni. Alcune persone, benché ferite, sono riuscite a fuggire e a mettersi in salvo.  I primi colpi all'esterno, poi ha continuato a sparare, alla fine ha rivolto l'arma contro se se stessa, prima dell'arrivo della polizia: è morta appena giunta in ospedale.

Al momento della sparatoria c’era moltissima gente intenta allo shopping nei negozi e diversi addetti vari reparti. Scene di panico durante l’evacuazione subito dopo i primi spari. Mobilitate forze speciali, la polizia della contea, vigili del fuco e ambulanze, un ingente dispiegamento di forze intervenuto in pochi minuti dal primo allarme. La giovane donna, definita dagli ex colleghi una persona gentile e disponibile, era entrata nel centro commerciale con l’idea di punire, secondo le prime testimonianze, il suo ex manager. Era visibilmente alterata, con un atteggiamento ostile, subito notato da alcuni testimoni. Nel complesso commerciale ci sono decine di negozi, una scuola, una chiesa e appartamenti. "Siamo profondamente rattristati per gli eventi che sono accaduti questa mattina nella la struttura di supporto Liberty, che fa parte del Centro di distribuzione Perryman di Rite Aid ad Aberdeen", scrivono in una nota i responsabili del centro. 



Moseley lavorava con un contratto a termine. I primi colpi li ha esplosi all’esterno del market, poi ha proseguito prendendo di mira, probabilmente a caso, alcuni ex colleghi. Il capo della polizia ha rievocato un’altra strage simile, avvenuta ad ottobre, quando il dipendente di una società edilizia aveva ucciso a colpi di pistola ad Harford tre persone durante un raptus omicidia, definendo l'incidente "un altro evento tragico". Lo sceriffo ha detto ai giornalisti che le forze dell'ordine hanno continuato a pulire e perquisire la struttura di oltre duemila metri quadrati per individuare ulteriori vittime e raccogliere informazioni. La polizia, ha aggiunto, non ha sparato un solo colpo. 

Eric Watson, 33 anni, un testimone oculare, ha detto che la donna, prima di aprire il fuoco, aveva litigato con un uomo, nell’atrio del complesso, vicino a un ristorante. "Non aveva un obiettivo particolare, sparava e basta, senza mirare”. 

In America torna il terrore: tre sparatorie con morti e feriti in pochi giorni. A Middleton, Wisconsin, un uomo ha ferito in modo grave tre persone prima di essere ucciso dalla polizia, all'interno di una società di software. Nella contea di Fayette, in Pennsylvania, un uomo aveva sparato a quattro persone fuori dall'ufficio di un giudice e in un'aula di tribunale affollata, prima di essere abbattuto dagli agenti.

Galleria fotografica
QUANDO IL KILLER È UNA DONNA - immagine 1
QUANDO IL KILLER È UNA DONNA - immagine 2
QUANDO IL KILLER È UNA DONNA - immagine 3
Mondo
Le promesse ambientali del G7
Le promesse ambientali del G7
I leader mondiali hanno concordato sull’urgenza di agire per salvare il pianeta. Ma senza fatti concreti: a quattro mesi dal COP 26 mancano ancora date e strategie
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
Un’inchiesta top secret svelata dai media avrebbe individuato 150 dipendenti della compagnia aerea australiana appartenenti a gang di bikers attive nel traffico di stupefacenti
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Si tratta per lo più di aborigeni, e alcuni avevano pochi anni. La macabra scoperta è arrivata dopo anni di indagini e segnalazioni. Per il premier Trudeau è “una pagina sconcertante nella storia del nostro Paese”
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Saki Sudo, 22 anni, ha ucciso il miliardario 77enne Kosuke Nozaki somministrandogli massicce dosi di droghe stimolanti. La polizia l’ha arrestata dopo anni di indagini
Riappare la principessa Latifa
Riappare la principessa Latifa
La figlia dello sceicco di Dubai, per cui si sono mosse anche le Nazioni Uniti, è comparsa all’improvviso in un paio di foto postate su Instagram. E' la prova che sia ancora in vita, ma non dice nulla sulle sue condizioni
La moglie manesca dell’ambasciatore
La moglie manesca dell’ambasciatore
Xiang Xueqiu, consorte dell’ambasciatore del Belgio in Corea del Sud, ha chiesto l’immunità diplomatica prima di essere accusata di aggressione dalla commessa di un negozio di abbigliamento
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Colpevole di estremismo, Olga Misik dovrà scontare 2 anni 9 mesi di arresti domiciliari. Insieme a lei condannati altri due giovani per vandalismo
Strage in una scuola in Russia
Strage in una scuola in Russia
Scene simili a quelle americane a Kazan, una città a 1000 km da Mosca: un 19enne ha ucciso 9 persone prima di essere fermato. Putin invoca una maggior stretta sulle armi
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Questa la versione dell’agenzia spaziale di Pechino, accusata di aver realizzato un booster destinato a tornare sulla Terra senza controllo
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
I detriti del Long March 5B dovrebbero rientrare nel giro delle prossime ore, ma nessuno sa con precisione dove e quando. I cinesi minimizzano, tutti gli altri sono preoccupati